Keystone
NHL
15.03.2019 - 10:000
Aggiornamento : 15:59

Uragano fra gli uragani, a Carolina Niederreiter è tornato "El Nino"

Quando mancano ormai solo una dozzina di partite alla fine della stagione regolare di NHL, diamo uno sguardo al rendimento degli svizzeri (e di due superstar)

NEW YORK (USA) - Mancano ormai solo una dozzina di partita alla fine della stagione regolare di NHL. Ma per ora l’unica squadra ad aver staccato il biglietto per i playoff è Tampa Bay. I Bolts si stanno rendendo protagonisti di una stagione incredibile, grazie pure alle magie di uno scatenato Nikita Kucherov. Il russo è infatti il miglior marcatore di tutto il campionato e ha un rollino di marcia impressionante: 115 punti in 71 partite. Dietro a lui vi è un altro autentico fenomeno. Ovvero quel Connor McDavid che ha infranto per tre stagioni consecutive il muro dei cento punti. Un traguardo tagliato da pochi eletti.

Fortune alterne - I tredici svizzeri attivi Oltreoceano hanno invece vissuto una stagione con fortune alterne.

Il capitano e lo scorer - Sempre ottimo è il rendimento del capitano di Nashville Roman Josi che oltre ad essere il quinto giocatore più utilizzato dell’intera lega con 25’14” a partita ha pure messo a referto 55 punti (15 gol) in 71 partite. È tornato a macinare punti - dopo qualche incontro opaco - anche Timo Meier. Autore di 59 punti in 67 apparizione con la maglia dei San Jose Sharks, l’appenzellese ha infatti recentemente battuto il record di marcature elvetiche in NHL (26) che apparteneva al grigionese Nino Niederreiter. Insomma in California è sempre Timo Time.

Niederreiter è tornato “El Nino” - E proprio all’ex miglior sniper rossocrociato, un po’ intristito e sfiduciato a Minnesota, ha fatto benissimo il cambio di maglia. Niederreiter a Carolina è infatti tornato “El Nino”. Un uragano tra gli Uragani. Agli Hurricanes il grigionese ha ritrovato sé stesso totalizzando ben 21 punti (11 reti) in 23 incontri. Praticamente lo stesso bottino ottenuto nel doppio dei match nei Wild.

Sfortuna e infortuni - Stagione complicata, invece, per Nico Hischier e la sua squadra. I New Jersey Devils sembrano ormai tagliati fuori dai playoff, mentre la prima scelta assoluta del draft 2018 - comunque autore di 44 punti in 67 partite - ha saltato diverse partite per infortunio, così come il suo compagno di squadra Mirco Müller (1 gol e 9 assist in 47). Regular season in chiaro-scuro per Fiala (34 punti) che da Nashville è passato a Minnesota, dove ha ereditato la maglia di Niederreiter. Stagione invece sfortunatissima per Sven Bärtschi che - fermato da un grave infortunio - ha potuto disputare solo 22 incontri (13 punti). Solo briciole di gloria, infine, per gli altri svizzeri d’America.

Le statistiche dei 13 elvetici:

Difensori:

Roman Josi (1990) - Nashville Predators - 71 partite - 55 punti (15 gol)
Dean Kukan (1993) - Columbus Blue Jackets - 16 partite - 3 punti (0 gol)
Mirco Müller (1995) - New Jersey Devils - 47 partite - 10 punti (1 gol)
Luca Sbisa (1990) - New York Islanders - 9 partite - 1 punto (0 gol)
Jonas Siegenthaler (1997) - Washington Capitals - 25 partite - 4 punti (0 gol)
Yannick Weber (1988) - Nashville Predators - 55 partite - 8 punti (2 gol)

Attaccanti:

Sven Andrighetto (1993) - Colorado Avalanche - 52 partite - 12 punti (4 gol)
Sven Bärtschi (1992) - Vancouver Canucks - 22 partite - 13 punti (8 gol)
Kevin Fiala (1996) - Minnesota Wild - 71 partite - 34 punti (12 gol)
Nico Hischier (1999) - New Jersey Devils - 62 partite - 44 punti (17 gol)
Denis Malgin (1997) - Florida Panthers - 46 partite - 14 punti (7 gol)
Timo Meier (1996) - San Jose Sharks - 67 partite - 59 punti (26 gol)
Nino Niederreiter (1992) - Carolina Hurricanes - 69 partite - 44 punti (20 gol)

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-24 11:32:01 | 91.208.130.86