keystone-sda.ch/ (Davide Agosta)
+ 5
ULTIME NOTIZIE Sport
FORMULA 1
23 min
«Vettel ferito»
Jacques Villeneuve ha tirato le orecchie alla Ferrari, poco chiara con Leclerc e per questo indirettamente colpevole della crisi del tedesco: «Non so cosa farà ora Mattia Binotto»
NATIONAL LEAGUE
1 ora
Carica a Jörg: tre turni (e 5'300 franchi di multa) a Maxim Noreau
Il 32enne canadese dello Zurigo è stato sanzionato per la carica alla testa portata nei confronti dell'attaccante bianconero
MAGADINO
2 ore
Mini-camp gratuito per la tecnica individuale
Il Team Allievi del presidente Franco Camaidoni promuoverà tre giorni insieme a Marco Capparella e il K7
NATIONAL LEAGUE
3 ore
Kessler, Bienne-Davos andata e ritorno
Terminato il prestito al Bienne, il 23enne attaccante tornerà a giocare per Christian Wohlwend. Da maggio e per 2 anni sarà però a tutti gli effetti padrone di casa alla Tissot Arena
HCAP
3 ore
Conz fuori fino al 2020
Procuratosi uno stiramento all'adduttore, il portiere dell'Ambrì rimarrà ai box per tre-quattro settimane
SWISS LEAGUE
4 ore
Lemm appende i pattini al chiodo
Il 35enne attaccante del Kloten chiuderà la carriera al termine della corrente stagione
HCAP
4 ore
Avvicinarsi alla linea: questo l'obiettivo dell'Ambrì a Davos
Questa sera la squadra di Luca Cereda sarà impegnata nei Grigioni per dar seguito al bel successo di domenica sullo Zugo
LNAH
7 ore
Laporte nella Lega dei “cattivi”: «Una volta era peggio della boxe»
Dopo oltre trent’anni in Europa - da giocatore prima, da allenatore poi -, l'head coach è tornato in Canada e guida i Rivière-du-Loup 3L: «Un grande cambiamento, ma c'è una buona qualità di vita»
UDINE
16 ore
«Il cuore dice Svizzera, ma faccio anche il tifo perché l'Italia vinca l'Europeo»
L’addio al Sion e la ricerca di una nuova sfida, Valon Behrami si racconta: «Ora sono a Udine e mi sto allenando. Voglio un club dove poter lavorare, l’importante è un progetto vero»
HCL
18 ore
Niklas Schlegel in arrivo a Lugano?
L'attuale portiere del Berna potrebbe affiancare Zurkirchen per il prosieguo di campionato
SERIE B
20 ore
Tramezzani per risollevare il Livorno
L'ex tecnico del Lugano ripartirà dalla B italiana e sostituirà l'esonerato Roberto Breda
NATIONAL LEAGUE
21 ore
Friborgo, Kamerzin rinnova
Il difensore 31enne ha esteso il suo contratto con i Dragoni fino al 2022
NAZIONALE
21 ore
Karrer prende il posto di Guerra
Nazionale: il difensore del Ginevra sostituirà il ticinese alla Natur Energie Challenge
NAZIONALE
23 ore
Euro 2020, Svizzera in ritiro a Bad Ragaz. Dopodiché Baku e campo base a Roma
Prende forma il programma dei rossocrociati. Già in agenda anche due amichevoli, contro Germania (31 maggio) e Liechtenstein (4 giugno)
HCL
16.11.2019 - 21:540
Aggiornamento : 17.11.2019 - 12:48

Il Lugano piange ancora

Velocemente avanti con Sannitz, alla Cornèr Arena i bianconeri – alla quinta sconfitta consecutiva - si sono fatti riprendere e superare dal Langnau, che si è imposto 2-1

LUGANO – Nuova dolorosissima sconfitta, la quinta consecutiva, per il Lugano, caduto 1-2 alla Corner Arena contro il Langnau. Chiesa e soci, che pure erano passati in vantaggio con Sannitz, sono ora ottavi della classifica a pari punti con il Friborgo e il Berna.

Subito incisivi in pista, decisi a prendere il comando delle operazioni e, soprattutto, a evitarsi ogni tipo di problema, i bianconeri hanno inizialmente sorpreso gli ospiti con ritmo e pressione. E subito – o quasi – sono passati con Sannitz che, ben servito da Bürgler, al 5' ha freddato Punnenovs. Il vantaggio ha dato fiducia alla truppa di coach Kapanen, che non è tuttavia riuscita a concretizzare la supremazia e la grande mole di gioco prodotta. L'ottima difesa bernese e qualche imprecisione di troppo (fuori Huguenin e Berger, è stato sprecato un minuto in 5 contro 3) hanno tuttavia frenato i ticinesi, che sono arrivati al 20' senza più passare.

