TiPress
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
ASUNCION
35 min
«Ronaldinho? Non sta affatto bene»
L'ex Pallone d'Oro è tra le mura di un carcere di Asuncion. Kakà: «Situazione triste»
BUNDESLIGA
1 ora
Il Dortmund di Favre torna già ad allenarsi
Emre Can, ex Juve, ha fatto sapere che i gialloneri riprenderanno l'attività lavorando a coppie
SERIE A
3 ore
Covid-19, Godin attacca l'Italia: «Siamo stati esposti fino all’ultimo momento»
Il difensore dell'Inter, dall'Uruguay, critica le istituzioni: «Hanno continuato a tirare la corda»
MOTOMONDIALE
4 ore
Cadute e cordoli virtuali: Alex Marquez vince al Mugello
Dieci piloti hanno partecipato alla prima edizione dello "StayAtHomeGP"
LIGA
6 ore
«Non seguo il calcio e non so i nomi degli avversari»
Il portiere del Barça ha raccontato un simpatico aneddoto: «Vedo solo i big match o se gioca qualche mio amico»
SUPER LEAGUE
9 ore
«Scioccati, non ce l'aspettavamo»
Il 29enne è tra i nove che si sono visti recapitare la lettera (via WhatsApp) di licenziamento dal patron del Sion
BERGAMO
13 ore
«Questa è una bomba sanitaria, sta diventando una guerra mondiale»
Il presidente dell'Atalanta denuncia una situazione drammatica con la quale sta convivendo la città di Bergamo
DIVERSI
22 ore
Neymar se ne infischia della quarantena: gioca a footvolley, è polemica
Non è per nulla piaciuta ai suoi follower la foto in cui si vede il brasiliano spassarsela in compagnia di amici
SERIE A
1 gior
CR7 e compagni accettano: la Juve risparmia 90'000'000
I tesserati bianconeri percepiranno solo parte del loro salario nei mesi di marzo, aprile, maggio e giugno
GUANGZHOU
1 gior
C'è anche chi, lentamente, sta tornando a sorridere
Il 46enne ha postato un video per testimoniare come a Guangzhou la gente sta tornando a condurre una vita normale
HCAP
12.12.2018 - 12:310
Aggiornamento : 21:34

«Nelle mie giornate non c'è solo l'hockey. Ambrì? Non mi aspettavo così tanto ghiaccio»

Chiacchierata con il difensore dei biancoblù Isacco Dotti, elemento sul quale Luca Cereda fa tanto affidamento

AMBRÌ - Tra i tanti aspetti positivi della prima parte di campionato dell'Ambrì c'è sicuramente anche Isacco Dotti. Il 25enne è divenuto uno dei pilastri difensivi dei biancoblù, tanto che quest'anno Luca Cereda non ha mai rinunciato a lui. Dopo due anni ai Rockets, in cui è cresciuto e maturato, il coach biancoblù ha ritenuto che Dotti fosse pronto per il grande salto. E i risultati - per il momento - sono tutti dalla parte del giocatore leventinese. 

L'esperienza dei due derby in 24 ore -  Siamo ovviamente felici di quanto raccolto nella sfida con il Lugano alla Valascia. Sabato abbiamo messo sul ghiaccio il nostro gioco, mentre venerdì non era andata così bene. Siamo scesi sul ghiaccio un po' intimoriti, forse c'era troppa foga di voler fare bene.

I passi avanti a livello difensivo - È vero, in generale non abbiamo concesso tantissimo al Lugano, soprattutto sabato. Se facciamo il paragone con il primo derby di ottobre giocato alla Cornèr Arena, possiamo dire di aver fatto dei bei passi avanti. Trovo che il gioco difensivo sia migliorato molto nelle ultime settimane, in generale ora concediamo molti meno contropiedi ai nostri avversari. 

Momento magico, ma piedi per terra - La classifica è chiaro che ci soddisfa, ma si fa in fretta sia a salire che a scendere. Soltanto cinque partite fa non eravamo messi così bene. 

I passi da gigante di Isacco Dotti - Sinceramente non mi aspettavo di aver così tanto ghiaccio a disposizione. Quest'anno ho disputato tutte le partite: giocare con regolarità ad Ambrì era un mio grande obiettivo.

L'importanza di un uomo come Luca Cereda - È l'allenatore che in carriera mi ha seguito di più e per la mia crescita è stato fondamentale. Avendolo già avuto in passato - dai tempi degli Juniori ad Ambrì e fino ad arrivare ai Rockets - ci conoscevamo già molto bene. Per questo sapevo quali erano il suo gioco e la sua filosofia. Molto probabilmente questo mi ha aiutato nel ritagliarmi un posto in prima squadra. 

I consigli di Nick Plastino, tuo compagno di linea - È bello poter scendere sul ghiaccio insieme a un giocatore con la sua esperienza, imparo tanto da lui. Mi colpisce soprattutto la sua gestione dei momenti difficili nelle partite. Nick gioca tantissimo e mi stupisce come riesca a non perdere mai la lucidità necessaria. È molto regolare.

Kubalik, Müller e Zwerger, la vostra locomotiva... - Sono tutti e tre più giovani di me, ma hanno già accumulato tantissima esperienza. In spogliatoio portano un sacco di energia positiva, in particolare Müller fuori dal ghiaccio ha un'importante leadership che non è da sottovalutare. In generale sono tre elementi davvero determinanti per noi.

Conciliare hockey e lavoro (ingegnere civile) non è assolutamente un problema, anzi... - Non è sempre evidente ma per ora funziona tutto, grazie anche alla flessibilità del mio datore di lavoro. È più facile lavorare piuttosto che andare a scuola, perché una volta terminata la giornata posso rilassarmi senza dover studiare. Certo, le mie giornate sono belle piene ma i momenti liberi non mancano. Ad ogni modo preferisco avere sempre la mente occupata così facendo, nei momenti in cui le cose non vanno come vorrei in una delle due attività, non ho tempo per rimuginare e posso pensare ad altro. Trovo sia qualcosa di positivo...

HOCKEY: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Gus 1 anno fa su tio
Bravo Isacco; rendi orgogliosi te papà e mamma
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-03-29 21:46:09 | 91.208.130.87