Torino
2
Genoa
0
1. tempo
(2-0)
Langnau
Lugano
19:45
 
Lakers
Friborgo
19:45
 
Davos
Ginevra
19:45
 
Ambrì
Zurigo
19:45
 
Zugo
Berna
19:45
 
Visp
Langenthal
19:45
 
Kloten
La Chaux de Fonds
19:45
 
Ticino Rockets
Turgovia
20:00
 
GCK Lions
Zugo Academy
20:00
 
Winterthur
Sierre
20:00
 
Torino
2
Genoa
0
1. tempo
(2-0)
Langnau
Lugano
19:45
 
Lakers
Friborgo
19:45
 
Davos
Ginevra
19:45
 
Ambrì
Zurigo
19:45
 
Zugo
Berna
19:45
 
Visp
Langenthal
19:45
 
Kloten
La Chaux de Fonds
19:45
 
Ticino Rockets
Turgovia
20:00
 
GCK Lions
Zugo Academy
20:00
 
Winterthur
Sierre
20:00
 
Keystone (foto d'archivio)
+14
HCL
21.11.2019 - 09:000
Aggiornamento : 21:25

«Il mio Lugano era in crisi, non questo»

Penultimo ma combattivo, sul ghiaccio della Cornèr Arena il Rapperswil non baderà troppo ai bianconeri: «A noi interessa poco come sta il nostro avversario»

LUGANO – Un gioco ultimamente fattosi lento e macchinoso e un attacco ultimamente fattosi sterile hanno costretto il Lugano a rallentare parecchio. Usciti con sorprendente rapidità dai blocchi di partenza, i bianconeri hanno così via via perso slancio e sicurezze, finendo con il farsi recuperare (e superare) da molti avversari. Ora, dopo sei sconfitte consecutive, sono ottavi della graduatoria a pari punti con Friborgo e Berna e già piuttosto lontani dalle altre rivali. Sono quindi una squadra “comoda” da affrontare.

«Non credo proprio – ci ha interrotti Jannick Steinmann, direttore sportivo di quel Rapperswil che sarà di scena alla Cornèr Arena venerdì – il Lugano non può certo essere considerato un buon avversario da sfidare. In nessuna condizione».

Steinmann era sul ghiaccio, vestito di bianconero, durante una delle ultime crisi dei sottocenerini. Quella del 2015/16, quando in panca sedeva Patrick Fischer.
«Ricordo bene quel campionato, come potrebbe essere altrimenti? Eravamo ultimi della classifica dopo una quindicina di match (con 16 punti fatti, ndr). Nulla è girato per il verso giusto fino al cambio di coach. Quella squadra era in crisi, non certo questa. Questa sta solo attraversando un periodo difficile. Di quelli che, prima o poi, toccano a tutti. Non si può dubitare del suo valore».

Certo che sfidare la truppa di Kapanen ora piuttosto che quando è in piena fiducia...
«Ma a noi interessa poco come sta il nostro avversario. O almeno, dovrebbe importarci poco. Anzi nulla. Siamo molto cresciuti rispetto allo scorso anno ma ancora molto dobbiamo progredire. L'unica nostra preoccupazione, sera dopo sera, è quella di dare il 120%. Solo così possiamo pensare di competere con le realtà ambiziose di questa Lega».

Testa bassa e pedalare, anzi pattinare?
«Esatto. Badiamo solo a quel che possiamo controllare. Il resto sarebbe solo uno spreco inutile di energie».

HOCKEY: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch/ (SALVATORE DI NOLFI)
Guarda tutte le 18 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
fakocer 1 anno fa su tio
Riuscirà il buon Rapperswil a far superare il record di Mc Namara di 6 randellate? Kapanen dixit: in questo campionato ci sarà da divertirsi...
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-22 19:35:16 | 91.208.130.85