keystone-sda.ch / STR (Samuel Golay)
+5
HCL
05.03.2021 - 22:090
Aggiornamento : 06.03.2021 - 09:01

Il Lugano stende il Berna fra le mura amiche

Alla Cornèr Arena la banda di Serge Pelletier si è imposta per 4-1 sulla compagine della Capitale.

All’orizzonte per i bianconeri i due derby consecutivi contro l'Ambrì.

di Redazione
Antonio Fontana

LUGANO - Il Lugano è riuscito a ritrovare il successo – dopo il passo falso commesso contro il Bienne – sconfiggendo gli Orsi 4-1. L’approccio alla gara della formazione bianconera è stato eccellente, infatti la vittoria è maturata nel primo periodo, terminato sul parziale di 3-0.

Per invertire la rotta dopo la sconfitta casalinga contro i Seelanders, coach Pelletier ha deciso di scambiare qualche pedina nello scacchiere offensivo, schierando Walker al centro e spostando Fazzini in linea con Lajunen e Suri. Inoltre tra le fila dei bianconeri sono tornati sul ghiaccio Schlegel e Traber, che hanno preso il posto rispettivamente di Zurkirchen e Romanenghi.

Il Lugano ha iniziato la serata con il piede giusto, rendendosi protagonista di un ottimo primo periodo che gli ha permesso di incanalare la partita sui binari giusti. Ad aprire le marcature è stato Jani Lajunen, che dopo poco meno di quattro minuti ha messo a segno il suo sesto centro stagionale. In seguito la truppa di Serge Pelletier ha mantenuto alta la pressione sugli Orsi, riuscendo così ad incrementare il vantaggio grazie al rigore trasformato da Fazzini (14’30”) e al gol di Boedker (19’43”).

Nel periodo centrale sul ghiaccio si è visto maggiore equilibrio, in quanto il Berna ha aumentato i giri del motore. Dopo qualche minuto di insistenza, gli Orsi sono riusciti a scardinare la retroguardia sottocenerina e ad accorciare le distanze in situazione di powerplay con il gol di Conacher (34’29”). Sul bastone di Tim Heed è poi capitata l’occasione per riportare la formazione ticinese in vantaggio di tre reti, ma la conclusione dello svedese si è stampata sul palo.

Come prevedibile, nell’ultimo terzo la compagine bernese ha tentato di aumentare ulteriormente il ritmo. Arcobello e soci sono però stati abili nel mantenere la compattezza e nel mettere a segno il colpo del ko non appena ne ha avuto l’occasione. Il gol del definitivo 4-1 è stato siglato da Walker, figlio di un’ottima giocata di Suri che prima ha recuperato il possesso e poi ha servito l’assist.

Adesso Sannitz e compagni saranno chiamati ad affrontare due consecutive trasferte alla Valascia, la prima delle quali in programma domenica (ore 19:45).

LUGANO – BERNA 4-1 (3-0; 0-1; 1-0)

Reti: 3’49” Lajunen (Fazzini, Suri) 1-0; 14’30” Fazzini 2-0; 19’43” Boedker 3-0; 34’29” Conacher (Andersson) 3-1; 55’16” Walker (Suri) 4-1.

LUGANO: Schlegel; Wellinger, Heed; Chiesa, Loeffel; Wolf, Nodari; Antonietti, Traber; Boedker, Arcobello, Bürgler; Suri, Lajunen, Fazzini; Bertaggia, Sannitz, Lammer; Haussener, Walker, Zangger.

Penalità: Lugano 5x2’; Berna 4x2’.

Note: Cornèr Arena, zero spettatori. Arbitri: Stricker, Altmann, Stolc, Wolf.

HOCKEY: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch / STR (Samuel Golay)
Guarda tutte le 9 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-25 14:17:15 | 91.208.130.86