ULTIME NOTIZIE Sport
TENNIS
1 ora
Paura, rimonta, crollo e trionfo: faticaccia-Federer allo Slam
A lungo in grossa difficoltà, il renano si è dovuto “rifugiare” nel super tie-break del quinto set (chiuso 10-8) per superare Millman
SUPER LEAGUE
2 ore
Due anni (in più) per Magnin a Zurigo
Rinnovo biennale per il 40enne tecnico losannese
SCI ALPINO
3 ore
Kitzbühel amara, si salva solo Mauro Caviezel
Svizzeri opachi nel superG austriaco. Successo per Jansrud su Mayer e Kilde. Feuz settimo
NATIONAL LEAGUE
3 ore
Josh Holden convince: un altro anno a Zugo
Il 42enne ex centro farà parte dello staff tecnico dei Tori almeno fino all'aprile 2021
SCI ALPINO
5 ore
Shiffrin vince, Hählen sogna, Gut e Gisin deludono
Primo successo stagionale in discesa per la statunitense, in trionfo a Bansko. Terza la bernese, al miglior risultato in carriera
SUPER LEAGUE
6 ore
Il Lugano riparte da San Gallo, tra speranze e "autogufate"
Consumata la preparazione e mal digerito il mercato, domenica - in casa dei biancoverdi - i bianconeri apriranno la loro seconda parte di stagione
HCAP/HCL
9 ore
Weekend di fuoco per l'Ambrì, Lugano invece senza pressione
I playoff? Con Friborgo e Langnau l'Ambrì proverà piuttosto a mettere le mani su punti pesanti nella corsa al decimo posto. Bianconeri attesi a Zugo
SWISS LEAGUE
17 ore
«Esempio per i giovani? Bisognerebbe chiedere... a loro»
Il difensore del Sierre Goran Bezina: «Toglierei la retrocessione in Prima Lega, poiché a rimetterci sono soprattutto i ragazzi»
NATIONAL LEAGUE
17 ore
Ginevra e Zurigo si divertono: 15 gol in 60'
Match pirotecnico tra Aquile e Lions, con questi ultimi impostisi 9-6
HCAP
20 ore
Horansky-Ambrì? Ci siamo (forse)
Il 25enne slovacco dell'Olten (che ha licenza svizzera) sembra aver trovato un accordo per le prossime due stagioni con il club leventinese
AUTOMOBILISMO
01.07.2019 - 15:060

Marciello a podio ma con l'amaro in bocca

Sul circuito di Misano si è svolto il secondo appuntamento del Blancpain GT World Challenge

MISANO ADRIATICO (Italia) - In un caldo torrido romagnolo, si è svolto il secondo appuntamento del Blancpain GT World Challenge presso il circuito di Misano. Il secondo appuntamento della serie ha visto Raffaele Marciello scendere in pista coadiuvato dal compagno di equipaggio Vincent Abril a bordo della Mercedes AMG GT3 numero 88 questa volta rinnovata nella livrea, caratterizzata ora da un rosso brillante molto suggestivo.

Sin dal giovedì le vetture sono scese in pista per una prima sessione di test privati, prima di proseguire nella giornata di venerdì con le tradizionali prove libere, utili all’equipaggio per la messa a punto della vettura e per prendere sempre maggiore confidenza con il tortuoso circuito intitolato a Marco Simoncelli. Sabato i motori si sono accesi per le prove di qualificazione che hanno visto rispettivamente al volante Abril nella Q1 e Marciello nella Q2. Il Monegasco Abril ha compiuto la sua sessione in quinta posizione a circa tre decimi dalla vetta e primo tra le vetture Mercedes-AMG, dopo un gruppo di Audi, Aston Martin e Lamborghini molto rapide.

Nella seconda sessione il ticinese Marciello si è immediatamente imposto con un ritmo imbarazzante di settore in settore, piazzandosi in cima alla classifica e continuando a migliorare sino al termine della sessione ottenendo una meritatissima pole-position. I presupposti per un ottimo weekend di gare, considerando le rispettive posizioni di partenza, vi erano tutti. Sabato sera è andata in onda la prima delle due corse del weekend, finalmente in uno scenario meno bollente di quello vissuto sino a quel momento. Nelle fasi di partenza Abril non è stato molto incisivo ed è scivolato in ottava posizione, tenendo comunque il passo del gruppetto di testa. Complici anche alcuni contatti e testacoda tra le vetture davanti è riuscito a risalire sino alla quarta posizione prima di entrare in corsia box per il pit-stop con cambio gomme e pilota. Marciello, rientrato in pista in seconda posizione alle spalle della Lamborghini in testa, ha iniziato un recupero sulla vettura in testa sino a portarsi immediatamente alle spalle della vettura di Sant’Agata, concludendo la corsa così in seconda posizione ed infliggendo un notevole distacco a tutti gli avversari alle spalle.

Con soddisfazione dunque il duo Abril-Marciello è salito sul podio, sperando di aver voltato pagina rispetto le disavventure accadute sino ad ora da inizio stagione. Purtroppo, quanto a cui eravamo abituati, si è puntualmente verificato nella gara della Domenica. Marciello, partito dalla pole position in modo perfetto, ha distaccato notevolmente l’Audi alle sue spalle sino a vedere il suo vantaggio annullarsi a causa di una safety car che è entrata in pista poco prima del pit-stop. Nel momento del pit-stop si è verificato l’inghippo che ha rovinato la corsa: non funzionando la radio tra il box e la vettura di Marciello, Raffaele è entrato nei box quando previsto ma, purtroppo, il team non era pronto con la sostituzione degli pneumatici, pensando che il Ticinese sarebbe rientrato il giro successivo, non facendosi trovare dunque pronto al cambio e perdendo più di trenta secondi, secondi che si sono rivelati fatali per la corsa.

Abril, rientrato in pista in ventitreesima posizione, non ha potuto fare altro che effettuare qualche vano sorpasso sino a concludere la corsa in quindicesima posizione, ben lontani dalla testa della corsa che invece avrebbero potuto facilmente ottenere. Con un grande rammarico si abbandona questa pista, felici sì del podio della prima gara ma amareggiati per aver gettato al vento una vittoria davvero possibile. Il prossimo appuntamento, dopo i test ufficiali della 24h di Spa, sarà tra due settimane presso il circuito di Zandvoort il 13 e 14 Luglio prossimi.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-24 16:09:12 | 91.208.130.89