Lazio
0
Milan
3
fine
(0-2)
keystone-sda.ch/STF (DIEGO AZUBEL)
+20
FORMULA 1
09.10.2019 - 16:000
Aggiornamento : 23:21

«Vettel è una macchina da guerra in crisi e Leclerc non lo aiuta»

Vitantonio Liuzzi ha provato a spiegare l'involuzione del tedesco della Ferrari: «È sempre stato bravo a far stare tutti dalla sua parte; la maturazione di Charles lo ha sorpreso»

SUZUKA (Giappone) – Comprimario di spessore prima, giudice di gara ora. Le giornate di Vitantonio Liuzzi, che ha provato con alterne fortune un po' tutte le categorie delle competizioni a quattro ruote, hanno ancora la Formula 1 come centro nevralgico. Del circus il 38enne ha visto tutto e conosce tutti; sa quindi come muoversi. Sa quindi cosa attendersi.

E, parlando di Ferrari, si attende che la situazione di Vettel diventi sempre più difficile.

«Oltre a essere un grande pilota, Sebastian era una sorta di macchina da guerra per la sua mentalità e per come ha approcciato al paddock - ha spiegato l'italiano - Fin dall'inizio aveva ben chiaro qual era il suo obiettivo, il suo traguardo. Ora però è un uomo, che vive una situazione difficile perché spiazzato dalle nuove leve. E tra queste metto Leclerc e Verstappen. Vettel è sempre stato bravo a far stare tutti dalla sua parte; la maturazione di Charles, veloce e imprevista, lo ha però sorpreso. E così ha iniziato a sentirsi franare il terreno sotto ai piedi e ha cominciato a fare una grande fatica per tornare a essere il pilota che è sempre stato. Leclerc insomma non lo sta aiutando. Seb non era inoltre già al top: doveva ancora un po' ritrovarsi, dato che fin dal 2018 era entrato in una fase negativa».

SPORT: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch/STF (Luca Bruno)
Guarda tutte le 24 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-05 00:06:51 | 91.208.130.87