ULTIME NOTIZIE Sport
SERIE A
7 ore
Diavolo di un Rebic, altro gol da tre punti
Terza vittoria consecutiva per il Milan, impostosi 1-0 a Brescia grazie a una rete del croato, già decisivo settimana scorsa con l'Udinese
HCAP
7 ore
L’Ambrì getta al vento punti preziosi, i Dragoni si impongono ai rigori
I biancoblù sprecano un doppio vantaggio e si devono inchinare al Friborgo. 3-2 il risultato tra tante polemiche arbitrali
NATIONAL LEAGUE
7 ore
Successi esterni per Losanna e Bienne
I vodesi hanno vinto 4-0 a Langnau. I bernesi si sono invece imposti 6-4 a Rapperswil
HCL
8 ore
Infilzati anche i Tori, il Lugano non smette di stupire
Importante passo avanti per i bianconeri, andati a vincere 2-1 a Zugo e saliti a +6 sulla riga
SUPER LEAGUE
10 ore
«Non credo che gli svizzero-tedeschi siano tonti o stupidi»
Maurizio Jacobacci ha disinnescato la polemica innescata da Celestini e lanciato la sfida al San Gallo: «Scenderemo in campo per vincere»
TENNIS
13 ore
«Sarebbe stato bello mettere Federer a letto»
Deluso, John Millman si è rammaricato per le occasioni non sfruttate nel super tie-break. «Roger ha avuto più supporto di quanto ne abbia avuto io»
TENNIS
15 ore
Paura e rimonta, faticaccia-Federer allo Slam
A lungo in grossa difficoltà, il renano si è dovuto “rifugiare” nel super tie-break del quinto set (chiuso 10-8) per superare Millman
SUPER LEAGUE
16 ore
Due anni (in più) per Magnin a Zurigo
Rinnovo biennale per il 40enne tecnico losannese
SCI ALPINO
17 ore
Kitzbühel amara, si salva solo Mauro Caviezel
Svizzeri opachi nel superG austriaco. Successo per Jansrud su Mayer e Kilde. Feuz settimo
NATIONAL LEAGUE
18 ore
Josh Holden convince: un altro anno a Zugo
Il 42enne ex centro farà parte dello staff tecnico dei Tori almeno fino all'aprile 2021
SCI ALPINO
19 ore
Shiffrin vince, Hählen sogna, Gut e Gisin deludono
Primo successo stagionale in discesa per la statunitense, in trionfo a Bansko. Terza la bernese, al miglior risultato in carriera
SUPER LEAGUE
20 ore
Il Lugano riparte da San Gallo, tra speranze e "autogufate"
Consumata la preparazione e mal digerito il mercato, domenica - in casa dei biancoverdi - i bianconeri apriranno la loro seconda parte di stagione
HCAP/HCL
23 ore
Weekend di fuoco per l'Ambrì, Lugano invece senza pressione
I playoff? Con Friborgo e Langnau l'Ambrì proverà piuttosto a mettere le mani su punti pesanti nella corsa al decimo posto. Bianconeri attesi a Zugo
SWISS LEAGUE
1 gior
«Esempio per i giovani? Bisognerebbe chiedere... a loro»
Il difensore del Sierre Goran Bezina: «Toglierei la retrocessione in Prima Lega, poiché a rimetterci sono soprattutto i ragazzi»
AUTOMOBILISMO
03.09.2018 - 10:520

Weekend da incorniciare per Marciello

Pole position, vittoria e un secondo posto a Budapest proiettano il pilota in testa alla classifica

BUDAPEST (Ungheria) - Dopo la splendida vittoria alla Suzuka 10H, Marciello è tornato in Europa per prendere parte al quarto appuntamento della serie Blancpain Sprint sul circuito Ungherese di Budapest. Come ormai è di norma, Raffaele ha partecipato a bordo della Mercedes AMG GT3 numero 88 del Team AKKA ASP coadiuvato dal Britannico Micheal Meadows. Venerdì i piloti sono scesi in pista per due sessioni di prove libere. Nel corso della prima sessione si è presa confidenza con il tortuoso circuito dell’Hungaroring, senza mettere nuovi pneumatici e senza cercare l’assoluta prestazione cronometrica. Nel corso della seconda sessione, Marciello si è imposto in testa alla classifica, avendo montato gomma nuova come tutti gli avversari; il bilancio è stato dunque positivo anche se il Ticinese non era pienamente soddisfatto del set-up della vettura.

Sabato mattina hanno preso il via le prove di qualificazione che hanno visto Meadows guidare nella prima sessione e Marciello nella seconda. Come da prassi, il pilota che segna il tempo nella prima sessione determina la posizione di partenza della prima gara del week-end, mentre il pilota al volante nella seconda sessione definisce la posizione in griglia per gara due. Nel proprio turno Meadows è riuscito a piazzarsi in quarta posizione, con un buon riscontro cronometrico. Nella seconda sessione è stata la volta di Raffaele che sin dall’inizio si è imposto in testa alla classifica e, non contento, ha migliorato giro dopo giro imponendo un distacco di più di due decimi sul secondo classificato. Grande soddisfazione per questa pole position di Marciello che è la seconda nella serie Blancpain Sprint dopo quella di Misano.

Sabato pomeriggio, a circa un’ora dalla partenza della prima gara del week-end, un forte acquazzone si è abbattuto sul circuito Ungherese, lasciando tutti gli equipaggi nel dubbio circa quali pneumatici montare in gara. Terminata la pioggia a circa venti minuti dal via, con l’asfalto ancora molto umido, gran parte degli equipaggi, compresa la Mercedes AMG GT3 numero 88 pilotata da Micheal Meadows, hanno optato per le gomme slick, prevedendo una rapido asciugamento del manto stradale. Al via Meadows è stato sopravanzato dall’unica vettura nei suoi paraggi che montava pneumatici da bagnato ma, giro dopo giro, è riuscito a recuperare sino a riprendere la quarta posizione che aveva in partenza. Da sottolineare che le condizioni di guida erano molto spettacolari, vedendo numerosi duelli tra le vetture molto poco controllabili sull’asfalto umido con le gomme d’asciutto. A circa mezz’ora dal termine il volante è passato nelle mani di Marciello che, ormai con pista praticamente asciutta, ha iniziato una vera e propria rimonta in un circuito dove sorpassare è molto difficile. Con un bel sorpasso su una vettura Audi, Raffaele si è portato in terza posizione e dopo pochi giri ha inflitto ben dodici secondi di distacco sulla vettura appena sorpassata. Arrivato alle spalle della vettura in terza posizione, l’ha agilmente sorpassata, iniziando la rincorsa per la seconda posizione. Recuperato il gap con la vettura gemella che si trovava in seconda posizione, ha iniziato a mettere pressione all’avversario che, sentendosi attaccato alla spalle, è finito in testa coda, lasciando la seconda posizione a Marciello ad un giro dalla fine. Grande podio dunque per il duo Marciello-Meadows che hanno iniziato nel migliore dei modi il week-end di gara con una bella seconda posizione assoluta.

Domenica pomeriggio, sotto una pioggia torrenziale, ha preso il via la seconda gara, con Marciello che è scattato dalla pole position. Immediatamente il Ticinese si è imposto con un ritmo a dir poco imbarazzante, distaccando gli avversari e facendo segnare il giro più veloce della corsa. A poco meno di mezz’ora dal termine, prima di consegnare la vettura al compagno di squadra Meadows, aveva un vantaggio di circa dodici secondi sul secondo classificato e circa quaranta sul terzo classificato: un vero mattatore. Salito il Britannico, nonostante un pit stop non perfetto, è stata mantenuta la testa della corsa ma, dopo qualche giro, l’enorme vantaggio accumulato in precedenza grazie a Marciello, è stato perso a causa dell’ingresso di una safety car che ha ricompattato il gruppo. Si è dovuti dunque ripartire praticamente da zero e Meadows è stato bravo a non cedere alla pressione dell’Audi in seconda posizione, riuscendo così a concludere in prima posizione. Magnifica vittoria dunque per il duo Marciello-Meadows che ha portato ora Raffaele in testa alla classifica piloti assoluta del Blancpain GT Series e primo a pari punti nella classifica piloti Blancpain Sprint Series. Terminata questa gara, il prossimo appuntamento sarà quello Tedesco del Nurburgring, ultima tappa del campionato Blancpain Sprint Series prevista dal 14 al 16 di Settembre.

Commenti
 
fonta 1 anno fa su tio
Caro Anzalu, non vale la pena prendersela. Che Lello corra con licenza italiana dispiace ma non per questo ne sminuisce le qualità e il valore. Da tre anni considerato dal VERO giornalismo sportivo ( quindi quello inglese ) tra i 50 migliori piloti al mondo. Lello non ha mai fatto rimonte epiche e sorpassi da capogiro. Ha vinto un vero mondiale di Formula 3, ha regolarmente guidato alcune F1 ( non a pagamento , ha terminato al 4. posto un mondiale GP2 e ora é in testa al "mondiale" GT, sia nella categoria SPRINT che in quella ENDURANCE. L'altro unico pilota VERO, ticinese, é Stefano Comini. Tutti gli altri sono conducenti a pagamento che esercitano il loro hobby. In Ticino molti giornalisti sono razzisti o hanno la coda di paglia!
centauro 1 anno fa su tio
@fonta Se corre con la licenza italiana sarà per contratti presi con il team con cui gareggia, almeno penso che sia circa questo motivo.
Anzalu 1 anno fa su tio
Bah io non capisco questi "no like" su un articolo dove dice che un Ticinese seppur corra con licenza italiana per ovvi motivi, ha vinto una gara. Sarà gelosia o la mancanza di articoli sulla Star del popolo Ticinese Alex Fontana, che spinge a mettere questi "no like".
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-25 06:30:58 | 91.208.130.85