Keystone
RUSSIA 2018
10.07.2018 - 10:000
Aggiornamento 14:30

Jan Vertonghen e la rivincita dei... "nerd"

La rete realizzata dal difensore belga contro il Giappone è risultata un record: mai nella coppa del mondo un gol era stato segnato di testa da una distanza così lunga

SAN PIETROBURGO (Russia) - A livello tecnico sono poche le Nazionali ad aver preso parte a Russia 2018 all’altezza del Belgio: Witsel, De Bruyne, Tielemans, Hazard, Mertens, Januzaj… tutta gente che con i piedi ci sa fare, eccome.

Quando però durante un’intervista dello scorso maggio a Dries Mertens è stato chiesto chi fosse il belga tecnicamente più dotato, l’attaccante del Napoli rispose che «a tutti viene naturale pensare ad Hazard. Io però rispondo che è Jan Vertonghen. È molto tecnico per essere un difensore, per di più così alto».

Certo, ripensando alla gara con il Giappone verrebbe da pensare tutt’altro, con quella lettura errata che è costata il vantaggio nipponico. Vertonghen ha comunque saputo farsi perdonare poco dopo, quando sotto di due reti ha segnato un “gollonzo” di testa che ha dato il via alla rimonta dei diavoli. Una marcatura tra l’altro da record: l’agenzia statistica “Opta” ha infatti rilevato che, con i suoi 18,6 metri di distanza dalla porta, si è trattata della rete di testa dalla distanza maggiore mai realizzata in un match di Coppa del Mondo (dal 1966, ovvero da quando esiste questa statistica).

Super Jan, come viene chiamato dagli amici, è un calciatore atipico fuori dal campo. Appassionato di ciclismo, prima di partire per gli ultimi Europei pubblicò su Twitter una fotografia di ciò che lui considerava “l’essenziale per Euro 2016”. Oltre a un paio di scarpini di riserva e al pc, a stupire furono un libro “impegnativo” come “Auschwitz - Ero il numero 220543” e soprattutto due giochi da tavolo.

Vertonghen è infatti un patito di puzzle e giochi di società e quando è in ritiro, tanto con la Nazionale quanto con il Tottenham, costringe i compagni di stanza a intense sessioni de “I coloni di Catan”...

Commenti
 
sergejville 2 mesi fa su tio
goal di testa voluto? mah...
Frankeat 2 mesi fa su tio
...costringe i compagni di stanza a intense sessioni de “I coloni di Catan”... Da qui l'espressione "ma che due coloni stare in stanza con Jan"
Potrebbe interessarti anche
Tags
vertonghen
jan
testa
distanza
jan vertonghen
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -  Cookie e pubblicità online  -  Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-09-25 07:46:18 | 91.208.130.87