Immobili
Veicoli

NATIONAL LEAGUEChi fermerà questo Lugano? Torna in pista anche l'Ambrì

12.02.21 - 13:39
Tre partite in quattro giorni per i bianconeri, mentre i leventinesi torneranno in pista domenica dopo tre settimane
keystone-sda.ch / STR (MARCEL BIERI)
Chi fermerà questo Lugano? Torna in pista anche l'Ambrì
Tre partite in quattro giorni per i bianconeri, mentre i leventinesi torneranno in pista domenica dopo tre settimane

LUGANO/AMBRÌ - Solido, pragmatico, concreto e soprattutto vincente. Attualmente il Lugano, che questa sera ospita il Friborgo alla Cornèr Arena, è nettamente la squadra più in forma del campionato e non sembra avere nessuna intenzione di fermarsi. Martedì a Langnau i ticinesi hanno centrato il settimo successo consecutivo, gestendo ancora una volta molto bene i momenti topici dell'incontro. Con il passare delle settimane Suri e compagni hanno acquisito quella maturità che solo chi ce l'ha può pensare di infilare un filotto di sette vittorie di fila.

Nonostante le tante incognite con cui ogni squadra deve confrontarsi quest'anno, Serge Pelletier – il cui futuro in bianconero è in forse soprattutto dopo le voci inerenti Chris McSorley – è riuscito a creare la giusta alchimia come meglio non poteva. La crescita di alcuni giocatori, su tutti quella di Boedker (tre gol nelle ultime due gare), è sotto gli occhi di tutti. 

Il Lugano ha davanti a sé un trittico mica da ridere, con tre gare in quattro giorni: in casa con Friborgo (venerdì) e Rapperswil (domenica) e in trasferta a Zugo (lunedì). 

Se il Lugano vola, un po’ più a Nord c’è un Ambrì fermo ai box da quasi tre settimane. Difficile dire che squadra ritroveremo domenica alla Valascia contro il Losanna. Senza dubbio la quarantena alla quale si sono dovuti sottoporre Müller e compagni, non andrà certo ad aiutare gli uomini di Luca Cereda. Non ci resta che attendere... 

COMMENTI
 
Evry 1 anno fa su tio
non starnazzare.... lacia tranquille le squadre e i giocatori, grazie
Nano10 1 anno fa su tio
Purtroppo Pelletier ha mentalità obsoleta e poco coraggio riguardo inserire e dare spazio hai giovani con talento e che dimostrano di meritarsi delle chance e giocare con regolarità
Evry 1 anno fa su tio
La colpa non è solo dell'Coach, ma i giovani vanno fatti rientrare da Biasca e inviare in cambio il 22, 27 e 38 subito. speriamoe auguri
Evry 1 anno fa su tio
Inoltre il 22 è il peggior difensore tra i più deboli di tutte le squadre, concretamente lasciate il posto ai giovani molto più attivi e capaci, lo stesso vale per l'attaccante 38. GRAZIE e auguri
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT