Milan
1
Udinese
1
2. tempo
(0-1)
Milan
SERIE A
1 - 1
2. tempo
0-1
Udinese
0-1
 
 
6'
0-1 LARSEN JENS
 
 
27'
SEMA KEN
BENNACER ISMAEL
40'
 
 
1-1 REBIC ANTE
48'
 
 
LARSEN JENS 0-1 6'
SEMA KEN 27'
40' BENNACER ISMAEL
48' 1-1 REBIC ANTE
Venue: San Siro.
Turf: Desso GrassMaster (Surface composed of natural grass combined with artificial fibres).
Capacity: 80,018.
History: 39W-33D-17W.
Goals: 150-87.
Age: 26,3-26,6.
Sidelined Players: AC MILAN - Lucas Biglia (Muscle), Gianluigi Donnarumma (Contracture), Ricardo Rodru00edguez (Hip flexor), Leo Duarte (Ankle).
UDINESE - Samir (Meniscal).
VAR Video Referee.
Ultimo aggiornamento: 19.01.2020 13:40
keystone-sda.ch / STR (MARCEL BIERI)
+ 7
ULTIME NOTIZIE Sport
SCI ALPINO
20 min
Sorpresa al Sestriere, trionfa Clara Direz. Svizzere a bocca asciutta
Prima vittoria in carriera per la francese, che in finale ha battuto Elisa Mörzinger. Aline Danioth, dopo aver eliminato la Vlhova, è caduta rovinosamente: si teme un serio infortunio
SCI ALPINO
2 ore
Noël comanda a Wengen, Zenhäusern in agguato
Il francese ha stabilito il miglior tempo nella prima manche dello Slalom. Lontano Daniel Yule, che per ora è solo 12esimo (+1"48)
MOTOGP
2 ore
C'è fretta, Iannone "giustiziato" già lunedì
Sospeso per doping, il pilota italiano dovrebbe conoscere a inizio della prossima settimana il suo destino. Rischia fino a quattro anni di stop
SWISS LEAGUE
3 ore
Due turni di stop per Curtis Gass
Il difensore dei Rockets dovrà anche pagare un'ammenda di 850 franchi in seguito al suo intervento su Anthony Staiger (Ajoie). Friborgo: procedura contro Sprunger
MERCATO
5 ore
Lo Shaqiri tradito si concede un flirt italiano
Poco utilizzato dal Liverpool, l'attaccante rossocrociato potrebbe presto diventare un giocatore della Roma
SERIE A
14 ore
Disastro Napoli, per Gattuso è notte fonda
Terza sconfitta consecutiva per i partenopei, caduti 0-2 in casa contro la Fiorentina
NATIONAL LEAGUE
15 ore
Langnau da non credere, Berna continuo, Friborgo nei guai
Weekend da sei punti per la truppa di Ehlers, che dopo il Lugano ha trafitto pure lo Zugo. Terzo successo consecutivo per gli Orsi, che hanno messo i Dragoni a rischio “eliminazione”
HCAP
15 ore
Flynn guida l’Ambrì alla vittoria, Bienne piegato al supplementare
La doppietta dell’americano – insieme all’energia di un grande Trisconi – ha permesso ai leventinesi di cogliere una vittoria fondamentale. 5-4 il risultato dopo i prolungamenti
HCL
15 ore
Cucinato lo Zurigo, il Lugano si rialza subito
Reduci dalla dolorosa sconfitta interna contro il Langnau, i bianconeri si sono riscattati battendo 2-1 i Lions all'Hallenstadion
SERIE A
17 ore
Boga e Berardi matano il Toro
In svantaggio per effetto del gol di Rincon, il Sassuolo si è preso i tre punti contro i granata grazie a due reti nell'ultima mezz'ora
STOP AND GO
08.12.2019 - 22:050
Aggiornamento : 09.12.2019 - 09:39

Punti e fiducia (rinnovata): avanti con Kapanen. Ambrì tra sorrisi e rimpianti

In una settimana delicata, quella dove si decidevano le sorti del coach, il Lugano ha raccolto 6 punti. Tante note positive per i biancoblù (e qualche problema in powerplay). Il Berna si è risvegliato

LUGANO/AMBRÌ - Respira il Lugano di Kapanen, sorride (almeno a metà) l'Ambrì di Cereda: la settimana di National League ha visto i bianconeri scendere in pista per 3 volte, mentre i biancoblù hanno consumato un unico impegno. Quelli del Lugano, delicatissimi, hanno detto che il gruppo sta con l'head coach finlandese, confermato al suo posto dopo l'attenta riflessione della società. Nella classifica - sempre molto corta dal settimo posto in giù - i bianconeri sono decimi con 34 punti, mentre i leventinesi sono ultimi con 29, a soli 6 punti dall'ottavo posto.

HCAP – Semaforo giallo. Attitudine perfetta, qualche rimpianto. 
Tornati in pista dopo 8 giorni di pausa, gli uomini di Cereda hanno sfoderato una prestazione davvero convincente contro lo Zugo di Tangnes. La grinta, l'attitudine e lo spirito di sacrificio non hanno però portato la posta piena all'Ambrì, costretto ad "accontentarsi" di un successo all'overtime. Poco male, ma c'è qualche rimpianto soprattutto per le troppe superiorità numeriche non sfruttate. Positivo il ritorno al gol di Sabolic (appena rientrato da un infortunio). Saranno invece da valutare le condizioni di Conz, con la sfortuna che, a livello d'infermeria, non intende proprio mollare i biancoblù.

HCL – Semaforo giallo. Avanti (tutti) insieme. 
Nessun ribaltone, avanti uniti e con Kapanen al timone. Nella sua settimana più delicata, quella dove si decidevano le sorti dell'allenatore finlandese, il Lugano si è finalmente ricompattato e ha saputo cogliere due vittorie fondamentali. Orgoglio, fame e una buona dose di carattere hanno permesso ai bianconeri di conquistare 6 punti (sui 9 disponibili). Diversi buoni segnali già alla BCF Arena (vittoria sul Friborgo), poi il ko di misura a Langnau dove Chiesa e compagni hanno però colpito anche 5 ferri. Confermata la fiducia in Kapanen, sabato c'è stato il bel successo sulla capolista Zurigo, col Lugano che ha dimostrato di avere i mezzi per poter battere qualsiasi squadra. Ora però è assolutamente vietato abbassare la guardia e cadere nei "vecchi" vizi: da dopo la sosta per la Nazionale ci si attendono altre importanti conferme.

NATIONAL LEAGUE – Semaforo verde. Il risveglio dell'Orso.
Ritrovatosi sotto la riga tra incertezze e difficoltà, il Berna - eliminato anche dalla Coppa Svizzera e dalla CHL sul finire di un mese di novembre davvero complicato -, non ha panicato ed è andato avanti per la sua strada. Ingaggiato Karhunen per dare maggior sicurezza tra i pali, gli Orsi si sono risvegliati dando il La ad una serie positiva (per il finnico 4 presenze, 92.8% di parate). Tre vittorie piene nell'ultima settimana - di cui due in trasferta - hanno rilanciato le quotazioni dei campioni svizzeri, che ora hanno agganciato il Friborgo all'ottavo posto. Per coach Jalonen segnali incoraggianti.

keystone-sda.ch (PETER KLAUNZER)
Guarda tutte le 11 immagini
Commenti
 
sergejville 1 mese fa su tio
kapanen , ha fatto giocare bene la squadra per tutto ottobre, e fatto rinascere Romanenghi, Jecker, Haussener e Fazzini. Oltre a ciò, ovviamente anche con errori commessi (come tutti) ha mantenuto, malgrado le sconfitte e le critiche, uno stile ed una calma da vero signore. Nonché uno spogliatoio unito, dando ghiaccio a tutti. E' un uomo di hockey che potrà fare una bella carriera come coach. Speriamo la faccia a Lugano. Malgrado un ambiente difficile (causato da certi tifosi e da un giornalismo con poca cultura sportiva e senso critico molto.... scandalistico) Kapanen non ha mai perso la bussola.
Mat78 1 mese fa su tio
@sergejville Concordo in pieno per quanto hai detto su Kapanen e Nyman, su tifosi e giornalisti assolutamente no. La situazione attuale è principalmente colpa della dirigenza e delle scelte fatte (o lasciate fare) negli ultimi anni. per fortuna adesso c'è RH, ma la dirigenza deve fare un salto di qualità manageriale e di leadership, affidandosi a presone competenti e coraggiose, in grado riassumersi le proprio responsabilità. Il Lugano ha bisogno di più gente come Domenichelli e meno gente inutile come Werder, Naeser ed Aeschlimann...
Mat78 1 mese fa su tio
@Mat78 Sopra intendevo HD non RH ovviamente
GI 1 mese fa su tio
Bravo Lügan.....ma giochiamo con uno straniero "a metà servizio".....eppure la partenza di Spooner avrebbe dovuto dargli quella carica necessaria.....peccato poiché a rimetterci sarà solo lui.....Linus forza non lasciarti andare, abbiamo sempre bisogno di tue "invenzioni" !!
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-19 13:45:12 | 91.208.130.89