keystone-sda.ch/STR (MARCEL BIERI)
+10
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
SUPER LEAGUE
1 ora
Missione salvezza: «Così ci sarà vera competizione»
Il dado è tratto: nel weekend del 19-21 giugno riparte la Super League. Rapp: «Giochiamo, caldo e orari non preoccupano»
L’OSPITE - ARNO ROSSINI
5 ore
L’Icardi scontato e le vetrine di Wanda Nara
50 milioni (più bonus): poco o tanto per l’attaccante argentino?
LIGUE 1
14 ore
«Ridurmi il salario del 30%? Sono un padre di famiglia»
Dimitri Payet guadagna 500'000 euro al mese: «Come tutti ho degli impegni da onorare, la mia posizione era già chiara»
TENNIS
16 ore
«Federer o Nadal? Il più forte è chiaramente Djokovic»
«Pagherei il biglietto per guardare Roger, che ha più classe, e poi Rafa, ma Nole è un fenomeno su tutte le superfici»
CARNET NOIR
18 ore
Si è spento a Bergamo Carlo Ubbiali, vinse 9 Mondiali
Il leggendario pilota di motociclismo aveva 90 anni ed era stato ricoverato in ospedale per problemi respiratori
SUPER LEAGUE
19 ore
La capolista prolunga Ruiz
Il San Gallo si è accordato con il proprio attaccante fino al 2023
CHAMPIONS HOCKEY LEAGUE
20 ore
«Spettatori importantissimi ma non indispensabili»
Zurigo, Zugo, Davos, Ginevra e Bienne ai nastri di partenza di una competizione incerta.
SUPER LEAGUE
21 ore
Covid-19, il Sion si allena senza il mister
Ricardo Dionisio Pereira, tecnico dei vallesani, è uno dei 5 elementi entrati in contatto con il coronavirus
CARNET NOIR
23 ore
Dramma Gattuso: morta la sorella Francesca, aveva 37 anni
La giovane donna era stata colpita da un malore lo scorso 3 febbraio
CHALLENGE LEAGUE
1 gior
Continuità a Chiasso: restano Ukrainets e Della Torre
I momò hanno comunicato che non ci sarà nessun cambiamento azionario
FORMULA 1
1 gior
F1, semaforo verde! Ecco le prime 8 gare
Confermate le date e le sedi delle prime 8 tappe del Mondiale. Si partirà dall'Austria con due prove (5 e 12 luglio)
STOP AND GO
20.10.2019 - 23:040
Aggiornamento : 21.10.2019 - 09:28

Il Lugano stecca, l'Ambrì si distrae, l'urlo rimane strozzato in gola

L'eliminazione in Coppa Svizzera ha sporcato la settimana delle due ticinesi. Pestoni, un Orso a Berna

AMBRÌ/LUGANO – L'ultimo appuntamento è quello che ha rovinato tutto, quello che ha reso meno positiva una settimana altrimenti perfetta per Lugano e Ambrì. L'inciampo ha però, forse, solo ricordato alle ticinesi quanto perfettibili siano al momento.

HCL – Semaforo giallo. Tanti solisti non fanno un'orchestra
L'eliminazione in Coppa ha dato alla settimana bianconera un gusto amarognolo. Peccato perché i gustosi successi colti in campionato a Rapperswil e Berna sembravano invece aver preparato i ticinesi al dolcissimo dessert. I rigori realizzati da Ambühl hanno, una volta ancora, mostrato il Lugano per quel che è: ovvero una squadra molto compatta e aggressiva, in grado di mordere ogni rivale ma, contemporaneamente, ancora incapace di proporre una manovra offensiva convincente. Fino a questo momento i sottocenerini hanno costruito le proprie fortune sulla solidità difensiva e sui guizzi dei singoli. Di Fazzini. Di Bertaggia e (fortunoso) di Lajunen per rimanere all'ultima settimana. Se il solista di turno non s'inventa qualcosa, ecco però che l'orchestra non riesce a lasciare il segno. E ciò è rischioso. Non ci si può infatti aspettare che sia sempre un'invenzione estemporanea – per quanto cercata e meritata – a incantare gli spettatori. Alla lunga il giochino potrebbe smettere di funzionare...

HCAP – Semaforo giallo. Distrazioni non ammesse
In queste prime settimane di stagione, fatte di difficoltà e risultati a volte negativi, l'Ambrì si è spessissimo distinto per il carattere e l'attenzione messi in pista. I leventinesi sono stati costretti a ingoiare bocconi amari, è vero; quasi sempre sono in ogni caso usciti dal ghiaccio a testa alta, consci di avere fatto il massimo possibile nella loro rincorsa al successo. Questo si è verificato anche mercoledì, in CHL contro il Banska Bystrica, e venerdì, in campionato a Langnau. Questo è successo anche domenica, in Coppa Svizzera a Bienne. Ma solo per 50'. L'ultima parte della sfida ai bernesi ha infatti tradito un Ambrì non del tutto concentrato e stranamente perforabile. E proprio lì sono arrivati i punti dei padroni di casa, che hanno incendiato la Tissot Arena e confezionato, all'overtime, la dolorosa sconfitta leventinese. I sopracenerini hanno meno possibilità e, probabilmente, meno qualità di molte rivali. Se non ovviano a tali lacune con l'abnegazione, totale e continuata, per loro si fa dura.

NATIONAL LEAGUE – Semaforo verde. Inti Pestoni
Due gol venerdì contro il Lugano. Due gol (e un assist) domenica contro il Langenthal. Dopo un inizio in sordina, fatto di non troppi minuti in pista e ancor meno punti, Inti Pestoni sta cominciando a farsi largo a Berna. I numeri, gli ultimi, promuovono l'attaccante ticinese, che a 28 anni, oltre alle indiscusse qualità tecniche, ha anche l'età e la testa per lasciare il segno. Una buona prestazione in campionato e un paio di scherzetti in coppa contro il Langenthal non bastano per giudicare un'avventura. La fiducia riposta nel leventinese da coach Jalonen è però confortante. Continuando a lavorare (e a lasciare il segno), Inti potrebbe infatti divenire una pedina importante nello scacchiere degli Orsi.

HOCKEY: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch/ (PETER SCHNEIDER)
Guarda tutte le 14 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Frankeat 7 mesi fa su tio
Conferma solo che le società di A non sono veramente interessate alla Coppa (i tifosi anche meno). Se vincono bene, ma se perdono pazienza. L'importante è non farsi e stancarsi troppo per il campionato che è l'unica cosa che interessa.
SSG 7 mesi fa su tio
@Frankeat l'unico modo per rendere interessante la competizione è premiare la squadra vincente con la qualificazione diretta per l'Europa.
Frankeat 7 mesi fa su tio
@SSG Ma anche quella non mi sembra che attiri "seriamente" le nostre squadre. La vedono più come una preparazione al campionato e in parte come una scocciatura.
VISIO 7 mesi fa su tio
Niente, ora si può pensare e dare tutto per il campionato, auguri
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-03 13:05:18 | 91.208.130.89