TiPress/foto d'archivio
+ 3
SWISS LEAGUE
23.07.2019 - 17:210
Aggiornamento : 09.08.2019 - 10:40

«Bartko? Buon pattinaggio e visione di gioco: sarà importante anche in powerplay»

Hnat Domenichelli, GM del Lugano, ha commentato l’arrivo di Jan Bartko, difensore ceco che rinforzerà i Rockets: «Avrà un ruolo di primo piano, è un giovane ambizioso»

LUGANO - Ingaggiato dal Lugano e messo al servizio dei giovani Rockets, il 22enne Jan Bartko va a completare il pacchetto stranieri dei rivieraschi, che potevano già contare sullo statunitense Max Gerlach (legato all'Ambrì). Difensore ceco in arrivo dall'organizzazione dell'Ocelari Trinec - lo scorso anno ha disputato 53 match nel partner team dell’HC Frydek-Mistek (32 punti; 6 gol) -, Bartko potrebbe diventare un elemento davvero importante nello scacchiere di coach Reinhard.

«È un giocatore interessante, un difensore offensivo di soli 22 anni ma che ha già maturato diverse esperienze - spiega Hnat Domenichelli, General Manager del Lugano - Ha un buon pattinaggio e una buona visione di gioco. Sarà un elemento importante anche a livello di powerplay: crediamo che il suo profilo si inserisca benissimo nel progetto Rockets, dove ci sono tanti giovani che vogliono emergere». 

Ai rivieraschi potrà ritagliarsi un ruolo da protagonista e avere tanti minuti di ghiaccio.
«Questo è un aspetto molto importante. Nella sua esperienza in Cechia (a livello giovanile e con il Frydek-Mistek in Czech2, ndr) è sempre stato il difensore numero uno. Adesso aveva la possibilità di rimanere in Patria e giocare nell’Extraliga, ma forse sarebbe stato la seconda scelta per il powerplay. È ambizioso e ai Rockets avrà invece un ruolo di primo piano, continuando così la sua crescita su tutti i livelli».

Inoltre, in caso di necessità, potrà assaggiare anche la National League col Lugano.
«In caso di infortuni potrà giocare qualche partita. L'obiettivo non è quello di averlo a Lugano, ma visto che ha già giocate in Champions Hockey League e nella massima serie ceca potrà farsi trovare pronto. Personalmente credo che per un difensore sia più “semplice” fare il salto dalla B alla A in una situazione di necessità. È un difensore right e noi a Lugano ne abbiamo solo tre. Però deve essere chiaro che sarà a disposizione dei Rockets: l’obiettivo è che possa fare l’intera stagione lì. Dopodiché, per il futuro, si vedrà. Ha solo 22 anni e non si sa mai come procede l’evoluzione di un giocatore». 

La scelta di Bartko, classe '97 che ha giocato 21 partite nelle diverse selezioni giovanili del suo Paese (U16, U17, U18, U19 e U20), è stata condivisa anche da Reinhardt - coach dei razzi - e dall’assistente (nonché Team Manager) Reuille.
«In questo bel progetto siamo tutti uniti per lo stesso motivo, ovvero dare un’opportunità ai giovani e al gruppo di poter crescere», ha concluso Domenichelli.

Guarda tutte le 7 immagini
Commenti
 
Alessio Nesurini 3 sett fa su fb
Ma non era DS? Adesso diventa GM? Fate i bravi
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-20 01:28:25 | 91.208.130.85