Tipress
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
SERIE A
2 ore
Ma che bella questa Dea: sei gol al Brescia!
La formazione bergamasca ha malmenato i "cugini" bresciani con un netto 6-2, tripletta di Pasalic.
CHALLENGE LEAGUE
2 ore
Chiasso che peccato: i momò perdono nel finale
La formazione rossoblù è stata sconfitta 2-1 in trasferta dal GC
SUPER LEAGUE
3 ore
Il baby Zurigo ne prende quattro
La compagine renana si è imposta fra le mura amiche con il punteggio di 4-0
SUPER LEAGUE
4 ore
Un giocatore dello Xamax positivo al Covid-19
Un neocastellano è risultato positivo al coronavirus nella seconda sessione di test
SUPER LEAGUE
5 ore
«Nessun litigio con Renzetti»
Jefferson in dubbio e Daprelà acciaccato per il Lugano, che ha la possibilità di chiudere la sua corsa alla salvezza.
SUPER LEAGUE
8 ore
Antonio Marchesano in campo a Basilea
Il centrocampista ticinese dello Zurigo non aveva preso parte alla trasferta di Neuchâtel
SWISS LEAGUE
9 ore
Bionda e DeLuca ai Rockets
La prossima stagione i due attaccanti si muoveranno agli ordini di coach Landry
TENNIS
9 ore
Coronavirus: «Djokovic ingenuo: è stato ingannato»
Zoran Radovanovic: «Il disastro dell’Adria Tour non è dipeso dal campione di Belgrado».
TENNIS
9 ore
C’è la pandemia, niente tennis in Svizzera
Il torneo di Basilea tornerà nell’ottobre 2021
SBL
11 ore
«Non vedo l’ora di ricominciare»
Il coach italiano guiderà i Lugano Tigers anche nella prossima stagione
TENNIS
13 ore
«Non vedo i miei genitori da mesi...»
Andy Murray si è anche espresso a proposito della sua carriera: «Sto diventando vecchio per giocare a tennis»
HCL
03.09.2019 - 07:000
Aggiornamento : 16:29

Un vento di cambiamento investe la Cornèr Arena

Dopo la scorsa deludente stagione e diversi anni di immobilismo, il Lugano ha rivoluzionato lo staff tecnico. E con Kapanen e Domenichelli le cose sono diverse sia in pista che nel mercato...

LUGANO - "Wind of Change", sono passati quasi 30 anni da quando gli Scorpions hanno composto la loro più celebre ballata, icona e simbolo della fine della Guerra Fredda e della caduta del Muro di Berlino. Un vento di cambiamento che sta spirando forte anche sotto le volte della Cornèr Arena. Dopo la scorsa (deludente) stagione, la dirigenza del Lugano ha infatti deciso che era giunto il momento di svoltare con veemenza. Una vera e propria rivoluzione che ha scosso fin dalle fondamenta il club bianconero. 

E allora a dirigere il vascello sottocenerino al posto dei "navigati" Greg Ireland e Roland Habisreutinger sono arrivati due neofiti rampanti e affamati: Sami Kapanen (alla transenna) e Hnat Domenichelli (alla scrivania). In accordo con la società, la coppia ha rivoltato il Lugano. Il finlandese cercando di inculcare uno stile più diretto, più veloce e più concreto alla squadra. Lo svizzero-canadese andando a prendere giocatori ritenuti (maggiormente) adatti al progetto. Come Ryan Spooner e Atte Ohtamaa.

Dotato di gran velocità, con ottime mani e una visione di gioco fuori dal comune, il 27enne canadese - reduce da un'ultima stagione piuttosto opaca a Vancouver, ma pur sempre autore di mezzo punto a partita in NHL - ha tutte le doti per diventare un giocatore dominante nel nostro campionato. La sua presenza potrà dare importanti impulsi ad un attacco bianconero che potrà contare anche sugli innesti di Reto Suri e Dominic Lammer per compensare la pesante partenza di Gregory Hofmann. Ottime, ma ovviamente diverse, pure le caratteristiche del marcantonio finlandese, ex capitano del Kärpät e campione del mondo con la sua nazionale, che dovrà garantire solidità ad una difesa che, orfana di Elvis Merzlikins, è apparsa piuttosto in difficoltà nelle amichevoli precampionato. 

Insomma, i nuovi stranieri sono due autentici colpi di mercato. Ma anche due fulgidi esempi di come il vento dalle parti della Cornèr Arena sia cambiato. Negli ultimi anni, infatti, raramente si era deciso di intervenire in corsa sul mercato quando la rosa era al completo. Ma lo staff tecnico, vedendo alcune mancanze, ha reagito di conseguenza e con prontezza. Una sorta di anno zero bianconero. "Wind of Change", cantavano gli Scorpions.

La classifica della redazione:

1.
2.
3.
4.
5.
6. Lugano
7.
8.
9.
10.
11.
12.

Tutto il mercato bianconero:

Arrivi (6):

Sandro Zurkirchen (Losanna)

Atte Ohtamaa (Kärpät Oulu)

Sandro Zangger (Losanna)
Dominc Lammer (Zugo)
Reto Suri (Zugo)
Ryan Spooner (Vancouver Canucks)


Partenze (7):

Elvis Merzlikins (Columbus Blue Jackets)

Stefan Ulmer (Bienne)
Riccardo Sartori (Olten)

Luca Cunti (Bienne)
Gregory Hofmann (Zugo)
Henrik Haapala (Jokerit Helsinki)
Maxim Lapierre (Eisbären Berlino)

HOCKEY: Risultati e classifiche

Guarda le 3 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Alessandro Milani 10 mesi fa su fb
Molto bene anche se queste novità dovevano avvenire moolto prima!
albertolupo 10 mesi fa su tio
Gli Scorpions hanno fatto molto di meglio che Wind of Change...
Frankeat 10 mesi fa su tio
@albertolupo In questi casi è sempre una questione di gusti personali, ma di sicuro Wind of Change rimane tra le canzoni più conosciute dal grande pubblico, insieme a Still Loving You (da me preferita alla prima), almeno per quanto riguarda le "ballads".
flowerking 10 mesi fa su tio
@albertolupo Sicuramente "The Good Die Young" con Tarja Turunen è da preferire a Wind of Change...
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-15 01:42:00 | 91.208.130.86