ULTIME NOTIZIE Svizzera
ITALIA
4 ore
Residente in Svizzera travolge e uccide un ciclista
Inutile l'intervento dei soccorsi. Le ferite riportate dal 33enne erano troppo gravi
ZURIGO
5 ore
Approvato il piano regolatore per un nuovo stadio
Incombe tuttavia la minaccia del referendum: secondo l'associazione IG Freiräume Zürich West il progetto dovrebbe meglio considerare gli aspetti ambientali e sociali
NEUCHÂTEL
6 ore
Condannato ex pastore per aver avuto una relazione con una minorenne
Il ragazzino si era presentato come maggiorenne. L'uomo è stato denunciato dalla madre dell'adolescente
SVIZZERA
9 ore
Via la cittadinanza ad una 30enne radicalizzata
La SEM ha avviato la procedura. La donna, attualmente si troverebbe in Siria, è sospettata di aver svolto attività legate al terrorismo nel Paese
BASILEA CITTÀ
9 ore
Il Parlamento cantonale chiede un congedo parentale di 24 settimane
Luce verde ad una mozione del Partito socialista. La misura andrebbe ad aggiungersi all'attuale congedo maternità
SVIZZERA
10 ore
Violentò donne e bambini, ora chiede il suicidio assistito
Negli anni '70 e '80 Peter Vogt ha violentato oltre una decina di donne e bambini. Ora vorrebbe farla finita, ma sul caso si stanno chinando le autorità
SVIZZERA / ITALIA
10 ore
«Mi hanno rapita e uno ha allungato le mani»
Un «racconto da brividi» quello fornito dalla svizzera, prima scomparsa e poi ritrovata ad Agrigento. Si sospetta la violenza sessuale, ma è da verificare l'attendibilità della giovane
ZURIGO
11 ore
Carlos ha colpito ancora, secondini e detenuti
Il giovane delinquente zurighese verrà processato settimana prossima per una serie di episodi - almeno 19 - avvenuti in carcere
BASILEA CITTÀ
12 ore
Cade dalla bici e viene travolto da un camion
La vittima è un anziano non ancora identificato. Stava procedendo sulla Austrasse fra i binari del tram e una serie di veicoli posteggiati sul lato destro della strada
SVIZZERA
12 ore
Monica Duca Widmer presidente del nuovo cda della RUAG
Oltre alla ticinese, ne faranno parte Monika Krüsi Schädle e Ariane Richter Merz. A loro si aggiungono Nicolas Perrin per la MRO Svizzera e Remo Lütolf per la RUAG International
BASILEA CITTÀ
12 ore
Sì al taglio dell'imposizione dei dividendi
Il Gran consiglio di Basilea Città ha approvato una mozione che chiede di sottoporre a tassazione i redditi in questione solo nella misura del 60%, contro l'80% appena deciso
BERNA
13 ore
Pascal Strupler lascia la direzione dell'UFSP
Berset è ora alla ricerca di un nuovo capoufficio. Il posto sarà messo a concorso
SVIZZERA
13 ore
Vendemmia, poca uva in Romandia
Le quote di produzione fissate - inferiori a quelle dell'anno scorso, una misura volta a evitare un calo dei prezzi - non sono state raggiunte. La qualità però dovrebbe essere buona
VAUD / ZURIGO
14 ore
Aggredì un'operatrice con una roncola: pena confermata
La 38enne ivoriana dovrà scontrare 18 anni. Il fatto avvenne in un centro per richiedenti asilo di Embrach nel 2015
GINEVRA
14 ore
Curdo si cosparge di benzina e si dà fuoco
È successo davanti all'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. L'uomo è stato ricoverato al CHUV di Losanna
BERNA
19.07.2016 - 10:210

Attenti agli insetti, causano 20'000 infortuni all'anno

I più pericolosi? Zecche, vespe e api

BERNA - Insetti e aracnidi causano ogni anno circa 20'000 infortuni: è quanto emerge dalle ultime analisi effettuate dalla Suva. La metà dei casi - per lo più senza gravi conseguenze - sono causati da zecche, 3000 da vespe e 2300 circa da api.

