keystone-sda.ch/ (Davide Agosta)
+5
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
TOKYO 2020
49 min
Marziano Warholm, record spaziale
Abbattuto il muro dei 46”, il norvegese si è preso l’oro olimpico
LIVE TV
TOKYO 2020
2 ore
Svizzera, è (quasi) sempre Natale
Rossocrociati ancora in evidenza. E un'altra medaglia potrebbe essere in arrivo
LIVE-TICKER
TOKYO 2020
LIVE
Bottino ricchissimo e può ancora crescere
Heidrich/Vergé-Dépré in semifinale. Incredibile record di Warholm, aspettando Mujinga...
SERIE A
8 ore
Ronaldo, addio Juve?
Dalla Spagna sganciano la bomba: CR7 vorrebbe fare le valigie al più presto. Intanto Chiellini rinnova fino al 2023.
SUPER LEAGUE
11 ore
Risposte e fiducia, un successo che vale più di 3 punti
Battuto all'esordio, il Lugano di Braga si è riscattato sbancando lo Stade de Genève. Decisive due fiammate.
NATIONAL LEAGUE
14 ore
Zangger al Rapperswil
L'attaccante è reduce da due stagioni a Lugano
TOKYO 2020
15 ore
Bentornati campioni!
Il ritorno degli eroi di Tokyo, compreso Noè Ponti capace di regalarci uno splendido bronzo nei 100 metri delfino.
TOKYO 2020
16 ore
Il ticinese Petrucciani saluta i Giochi con un ottimo risultato
Il 21enne ha colto la 14esima posizione assoluta, la terza fra gli atleti europei.
HCL
17 ore
A Lugano è iniziata l'era McSorley
Questa mattina i bianconeri hanno svolto la prima seduta sul ghiaccio, agli ordini del nuovo coach
TOKYO 2020
17 ore
Mujinga Kambundji ce l'ha fatta: l'elvetica vola in finale
L'atleta rossocrociata ha nuovamente uguagliato il proprio record nei 200m.
FC LUGANO
18 ore
Lugano (di nuovo) vicino alla cessione?
Il presidente bianconero potrebbe cedere il testimone a un imprenditore americano, già attivo nella Major Soccer League
NATIONAL LEAGUE
18 ore
Simon Knak per due anni a Davos
Il talento 19enne si farà le ossa in National League
NAZIONALE
20 ore
«Il sostituto di Petkovic? Questa settimana i colloqui»
Pier Tami ha espresso quelli che saranno i prossimi passi nella ricerca del nuovo coach: «Ricevute tante candidature».
HCL
16.11.2019 - 21:540
Aggiornamento : 17.11.2019 - 12:48

Il Lugano piange ancora

Velocemente avanti con Sannitz, alla Cornèr Arena i bianconeri – alla quinta sconfitta consecutiva - si sono fatti riprendere e superare dal Langnau, che si è imposto 2-1

LUGANO – Nuova dolorosissima sconfitta, la quinta consecutiva, per il Lugano, caduto 1-2 alla Corner Arena contro il Langnau. Chiesa e soci, che pure erano passati in vantaggio con Sannitz, sono ora ottavi della classifica a pari punti con il Friborgo e il Berna.

Subito incisivi in pista, decisi a prendere il comando delle operazioni e, soprattutto, a evitarsi ogni tipo di problema, i bianconeri hanno inizialmente sorpreso gli ospiti con ritmo e pressione. E subito – o quasi – sono passati con Sannitz che, ben servito da Bürgler, al 5' ha freddato Punnenovs. Il vantaggio ha dato fiducia alla truppa di coach Kapanen, che non è tuttavia riuscita a concretizzare la supremazia e la grande mole di gioco prodotta. L'ottima difesa bernese e qualche imprecisione di troppo (fuori Huguenin e Berger, è stato sprecato un minuto in 5 contro 3) hanno tuttavia frenato i ticinesi, che sono arrivati al 20' senza più passare.

La sfida è proseguita sugli stessi binari pure nella prima parte del secondo terzo. I sottocenerini hanno attaccato (altra superiorità mandata in fumo tra il 22' e il 24'), il Langnau ha difeso attivamente, non disdegnando sortite dalle parti di Zurkirchen. Accortisi della loro efficacia, con il passare dei minuti i ragazzi di coach Heinz Ehlers hanno poi cominciato a osare di più, a spingere. La loro intraprendenza è stata premiata al 36', quando Berger ha piazzato la zampata, griffando un 1-1 che ha poi retto fino alla sirena.