La sfida è proseguita sugli stessi binari pure nella prima parte del secondo terzo. I sottocenerini hanno attaccato (altra superiorità mandata in fumo tra il 22' e il 24'), il Langnau ha difeso attivamente, non disdegnando sortite dalle parti di Zurkirchen. Accortisi della loro efficacia, con il passare dei minuti i ragazzi di coach Heinz Ehlers hanno poi cominciato a osare di più, a spingere. La loro intraprendenza è stata premiata al 36', quando Berger ha piazzato la zampata, griffando un 1-1 che ha poi retto fino alla sirena.

Vistisi premiati dal punteggio e capito di aver di fronte un avversario perfettibile in attacco, i Tigers non hanno cambiato la loro tattica neppure nel terzo tempo. Corti, raccolti, attenti e spigolosi, hanno permesso al Lugano di gestire il disco, ma si sono contemporaneamente concessi il lusso di ripartire e graffiare. E così facendo hanno trovato, al 52', grazie a un guizzo estemporaneo di Pesonen, il gol del pesantissimo 1-2. Spalle al muro, a quel punto i ticinesi hanno cercato di aumentare il ritmo e la pressione sui rivali. La loro spinta si è fatta sentire ma non ha prodotto i risultati sperati. Seppur con qualche affanno, infatti, il Langnau è riuscito a chiudere la sua porta fino alla sirena, mettendo le mani su tre punti pensantissimi e facendo ufficialmente scattare la crisi bianconera.

LUGANO-LANGNAU 1-2 (1-0, 0-1, 0-1)
Reti: 4'59” Sannitz (Bürgler) 1-0; 35'59” Berger (Pesonen) 1-1; 51'54” Pesonen 1-2.
LUGANO: Zurkirchen; Chornez, Postma; Riva, Chiesa; Vauclair, Loeffel; Wellinger, Jecker; Klasen, Lajunen, Fazzini; Bertaggia, Sannitz, Bürgler; Suri, Romanenghi, Lammer; Jörg, Haussener, Zangger.
Penalità: Langnau 3x2'.
Note: Cornèr Arena, 5'963 spettatori. Arbitri: Salonen, Hungerbühler, Fuchs, Ambrosetti.

keystone-sda.ch/ (Davide Agosta)
Guarda tutte le 9 immagini
Commenti
 
Clinton 3 sett fa su tio
Io é un pezzo che non mi faccio più prendere per i fondelli e alla resega non mi beccano più !
Zarco 3 sett fa su tio
@Clinton Beh , meglio alla pista ....che tante altre scelte! Poi , l’importante non esserne succubi !
bobà 3 sett fa su tio
@Clinton così facendo non aiuti la squadra in questo difficile momento!
Evry 3 sett fa su tio
Nessuna sorpresa, anzi chiara dimostrazione che il gioco di squadra non esiste, troppi giocatori individualisti e fisicamente impreparati, iniziando da Suri il quale proprio e un buono a nulla. L'allenatorte troppo tittubante e indeciso, chiama un Time-Out a due minuti dalla fine per pretendere che certi Galli-Polli facciano le uova. Vergogna su tutta la linea !!!!! Ci sono troppi giocatori che dimostrano di copiare le caratteristiche dei parassiti e brocchi. Paghiamo ancora molte sono ancora le conseguenze del Ex-DS Kultura del Laworo... È ora di dare qualcosa al pubblico che vi ha sempre sostenuti e di dimostrare che meritate lo stipendio, NON SIAMO MICA A BIASCA !!!!!!
Zarco 3 sett fa su tio
@Evry Tutti , compreso io.....siamo allenatori! Però , sul fatto che Kapanen deve anche uscire dalla sua incrollabile supponenza, mi sembra lampante! Ora , non mi può dire che la squadra gira e la stabilità con due difensori stranieri ci vuole ....poi 5 stranieri devi saperli gestire, non mi sembra 28 x 4 posti!!!!!
Arrosto72 3 sett fa su tio
Ecco che gli stranieri sono tornati al loro ruolo di spettatori, una volta eliminata la concorrenza...
Stefano Casalinuovo 3 sett fa su fb
Cambiano giocatori, ds, dirigenti, allenatori, ma facciamo sempre pena. Mah
fakocer 3 sett fa su tio
Siamo solo all'inizio. C'è la base e la sostanza. Chiaro che ora gli allenamenti sono finiti e ogni settimana sono 2 partite: il motore deve entrare in temperatura. L'importante è che alla fine questi punti non manchino.
Zarco 3 sett fa su tio
@fakocer Beh , sempre difeso e ci mancherebbe altro ...però , non tanto le sconfitte , ma il modo di fare cocciuto di Kapanen mi irrita
Zarco 3 sett fa su tio
@fakocer Il 58 e’ in una fase di forma oscena ! Eppure su chi insiste anche alla fine Kapanen ?????sul 58; beh ....riflettere
Paola Nelly Dellagiovanna Morandi 3 sett fa su fb
Ma noi quando segnano?
polonord 3 sett fa su tio
E adesso cosa si aspetta per cambiare questo atteggiamento negativo di tutti questi strapagati. I tifosi sono stufi di essere presi in giro. Bisogna assolutamente reagire.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-10 15:00:45 | 91.208.130.86