"A causa della condizioni atmosferiche il numero annuo di infortuni è soggetto a forti oscillazioni, soprattutto per quanto riguarda le vespe", afferma Stefan Scholz, esperto scientifico presso la Suva, citato nella nota dell'istituto nazionale di previdenza contro gli infortuni: il numero di infortuni registrati può aumentare o diminuire anche di quattro volte da un anno all'altro. Per le api, invece, non si osservano variazioni di questa portata.

Le punture di questi animali provocano dolore, prurito e un intenso bruciore, ma di solito non hanno gravi conseguenze. In più del 90% delle persone punte da api e veste si manifestano lievi reazioni allergiche o da avvelenamento. La presenza di un insetto, tuttavia - rileva la Suva - può rappresentare un pericolo in quanto è fonte di distrazione: basta un attimo, infatti, per cadere da una scala o subire un infortunio in auto. Ogni anno si registrano 40 infortuni gravi, che comportano un tasso d'assenza superiore a 90 giorni.

Le analisi dell'istituto di previdenza si basano sui dati forniti da tutti i 29 assicuratori LAINF (legge federale sull'assicurazione contro gli infortuni). Esse rivelano inoltre le parti del corpo più colpite dagli insetti: le zecche prediligono gli arti inferiori (50%) e il busto (26%), api e vespe gli arti superiori (43%) nonché la testa e il volto (20%). Le mosche finiscono perlopiù negli occhi e nelle orecchie come corpo estraneo, mentre talvolta le punture di zanzara possono causare infiammazioni, soprattutto quando si insiste a grattare il ponfo.

Le zecche raggiungono il picco di attività nel mese di giugno, le api a inizio agosto e le vespe a metà agosto. Nel corso della giornata, api e vespe iniziano a far sentire la loro presenza a metà mattina, ma causano la maggior parte degli infortuni nel primo pomeriggio. Le zanzare, invece, si fanno più numerose nel corso del pomeriggio per poi raggiungere il picco di diffusione nelle ore serali.

Per le fastidiose punture un impacco freddo e umido si rivela spesso un rimedio prodigioso, scrive la Suva. La situazione può però diventare pericolosa se si è allergici. Felix Ineichen, medico del lavoro presso l'istituto, afferma: "Se oltre al gonfiore nella zona interessata si manifestano altri sintomi come un'eruzione cutanea o lievi disturbi alle vie respiratorie, ad esempio un bisogno continuo di starnutire, occorre rivolgersi subito a un medico. Se vi è una palese insufficienza respiratoria o si registra una variazione della pressione sanguigna e del battito cardiaco, servono misure urgenti".

Anche quando l'insetto punge sulla bocca o al suo interno si possono correre gravi rischi. Il gonfiore può infatti aumentare al punto da provocare un pericolo di soffocamento.

Commenti
 
Don Quijote 3 anni fa su tio
Se non ci fossero gli infortuni non ci sarebbero le assicurazioni né il rispettivo indotto economico. Avete mai visto un carrozziere che raccomanda ai clienti la massima prudenza per evitare di sbattere?
leopoldo 3 anni fa su tio
che poi secondo me non gliene frega niente se veniamo punti,il loro probblema sono i costi che creiamo.Forse perche non pagiamo abbastanza cassa malati.
Monello 3 anni fa su tio
...zecche ne prendo sempre parecchie ...quando in campagna ..vespe ed insetti ...un classico ....articoli che servono a creare paure nella gente .!!!...chi é il paranoico che scrive questi articoli ?? mai vissuto in campagna ?? mai fatto un gro in campagna ??
leopoldo 3 anni fa su tio
ma non avete niente di meglio da fare. Potreste obbligare la gente a mettere una tuta anti insetto visto che non e poi cosi facile prevenire una puntura da loro.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-24 02:18:49 | 91.208.130.89