Immobili
Veicoli

HCLTroppo Zugo, Lugano costretto ad inchinarsi

15.01.21 - 22:11
I Tori hanno espugnato la Cornèr Arena con un netto 5-1.
Ti-press (Samuel Golay)
HCL
15.01.21 - 22:11
Troppo Zugo, Lugano costretto ad inchinarsi
I Tori hanno espugnato la Cornèr Arena con un netto 5-1.
La compagine sottocenerina non ha contenuto l’esuberanza dello Zugo, già in vantaggio di quattro gol dopo il primo tempo.

di Antonio Fontana

LUGANO - Il Lugano non è riuscito a tenere testa ad uno Zugo straripante, che non ha lasciato scampo agli avversari e ha conquistato una strameritata vittoria per 1-5. Tra le fila dei bianconeri hanno pesato le importanti assenze di Riva, Heed e Wolf – tutti e tre out per infortunio – la cui mancanza si è fatta sentire, e non poco, nel match contro la prima della classe.

Per la banda di Pelletier la serata non poteva partire in maniera peggiore. Lo Zugo è infatti sceso sul ghiaccio con il turbo, trovando la via del gol per ben quattro volte nel primo periodo.

Dopo appena 19 secondi i Tori erano già in vantaggio, grazie al punto messo a segno dal capitano Raphael Diaz. La squadra ospite si è rivelata spietata in fase offensiva, approfittando di ogni spazio concesso dalla retroguardia luganese. Nulla ha potuto Schlegel sulle conclusioni di Thorell (7’20”), Hofmann (10’38”) e Stadler (17’47”), che hanno portato il parziale sullo 0-4. 

La compagine bianconera ha cercato fin da subito una reazione, portandosi dalle parti di Genoni in più di un’occasione. Tuttavia un po’ per la scarsa lucidità e un po’ per la sfortuna (palo colpito da Fazzini sullo 0-2), Arcobello e compagni non sono stati capaci di diminuire il disavanzo.

All’alba del periodo centrale il Lugano ha poi trovato la via del gol, e così dopo diversi tentativi (tra cui un altro palo, stavolta di Bodker) è stato in grado di accorciare le distanze con Fazzini (1-4 al 30’54”). Le timide speranze di rimonta createsi sono però state spazzate via neanche un minuto dopo, quando Diaz ha firmato il punto del definitivo 1-5 (31’33”). 

Nell’ultimo terzo la compagine sottocenerina si è limitata a contenere i danni ed evitare di subire un’eccessiva goleada, che di certo non avrebbe fatto bene al morale.

La truppa di Pelletier rimane così bloccata a 36 punti in classifica, mantenendo il sesto posto. Nel prossimo turno (domenica, ore 15:45) i bianconeri giocheranno nuovamente alla Cornèr Arena, dove è atteso il Davos.

LUGANO - ZUGO 1-5 (0-4; 1-1; 0-0)

Reti: 0’19” Diaz (Zehnder) 0-1; 7’20” Thorell (Geisser, Leuenberger) 0-2; 10’38” Hofmann (Kovar, Schlumpf) 0-3; 17’47” Stadler (Yannick-Lennart) 0-4; 30’54” Fazzini 1-4; 31’33” Diaz 1-5.

LUGANO: Schlegel (Fatton); Wellinger, Loeffel; Nodari, Chiesa; Ugazzi, Antonietti; Romanenghi, Villa; Bodker, Arcobello, Bürgler; Suri, Lajunen, Walker; Bertaggia, Herburger, Fazzini; Morini, Sannitz, Lammer.

Penalità: Lugano 6x2’; Zugo 4x2’.

Note: Cornèr Arena, zero spettatori. Arbitri: Wiegand, Salonen, Burgy, Steenstra.

COMMENTI
 
Evry 1 anno fa su tio
HCL prestazione vergognosa, in particolare il 22 e 27 giocano senza alcuna visione di gioco e senza la minima intuizione, da migliorare , grazie e auguri
Evry 1 anno fa su tio
lo Zugo a travolto con velocità e insistenza organizzata il nostro Lugano confuso e fisicamente non all'altezza dell'avversario, fö la paia giovanotti, auguri e avanti tutta
Evry 1 anno fa su tio
primo tempo inguardabile e prestazione vergognosa !! difesa disastrata a parte i due giovani, il 22 e il 27 confusi senza visione e interpretazione del giuoco, falli evitabili. Si sono laqsciati piegare dall'avversarion come un filo d'erba, Certi giocatori devo capire che gli abbonati pagano per vedere a giocare all'Hockey e non vedere certe scenate. Caro Coach stringere le viti ed esigere il giusto, avanti tuitta e augiri
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT