WIN Jets
3
ANA Ducks
2
fine
(1-1 : 1-0 : 1-1)
VEGAS Knights
NY Rangers
01:00
 
CHI Blackhawks
ARI Coyotes
01:00
 
WIN Jets
NHL
3 - 2
fine
1-1
1-0
1-1
ANA Ducks
1-1
1-0
1-1
1-0 SCHEIFELE
9'
 
 
 
 
10'
1-1 SILFVERBERG
2-1 LOWRY
39'
 
 
 
 
49'
2-2 SHORE
3-2 SCHEIFELE
56'
 
 
9' 1-0 SCHEIFELE
SILFVERBERG 1-1 10'
39' 2-1 LOWRY
SHORE 2-2 49'
56' 3-2 SCHEIFELE
Ultimo aggiornamento: 09.12.2019 00:17
VEGAS Knights
NHL
0 - 0
01:00
NY Rangers
Ultimo aggiornamento: 09.12.2019 00:17
CHI Blackhawks
NHL
0 - 0
01:00
ARI Coyotes
Ultimo aggiornamento: 09.12.2019 00:17
Keystone
ULTIME NOTIZIE Sport
SERIE A
1 ora
Tre punti per il Milan a Bologna
Rossoneri vittoriosi al Dall'Ara per 3-2
STOP AND GO
2 ore
Punti e fiducia (rinnovata): avanti con Kapanen. Ambrì tra sorrisi e rimpianti
In una settimana delicata, quella dove si decidevano le sorti del coach, il Lugano ha raccolto 6 punti. Tante note positive per i biancoblù (e qualche problema in powerplay). Il Berna si è risvegliato
SCI ALPINO
2 ore
Tommy Ford... Gigante
A Beaver Creek lo statunitense ha vinto la sua prima gara di CdM davanti ai norvegesi Kristoffersen e Nestvold-Haugen. Nono Gino Caviezel
SCI ALPINO
3 ore
Gut-Behrami, altro boccone amaro. Corinne Suter sul podio
Il super G di Lake Louise è andato alla Rebensburg davanti all'italiana Delago e alla svittese. Solo 12esima la ticinese, attardata di 1''28
SCI ALPINO
5 ore
Ford comanda a Beaver Creek, out Odermatt
Lo statunitense è in testa dopo la prima manche del Gigante. Il migliore degli elvetici è Murisier, momentaneamente nono
BASKET
5 ore
Vince e convince il Massagno, cade il Lugano
Gli uomini di Gubitosa si sono imposti 91-77 sugli Starwings. Tigers ko sul parquet dello Swiss Central (107-102)
HCAP
5 ore
L’Ambrì mostra i muscoli e piega i Tori all’overtime
I biancoblù hanno superato 3-2 lo Zugo grazie ad una prova di sacrificio e carattere. Decisiva la rete di Zwerger al supplementare
SUPER LEAGUE
6 ore
San Gallo da sballo. Fanno la voce grossa anche Servette e Basilea
In trasferta i biancoverdi, terzi a -2 dalla capolista YB, hanno piegato 4-1 il Thun. I granata hanno liquidato lo Zurigo (5-0), mentre i renani hanno strapazzato il Sion (4-0)
SERIE A
7 ore
Balotelli rialza il Brescia
Importante successo esterno per gli uomini di Corini: SPAL sconfitta 1-0. Il Torino piega la Viola (2-1) e inguaia Montella. 2-2 tra Sassuolo e Cagliari
SERIE A
9 ore
Quattro gol e due espulsioni: pari pirotecnico al "Via del Mare"
Lecce e Genoa hanno impattato 2-2 nel lunch-match della 15esima giornata di Serie A
RUSSIA 2018
25.06.2018 - 21:050
Aggiornamento : 26.06.2018 - 09:18

Inghilterra pazza di gioia: «It’s coming home»

Trascinati dal capocannoniere del Mondiale Harry Kane, i Leoni stanno facendo sognare i propri tifosi. Da parte sua la Svezia fa i conti con la grossa occasione sciupata e difende Jimmy Durmaz

MOSCA (Russia) - Queste prime due giornate di Coppa del Mondo non hanno certo lesinato sulle sorprese. In negativo viene naturale pensare all’Argentina, la cui qualificazione è aggrappata a un filo, mentre se c’è una Nazionale che finora ha fatto anche più di quanto ci si potesse aspettare è sicuramente l’Inghilterra. Trascinati dal capocannoniere del Mondiale Harry Kane, i Leoni stanno facendo sognare i propri tifosi e sui social è tutto un proliferare di tweets e memes con lo slogan «It’s coming home», citazione dell’inno nel quale ci
si augurava che il calcio (in questo caso la Coppa del Mondo) tornasse nella sua terra d’origine.

Anche un tifoso d’eccezione come il cantante degli Oasis Liam Gallagher non ha resistito a twittarlo, mentre lo youtuber Chris Dixon ha scritto di essersi tatuato la frase sulla fronte (attendiamo riscontro fotografico).

Per un’Inghilterra che se la gode c’è una Svezia che deve fare i conti con la grossa occasione sciupata lo scorso sabato nel match con la Germania, vinto al 95’ dai tedeschi con la punizione di Kroos. I social hanno eletto a capro espiatorio della sconfitta il centrocampista Jimmy Durmaz, autore del fallo da cui è nato il 2-1. Il calciatore, di origine turca, è stato bombardato su Instagram da messaggi di insulti, alcuni anche di stampo razzista viste le sue origini. Una situazione intollerabile anche per la Federcalcio svedese, che ha realizzato un video diventato virale nel quale lo stesso Durmaz legge il seguente messaggio:

«Essere criticati fa parte dello sport, e va accettato. Ma non posso accettare di essere chiamato terrorista, nè le minacce di morte rivolte alla mia famiglia. Allo stesso tempo voglio ringraziare chi mi è stato vicino. Siamo la Svezia: siamo o non siamo uniti?», è la domanda dello svedese, che si gira poi verso i compagni che in coro urlano: «Vaffa... al razzismo!».

Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-09 00:17:44 | 91.208.130.85