Lucerna
0
Lugano
0
1. tempo
(0-0)
Servette
0
S.Gallo
0
1. tempo
(0-0)
Thun
0
Xamax
0
1. tempo
(0-0)
FORMULA 1
12.10.2013 - 09:480
Aggiornamento : 03.11.2014 - 19:39

Webber batte Vettel, male le Ferrari

L'australiano ha firmato la pole sul tracciato di Suzuka, mentre la rossa di Alonso partirà dall'ottavo posto

SUZUKA (Giappone) - Sorpresa nelle qualifiche del Gran Premio del Giappone. Prima fila sempre alla Red Bull ma per una volta è Mark Webber a prendersi la pole position con Sebastian Vettel costretto ad accontentarsi della seconda piazza nella gara che potrebbe laurearlo campione del mondo per la quarta volta. Terzo, come da pronostico, finisce Lewis Hamilton davanti al sempre più solido Romain Grosjean. Male ancora le Ferrari indietro come al solito in qualifica e con Felipe Massa, quinto, ancora una volta davanti a Fernando Alonso mestamente ottavo. Tra di loro si piazza l'altra Mercedes di Nico Rosberg e la Sauber di un confermato Nico Hulkenberg. Chiudono la top ten Kimi Raikkonen e Jenson Button.

L'australiano della Red Bull 1'30"915 ritrova la pole praticamente un anno dopo l'ultima volta (Corea 2012) anche se sulla sua testa pende una possibile ulteriore sanzione. Nella Q2, in uscita dai box, ha ostacolato Perez nel suo giro veloce: deciderà la direzione corsa. Vettel ha preso due decimi incapace del guizzo a cui ci aveva abituato nelle ultime gare. Alle spalle delle Red Bull tutti abbastanza vicini, nell'ordine del mezzo secondo. Alonso, alla partenza, si ritroverà ancora dietro Hulkenberg che lo aveva preceduto in Corea scatenando la delusione dello spagnolo per la scarsa velocità della sua Ferrari che, almeno stando alle prove, dovrebbe avere un passo gara con i primi.

Q2, eliminato Perez. Webber ostacola in uscita dai box la McLaren di Perez che aveva cominciato il giro veloce. Altra possibile sanzione per l’australiano? Che intanto firma il 2° tempo alle spalle di Vettel 1:31.290 già in odore di pole. Non riesca stavolta la “doppietta” Sauber con Gutierrez fuori. Gli eliminati sono (dal 10° posto in griglia): Perez, Di Resta, Bottas, Gutierrez, Maldonado e Ricciardo

Q1, Pic "a fuoco". A tre minuti dal termine va a fuoco la Toro Rosso di Charles Pic. Sembra un problema di motore ed invece sono i freni al carbonio del francese che per un problema di surriscaldamento fanno prendere fuoco al retrotreno. Bandiera rossa per qualche minuto, poi c’è l’assedio per l’ultimo giro utile che premia Grosjean 1:31.824 davanti a Massa con le Red Bull e le Mercedes però abbondantemente “tranquille”. Vengono eliminati (dal 17° posto in griglia): Sutil, a sorpresa, Vergne, Chilton, Pic, Van der Garde, Bianchi. (ITM)

Quanto ne sai di hockey? Sfida i tuoi amici a l'Azzeccahockey

SPORT: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-12 16:04:50 | 91.208.130.87