Ti-Press
+ 2
ULTIME NOTIZIE Sport
EUROPA LEAGUE
2 ore
S'accende l'Europa, si spegne la crisi? «Coppa? A Lugano dovrebbero essere vaccinati»
FORMULA 1
9 ore
Leclerc e quel paragone da brividi
SERIE A
10 ore
Il Torino cade contro il Lecce: l'Inter resta da sola in vetta
NHL
10 ore
NHL, nel 2020 non ci sarà lockout
LIGA
11 ore
«Esagerato, non è normale: adesso però dobbiamo proteggerlo»
SUPER LEAGUE
15 ore
«Celestini sarà sull'aereo per Copenaghen»
NATIONAL LEAGUE
15 ore
Ginevra: Rod e Douay, niente Zurigo
BASILEA
18 ore
Federer stacca l'assegno: dona 50'000'000 di dollari
NATIONAL LEAGUE
19 ore
Tanner Richard fuori a tempo... determinato
NATIONAL LEAGUE
19 ore
Patrik Laine a Berna
LONDRA
21 ore
«Mio padre era sempre ubriaco, non l'ho mai davvero conosciuto», e Ronaldo pianse
TENNIS
21 ore
«Devo prendermi cura del mio corpo»
TENNIS
21 ore
Golubic avanti senza stress
TENNIS
22 ore
Naufragio Bacsinszky: 0-6, 0-6 a Seul
HCL - L'ANALISI
23 ore
Lugano in costruzione: servirà tempo
HCAP
09.08.2019 - 20:040
Aggiornamento : 10.08.2019 - 14:10

«Difficile trovare ora uno come Flynn»

Paolo Duca ha spiegato l'ingaggio del centro statunitense: «Decisiva nella scelta la sua esperienza a Zugo. Se ci saranno le condizioni, potrebbe anche rimanere tutta la stagione»

AMBRÌ – Il serio infortunio che ha fermato Jiri Novotny – operatosi a luglio dopo essersi lesionato i legamenti del ginocchio sinistro – ha costretto Paolo Duca a tornare a sondare il mercato in cerca di uno straniero affidabile e “pronto all'uso”. Dal cilindro, il ds dell'Ambrì ha estratto il centro statunitense Brian Flynn, che fino a dicembre regalerà alternative e serenità a coach Cereda.

Assaggiate sia la NHL (64 punti in 282 partite) che la AHL (104 punti in 162 match), il 31enne nordamericano conosce bene il nostro hockey – e non avrà quindi bisogno di tempo per ambientarsi – per aver trascorso gli ultimi mesi dell'ultimo campionato a Zugo dove, tra regular season e playoff ha messo insieme 15 punti (9 gol) in 26 uscite.

«Il suo passato a Zugo è stato uno dei motivi per il quale abbiamo puntato su di lui – ha spiegato Paolo Duca – Trovare, a questo punto, un ragazzo che già conosceva il nostro hockey e disposto ad accettare un contratto su quattro mesi non era semplice. Per questo siamo felici di aver convinto Brian, un giocatore ottimo negli ingaggi, bravo nel pattinaggio, gran lavoratore e soprattutto uomo squadra».

Un contratto annuale non era possibile?
«No perché recupereremo Jiri a novembre».

Perché, dunque, tenere un'opzione sul contratto di Flynn fino al termine dell'anno?
«Perché davvero non si può sapere quel che accadrà da qui a tre-quattro mesi».

Novotny potrebbe non recuperare. O Flynn fare benissimo...
«Per esempio. O anche qualche altro dei nostri potrebbe avere problemi. Un nuovo straniero, alla fine, serve quasi sempre. Ci è quindi sembrato logico lasciare aperta ogni possibilità con Brian. Vediamo cosa accadrà: se ci saranno le condizioni Flynn potrebbe anche restare per tutta la stagione».

Quando sarà a disposizione di coach Cereda?
«Volerà domenica. Lunedì dovrebbe già essere presente agli allenamenti».

Keystone (foto d'archivio)
Guarda tutte le 6 immagini
Commenti
 
Meiroslnaschebiancarlengua 1 mese fa su tio
Molto bene. Bella scelta e ottima decisione. Vedrete che alla fine Flynn sarà il più contento: vince la Spengler, forse anche il campionato e rilancia la carriera.
SSG 1 mese fa su tio
@Meiroslnaschebiancarlengua e poi vince anche la coppa CH e la coppa campioni e infine vince anche il 6 al lotto!
Evry 1 mese fa su tio
Bravo Paolo,
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-17 09:11:50 | 91.208.130.85