SVIZZERA
12.05.2016 - 16:390
Aggiornamento : 17:01

21 aziende vinicole denunciate nel 2015

I controlli per i commercianti di vino si sono fatti più severi. I motivi? Taglio non autorizzato e l'errata etichettatura

BERNA - Si fanno più severi i controlli sui commercianti di vino: lo scorso anno sono state sottoposte a ispezione 1269 aziende del ramo e 21 sono state denunciate perché avevano proceduto a "tagli" illeciti o utilizzato etichette non conformi.

Ad altre 495 sono state mosse critiche di minore entità di natura formale e amministrativa, secondo cifre fornite oggi dal Controllo svizzero del commercio de vini (CSCV) e l'Associazione dei chimici cantonali.

"Le motivazioni principali di una denuncia sono state ancora una volta il taglio non autorizzato del vino e l'errata etichettatura", ha dichiarato il direttore del CSCV Phlippe Hunziker, citato in un comunicato.

I commercianti che si affacciano per la prima volta sul mercato non conoscono a sufficienza le disposizioni in vigore, affermano i due organi di sorveglianza: sulle aziende controllate nel 2015 circa l'80% è stato infatti oggetto di un reclamo. Nella maggior parte dei casi sono state riscontrate irregolarità contabili e a livello di documentazione.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-09 22:12:34 | 91.208.130.89