Vistisi premiati dal punteggio e capito di aver di fronte un avversario perfettibile in attacco, i Tigers non hanno cambiato la loro tattica neppure nel terzo tempo. Corti, raccolti, attenti e spigolosi, hanno permesso al Lugano di gestire il disco, ma si sono contemporaneamente concessi il lusso di ripartire e graffiare. E così facendo hanno trovato, al 52', grazie a un guizzo estemporaneo di Pesonen, il gol del pesantissimo 1-2. Spalle al muro, a quel punto i ticinesi hanno cercato di aumentare il ritmo e la pressione sui rivali. La loro spinta si è fatta sentire ma non ha prodotto i risultati sperati. Seppur con qualche affanno, infatti, il Langnau è riuscito a chiudere la sua porta fino alla sirena, mettendo le mani su tre punti pensantissimi e facendo ufficialmente scattare la crisi bianconera.

LUGANO-LANGNAU 1-2 (1-0, 0-1, 0-1)
Reti: 4'59” Sannitz (Bürgler) 1-0; 35'59” Berger (Pesonen) 1-1; 51'54” Pesonen 1-2.
LUGANO: Zurkirchen; Chornez, Postma; Riva, Chiesa; Vauclair, Loeffel; Wellinger, Jecker; Klasen, Lajunen, Fazzini; Bertaggia, Sannitz, Bürgler; Suri, Romanenghi, Lammer; Jörg, Haussener, Zangger.
Penalità: Langnau 3x2'.
Note: Cornèr Arena, 5'963 spettatori. Arbitri: Salonen, Hungerbühler, Fuchs, Ambrosetti.

HOCKEY: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch/ (Davide Agosta)
Guarda tutte le 9 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Clinton 1 anno fa su tio
Io é un pezzo che non mi faccio più prendere per i fondelli e alla resega non mi beccano più !
Zarco 1 anno fa su tio
@Clinton Beh , meglio alla pista ....che tante altre scelte! Poi , l’importante non esserne succubi !
bobà 1 anno fa su tio
@Clinton così facendo non aiuti la squadra in questo difficile momento!
Evry 1 anno fa su tio
Nessuna sorpresa, anzi chiara dimostrazione che il gioco di squadra non esiste, troppi giocatori individualisti e fisicamente impreparati, iniziando da Suri il quale proprio e un buono a nulla. L'allenatorte troppo tittubante e indeciso, chiama un Time-Out a due minuti dalla fine per pretendere che certi Galli-Polli facciano le uova. Vergogna su tutta la linea !!!!! Ci sono troppi giocatori che dimostrano di copiare le caratteristiche dei parassiti e brocchi. Paghiamo ancora molte sono ancora le conseguenze del Ex-DS Kultura del Laworo... È ora di dare qualcosa al pubblico che vi ha sempre sostenuti e di dimostrare che meritate lo stipendio, NON SIAMO MICA A BIASCA !!!!!!
Zarco 1 anno fa su tio
@Evry Tutti , compreso io.....siamo allenatori! Però , sul fatto che Kapanen deve anche uscire dalla sua incrollabile supponenza, mi sembra lampante! Ora , non mi può dire che la squadra gira e la stabilità con due difensori stranieri ci vuole ....poi 5 stranieri devi saperli gestire, non mi sembra 28 x 4 posti!!!!!
Arrosto72 1 anno fa su tio
Ecco che gli stranieri sono tornati al loro ruolo di spettatori, una volta eliminata la concorrenza...
fakocer 1 anno fa su tio
Siamo solo all'inizio. C'è la base e la sostanza. Chiaro che ora gli allenamenti sono finiti e ogni settimana sono 2 partite: il motore deve entrare in temperatura. L'importante è che alla fine questi punti non manchino.
Zarco 1 anno fa su tio
@fakocer Beh , sempre difeso e ci mancherebbe altro ...però , non tanto le sconfitte , ma il modo di fare cocciuto di Kapanen mi irrita
Zarco 1 anno fa su tio
@fakocer Il 58 e’ in una fase di forma oscena ! Eppure su chi insiste anche alla fine Kapanen ?????sul 58; beh ....riflettere
polonord 1 anno fa su tio
E adesso cosa si aspetta per cambiare questo atteggiamento negativo di tutti questi strapagati. I tifosi sono stufi di essere presi in giro. Bisogna assolutamente reagire.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-08-03 06:46:03 | 91.208.130.89