COB Jackets
1
OTT Senators
1
1. tempo
(1-1)
COB Jackets
NHL
1 - 1
1. tempo
1-1
OTT Senators
1-1
1-0 FOLIGNO
5'
 
 
 
 
11'
1-1 BROWN
5' 1-0 FOLIGNO
BROWN 1-1 11'
Ultimo aggiornamento: 25.02.2020 01:26
keystone-sda.ch / STR (SAMUEL GOLAY)
+ 12
ULTIME NOTIZIE Sport
LOS ANGELES
3 ore
Lo schianto mortale per negligenza, la vedova di Kobe Bryant va in tribunale
Durante la celebrazione per marito e figlia, Vanessa Laine ha ammesso di aver fatto causa alla società di trasporto
MERCATO
4 ore
Dzemaili in fuga dalla Cina: futuro al Benevento?
La promozione dei campani nella massima serie è vicinissima: il primo rinforzo potrebbe essere proprio l'elvetico
NAZIONALE
7 ore
Petkovic: è rinnovo
Ormai sembra certo: il selezionatore elvetico piloterà la Svizzera almeno fino al 2022
TENNIS
7 ore
Bencic e Kenin avanzano
Esordio vincente a Doha per la sangallese, che in coppia con la statunitense ha superato 6-4, 7-6(5) il duo Barty/Schuur
HCAP
9 ore
Ambrì ultima fermata della carriera di Upshall
Il canadese, reduce da un'esperienza alla Valascia, ha deciso di appendere i pattini al chiodo
MOTOMONDIALE
10 ore
Honda in "crisi"? I Marquez: «Non siamo contenti»
A meno di due settimane dal via del Mondiale Marc e Alex non stanno certo brillando
SUPER LEAGUE
13 ore
Il Lugano non riesce a vincere due partite di fila
I bianconeri hanno pareggiato 0-0 in casa contro il Sion dopo aver liquidato sette giorni fa l'YB 2-1
HCAP - L'ANALISI
15 ore
L'Ambrì lotta, ma perde sempre di pochissimo
I biancoblù stanno facendo fatica in fase offensiva e dopo questo fine settimana hanno dovuto salutare i playoff
HCL - L'ANALISI
18 ore
Lugano: 12 reti incassate in due match e playoff (seriamente) a rischio
I bianconeri hanno steccato nel momento più importante della loro stagione
SUPER LEAGUE
1 gior
«Punto buono con qualche rammarico»
Maurizio Jacobacci si tiene stretto il pari con il Sion: «Contento di Janga e Covilo»
STOP AND GO
26.01.2020 - 23:000
Aggiornamento : 27.01.2020 - 09:08

Gli artigli dell'Ambrì, i garretti del Lugano, il pianto del Langnau

I biancoblù non mollano, i bianconeri sono (forse) definitivamente ripartiti. I bernesi invece hanno infilato un filotto negativo

AMBRÌ/LUGANO - Il non voler mollare dell'Ambrì e la netta accelerazione del Lugano. Ma non solo: anche la brusca frenata del Langnau. La settimana di hockey ha regalato spunti interessanti. E, se possibile, reso ancor più caotica la classifica di National League, dove solo le prime quattro e l'ultima possono - forse - dirsi certe del loro futuro.

HCAP – Semaforo giallo. Più forti dei guai. Infortuni e decisioni degli arbitri – più i primi che le seconde – hanno pesantemente condizionato la stagione dell'Ambrì. I biancoblù stanno correndo al ritmo che si pensava potessero tenere a inizio anno, è vero; con le prestazioni e un gioco corale che pochi altri hanno, in Leventina hanno tuttavia provato che avrebbero potuto ottenere di più. Se, appunto, i contrattempi non si fossero ripetuti, accavallati. Forse sfumato il sogno playoff (anche se l'aritmetica dice altro), i sopracenerini hanno però mostrato di non aver perso concentrazione e voglia di battersi. I contestati rovesci incassati a Bienne e Friborgo sono stati “azzerati” dal pesantissimo successo centrato sul Langnau, che ha reso ancora più ingarbugliata la situazione nella parte bassa della graduatoria. Novotny è tornato e ha cominciato a lasciare il segno in powerplay. E questo è un bene; se anche la Dea bendata cominciasse a considerare i biancoblù...

HCL – Semaforo verde. Muro bianconero. Il tour de force che sta "attraversando" il Lugano contava quattro trasferte tremende. I bianconeri erano attesi – in sequenza - a Ginevra, Zurigo, Zugo e Bienne. Le prime tre sono state archiviate con nove punti. La quarta, che arriverà a inizio del nuovo mese (dopo aver ospitato il Davos alla Cornèr Arena), sarà affrontata con una sicurezza e una positività sconosciute fino a qualche settimana fa. Nel periodo che avrebbe potuto affossare le loro ambizioni, Chiesa e compagni hanno infatti saputo accelerare, tornando prepotentemente in corsa per un posto nei playoff. Merito, questo, di una condotta di gioco saggia. Preso atto che i problemi a livello offensivo saranno difficilmente risolvibili da qui a primavera, ecco che Serge Pelletier ha intelligentemente deciso di sposare un hockey “copertissimo”. Trovato un gruppo capace di seguire le sue indicazioni, il coach ha scelto di azzerare gli spazi davanti agli ottimi Schlegel e Zurkirchen. Anche a costo di perdere ulteriormente in pericolosità offensiva. Risultato? Nelle ultime cinque partite, compresa quella disgraziata contro il Langnau, il Lugano ha subito 5 gol e fatto 12 punti...

NATIONAL LEAGUE – Semaforo rosso. Langnau. Una settimana, nerissima, e il Langnau ha bruciato un lavoro certosino di mesi. Le sconfitte incassate a Zugo, con il Losanna e ad Ambrì hanno infatti reso precaria la situazione dei bernesi, fino allo scorso weekend dati molto vicini alla conquista di un posto nei playoff e ora, invece, costretti anche a “gufare” qualche rivale. Storicamente poco spettacolare ma contemporaneamente rude e efficace, negli ultimi giorni la truppa di Heinz Ehlers si è riscoperta vulnerabile. Si è fatta recuperare dai Tori, quando pareva essere padrona della situazione, ha bucato la sfida ai Leoni vodesi e non è stata né concreta né attenta alla Valascia. Niente è definitivamente compromesso, questo è evidente; per evitare uno degli ultimi quattro posti della classifica, il Langnau deve in ogni caso riuscire a ritrovare la solidità smarrita. Pesonen e compagni segnano poco; se, anche, continueranno a subire più gol del dovuto...

keystone-sda.ch (URS FLUEELER)
Guarda tutte le 16 immagini
Commenti
 
GI 4 sett fa su tio
Brave ambedue: una senza via d'uscita, l'altra a dimostrazione delle proprie qualità !
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-25 01:41:27 | 91.208.130.89