Juventus
2
Lyon
1
fine
(1-1)
Manchester City
2
Real Madrid
1
fine
(1-1)
Keystone
FORMULA 1
02.12.2017 - 16:290
Aggiornamento : 19:55

F1, futuro senza Ferrari? «La minaccia è seria»

Sergio Marchionne, ad Arese, ha parlato chiaro alla presenza di Jean Todt (capo della FIA) e Chase Carey, presidente di Liberty Media: «C'è tempo fino al 2020 per trovare una soluzione»

ARESE (Italia) - A margine della conferenza stampa di presentazione dell'Alfa Romeo Sauber, Sergio Marchionne - presidente della Ferrari -, ha ribadito il rischio per la F1 di perdere il Cavallino Rampante dopo la fine del Patto della Concordia nel 2020.

Proprio alla presenza dei vertici della F1, Jean Todt capo della FIA e Chase Carey (presidente di Liberty Media, società che controlla il business della F1), Marchionne è stato chiaro: «Il dialogo è cominciato e continua a evolversi. Abbiamo tempo fino al 2020 per trovare una soluzione che sia di beneficio alla Ferrari. Un compromesso si deve trovare, ma una F1 in cui le vetture siano standardizzate e non riconoscibili da un punto di vista tecnologico non ci interessa. La minaccia di far uscire la Ferrari dalla F1 è seria, non nascondiamo i problemi».

Le parole di Marchionne rispondono anche a una recente intervista rilasciata proprio da Chase Carey, che aveva parlato di F1 come modello da cambiare. «Vogliamo competizione in pista, ma nell'ambito di una visione condivisa - aveva affermato Carey - Ci sono squadre che spendono mezzo miliardo di dollari senza generare alcun valore aggiunto per i tifosi. Ovviamente le differenze tra le monoposto resteranno, ma servono i giusti compromessi. Dobbiamo individuare e portare avanti iniziative sui costi, sui motori, sull'aerodinamica: è un'occasione per accrescere la competizione in pista e migliorare i conti».

 

SPORT: Risultati e classifiche

Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
GI 2 anni fa su tio
Faccio fatica ad immaginare una tale situazione....evidentemente la vorrebbero rendere ancora più noiosa....

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-07 23:51:44 | 91.208.130.89