keystone-sda.ch/STR (MARCEL BIERI)
+10
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
SUPERCOPPA
4 ore
Insigne sbaglia, CR7 no: alla Juve la Supercoppa
Per i bianconeri è il primo trofeo dell'era Pirlo. Napoli battuto 2-0: a segno CR7 e Morata. Rigore sbagliato da Insigne
SUPER LEAGUE
6 ore
«Sono deluso, non meritavamo di perdere. Bottani? Non potevo crederci»
Maurizio Jacobacci: «Abbiamo messo la museruola all'YB, ma ci hanno castigati. Dispiace per i ragazzi».
SUPER LEAGUE
8 ore
Il Lugano non graffia, l'YB sbanca Cornaredo
Diverse le occasioni sciupate dai bianconeri, piegati 2-0 dalla capolista. Reti di Fassnacht e Nsame.
BUNDESLIGA
9 ore
Caos Embolo: per fuggire dalla polizia è scappato dalla finestra?
L'attaccante della nazionale elvetica del Borussia Mönchengladbach al centro di un caso simile a un film poliziesco.
TENNIS
10 ore
«Quarantena? Costretta a lavarmi i capelli da sola»: minacciata di morte
Lady Tomic l’ha sparata grossa.
SERIE A
10 ore
La Dea fallisce l'assalto al terzo posto
Muriel risponde a Pereyra, ma l'Atalanta non va oltre l'1-1 a Udine
CALCIO
12 ore
Nuova squadra per Joel Untersee
L'ex Lugano si è accordato con l'HJK Helsinki fino al prossimo mese di dicembre
CICLISMO
13 ore
Domenica 27 giugno si correrà il GP Città di Lugano
La macchina organizzativa è in moto per garantire lo svolgimento del sempre affascinante evento ticinese
SUPER LEAGUE
15 ore
«Una volta c’era Salah...», requiem del nostro calcio
Arno Rossini: «Partono i giovani migliori e arrivano stranieri economici».
U21
16 ore
Lustrinelli: ancora U21
Forte degli ottimi risultati ottenuti, l'allenatore ticinese guiderà i rossocrociatini almeno fino al 2023.
NATIONAL LEAGUE
17 ore
Raeto Raffainer al Berna
Il 39enne - ormai ex ds del Davos - sarà il nuovo Chief Sport Officer degli Orsi
STOP AND GO
20.10.2019 - 23:040
Aggiornamento : 21.10.2019 - 09:28

Il Lugano stecca, l'Ambrì si distrae, l'urlo rimane strozzato in gola

L'eliminazione in Coppa Svizzera ha sporcato la settimana delle due ticinesi. Pestoni, un Orso a Berna

AMBRÌ/LUGANO – L'ultimo appuntamento è quello che ha rovinato tutto, quello che ha reso meno positiva una settimana altrimenti perfetta per Lugano e Ambrì. L'inciampo ha però, forse, solo ricordato alle ticinesi quanto perfettibili siano al momento.

HCL – Semaforo giallo. Tanti solisti non fanno un'orchestra
L'eliminazione in Coppa ha dato alla settimana bianconera un gusto amarognolo. Peccato perché i gustosi successi colti in campionato a Rapperswil e Berna sembravano invece aver preparato i ticinesi al dolcissimo dessert. I rigori realizzati da Ambühl hanno, una volta ancora, mostrato il Lugano per quel che è: ovvero una squadra molto compatta e aggressiva, in grado di mordere ogni rivale ma, contemporaneamente, ancora incapace di proporre una manovra offensiva convincente. Fino a questo momento i sottocenerini hanno costruito le proprie fortune sulla solidità difensiva e sui guizzi dei singoli. Di Fazzini. Di Bertaggia e (fortunoso) di Lajunen per rimanere all'ultima settimana. Se il solista di turno non s'inventa qualcosa, ecco però che l'orchestra non riesce a lasciare il segno. E ciò è rischioso. Non ci si può infatti aspettare che sia sempre un'invenzione estemporanea – per quanto cercata e meritata – a incantare gli spettatori. Alla lunga il giochino potrebbe smettere di funzionare...

HCAP – Semaforo giallo. Distrazioni non ammesse
In queste prime settimane di stagione, fatte di difficoltà e risultati a volte negativi, l'Ambrì si è spessissimo distinto per il carattere e l'attenzione messi in pista. I leventinesi sono stati costretti a ingoiare bocconi amari, è vero; quasi sempre sono in ogni caso usciti dal ghiaccio a testa alta, consci di avere fatto il massimo possibile nella loro rincorsa al successo. Questo si è verificato anche mercoledì, in CHL contro il Banska Bystrica, e venerdì, in campionato a Langnau. Questo è successo anche domenica, in Coppa Svizzera a Bienne. Ma solo per 50'. L'ultima parte della sfida ai bernesi ha infatti tradito un Ambrì non del tutto concentrato e stranamente perforabile. E proprio lì sono arrivati i punti dei padroni di casa, che hanno incendiato la Tissot Arena e confezionato, all'overtime, la dolorosa sconfitta leventinese. I sopracenerini hanno meno possibilità e, probabilmente, meno qualità di molte rivali. Se non ovviano a tali lacune con l'abnegazione, totale e continuata, per loro si fa dura.

NATIONAL LEAGUE – Semaforo verde. Inti Pestoni
Due gol venerdì contro il Lugano. Due gol (e un assist) domenica contro il Langenthal. Dopo un inizio in sordina, fatto di non troppi minuti in pista e ancor meno punti, Inti Pestoni sta cominciando a farsi largo a Berna. I numeri, gli ultimi, promuovono l'attaccante ticinese, che a 28 anni, oltre alle indiscusse qualità tecniche, ha anche l'età e la testa per lasciare il segno. Una buona prestazione in campionato e un paio di scherzetti in coppa contro il Langenthal non bastano per giudicare un'avventura. La fiducia riposta nel leventinese da coach Jalonen è però confortante. Continuando a lavorare (e a lasciare il segno), Inti potrebbe infatti divenire una pedina importante nello scacchiere degli Orsi.

HOCKEY: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch/ (PETER SCHNEIDER)
Guarda tutte le 14 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Frankeat 1 anno fa su tio
Conferma solo che le società di A non sono veramente interessate alla Coppa (i tifosi anche meno). Se vincono bene, ma se perdono pazienza. L'importante è non farsi e stancarsi troppo per il campionato che è l'unica cosa che interessa.
SSG 1 anno fa su tio
@Frankeat l'unico modo per rendere interessante la competizione è premiare la squadra vincente con la qualificazione diretta per l'Europa.
Frankeat 1 anno fa su tio
@SSG Ma anche quella non mi sembra che attiri "seriamente" le nostre squadre. La vedono più come una preparazione al campionato e in parte come una scocciatura.
VISIO 1 anno fa su tio
Niente, ora si può pensare e dare tutto per il campionato, auguri
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-21 04:02:16 | 91.208.130.87