FORMULA 1
20.08.2013 - 07:280
Aggiornamento : 13.11.2014 - 07:26

Horner: "La Red Bull ha avuto il coraggio di denunciare la situazione gomme"

Il team principal della scuderia in testa al Mondiale si pronuncia in merito al caso Pirelli

MILTON KEYNES - Christian Horner, team principal della Red Bull, è tornato a parlare della questione gomme in Formula 1, sottolineando che i miglioramenti apportati dalla Pirelli sono anche merito delle severe critiche rivolte alla casa italiana dalla scuderia anglo-austriaca. “Cercavamo solo di essere onesti e non ci siamo nascosti dietro la fatto di essere politicamente corretti – ha dichiarato Horner ad Autosport – Siamo stati onesti sulla situazione perché pensavamo che fosse molto importante. Dicevamo solo quello che altri affermavano in privato e noi abbiamo avuto le palle di dire in pubblico”.

L’integrità della Red Bull alla fine ha pagato. “Penso che la nostra posizione sia stata totalmente ferma e per fortuna qualcosa è stato fatto, sia che questo ci abbia o no aiutato. Non ne avevo la minima idea. Non credo che in realtà sia cambiato nulla, penso solo che si sia fatto il bene della Formula 1. Penso che sapessimo fin dall’inizio di possedere una vettura veloce ma le gomme stavano diventando sempre più un fattore dominante. Le nostre osservazioni sugli pneumatici sono rimaste sempre le stesse da Melbourne a Silverstone. Nulla è cambiato anche se siamo riusciti a vincere tre gare a partire da quel momento. Abbiamo capito che si trattava di un aspetto davvero importante e non era giusto per i piloti dover guidare in quelle condizioni con delle gomme che potevano danneggiarsi. Credo che con le modifiche che sono state fatte di recente, da Montreal in poi, i piloti ora possono spingere più forte in gara e dare il massimo”. (ITM)

Promuovi i tuoi eventi sportivi nell'agenda di SportTio

SPORT: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-06 20:34:12 | 91.208.130.87