+5
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
MOTO GP
2 ore
«Miller può battere Marquez»
Cal Crutchlow è sicuro: «Jack è in grado di poter compiere quel passo in avanti che lo porterà a lottare con Marc»
FORMULA 1
5 ore
Niente quarantena, Silverstone raddoppia
Il Governo britannico ha dispensato gli sportivi d’élite dall’autoisolamento.
MOTOMONDIALE
5 ore
Niente moto in Giappone
Per la prima volta dal 1986 non ci saranno gare nel Paese del Sol Levante.
NATIONAL LEAGUE
6 ore
Ancora Losanna per Antonietti
Il 28enne rimarrà un Leone almeno fino al prossimo aprile.
SERIE A
8 ore
Balotelli non ci sta: «Non mi alleno? Non pensavo di essere invisibile»
Super Mario: «Al momento giusto spiegherò per filo e per segno tutto e capirete»
CHALLENGE LEAGUE
16 ore
Il Chiasso torna in campo domani
I momò si riuniranno per il primo allenamento collettivo agli ordini di Alessandro Lupi
FORMULA 1
17 ore
I vecchi amori (a volte) ritornano: Alonso vicino alla Renault
La scuderia francese deve ancora sostituire il partente Ricciardo: «È un'opzione, Fernando è un ottimo pilota»
BUNDESLIGA
20 ore
Favre risponde al Bayern con (ben) sei gol!
Il Borussia Dortmund ha battuto 6-1 il Paderborn fuori casa, tripletta di Sancho. Vince anche il Moenchengladbach
MOTO GP
20 ore
Esordio, pole e vittoria per Jorge Lorenzo
Il pilota spagnolo, che vive a Lugano, è salito sul gradino più alto del podio davanti a Rabat e Quartararo
CALCIO
22 ore
Basta Italia (per ora), Allegri andrà all'estero
L'ex tecnico della Juve è pronto per la sua prima avventura al di fuori dei confini italiani
LIGA
1 gior
La Pulce: «Il calcio non sarà mai più come prima»
Lionel Messi: «Molte persone hanno visto i loro cari morire senza nemmeno potergli dire addio. È frustrante»
LIGUE 1
1 gior
Icardi & PSG è fatta... e c'è la clausola anti Juve
L'attaccante argentino si è accordato con i parigini per le prossime quattro stagioni
SERIE A
1 gior
«Il Dom Perignon mi sembrava acqua, la colomba pane. È stato terribile»
L'allenatore dell'Atalanta Gasperini: «Ogni due minuti passava un'ambulanza e di notte pensavo di morire...»
VIDEO
NATIONAL LEAGUE
1 gior
Il Davos e la funicolare: i grigionesi hanno ripreso a "sudare" in gruppo
Raffainer: «La prima sfida molto dura di questa estate. Non solo i giocatori erano in pista, ma anche gli allenatori»
HCAP
22.10.2018 - 11:580
Aggiornamento : 22:48

Il ritorno di Fora alla Valascia: «Ho subito provato grandi emozioni»

Il difensore ticinese è pronto per iniziare la sua terza avventura ad Ambrì: «In queste sette settimane sono cresciuto come giocatore e come persona. Ora dovrò lavorare duro per reintegrarmi»

AMBRÌ - Nella giornata odierna - lunedì 22 ottobre - Michael Fora è arrivato alla Valascia (ore 11.45) per iniziare la sua terza avventura ad Ambrì.

Ore 12.00: Il difensore è appena sceso sul ghiaccio per una prima sgambata, dopo un allenamento in cui erano presenti Conz, Manzato e alcuni giocatori che non sono scesi in pista in Coppa: ovvero Kienzle, Moor, Kneubuehler e ovviamente Lerg (reduce da un infortunio: si è allenato in maglia rossa). La seduta è stata diretta da Pauli Jaks.

Ore 12.15: Come si può vedere dalle foto in allegato il 22enne ha già ripreso confidenza con l'ambiente e - dopo aver scambiato qualche opinione con Lerg e Kneubuehler - ha pattinato da solo.

Ore 13.40: È iniziata la conferenza stampa di Michael Fora:

Cosa hai provato a rimettere piede alla Valascia? «Ho subito provato grandi emozioni, come se il tempo si fosse fermato. Anche se in realtà sono passate solo 7 settimane. Appena entrato in pista si sono riaccese le emozioni che ho sempre provato qui ad Ambrì», è intervenuto proprio Fora. «Delusione per come è andata oltreoceano? «È strano da dire, ma in realtà la delusione è stata meno di quanto mi aspettassi: è prevalso l'orgoglio. A quel punto ho capito subito che la scelta giusta sarebbe stata quella di tornare ad Ambrì. C'è anche delusione, ma è lo sport: va tutto molto in fretta».

Hai capito in fretta che sarebbe stato difficile trovare spazio? «Sapevo fin dall'inizio che sarebbe stata dura. Ci sono tanti ragazzi al camp e sono consapevole dei miei limiti come giocatore. Sono stato tra gli unici a non poter disputare amichevoli e avevo già un'idea della direzione in cui il club voleva andare: anche per quello, quando è arrivato il momento, me lo aspettavo». 

Saresti rimasto in AHL? «Sicuramente sarei stato disposto a rimanere in AHL, ma non rimanere nella Lega inferiore. Per quello ho deciso di tornare».

Perché non hai avuto chance in AHL? «Difficile dirlo, non ho avuto grandi discussioni con i coach quando sono arrivato a Charlotte. Non mi hanno dato grandi motivazioni, non ho avuto meeting fuori dal ghiaccio tranne alla fine quando mi hanno comunicato che mi avrebbero voluto spedire in ECHL».

Cosa tieni di queste 7 settimane? «Nel complesso mi hanno fatto crescere come persona e come giocatore. È stato importante poter toccare con mano la NHL: vedere cosa serve per giocare lì e fare allenamento con grandi giocatori. Vedere quel che fanno dentro e fuori dal ghiaccio sarà sicuramente un grande aiuto per il futuro. Ho capito cosa devo migliorare. È stata un'esperienza che mi aiuta a livello di personalità». 

In cosa devi ancora maggiormente progredire? «Devo lavorare molto sul pattinaggio. È un fattore sul quale sto cercando di mettere l'accento in questi anni e continuerò a farlo».

Torni in un Ambrì un po' diverso: la squadra sta facendo davvero bene. «Sono rimasto in contatto e li ho seguiti in alcune partite. Ho visto che si è fatto un bel passo in avanti, ora bisogna continuare su questo passo. Io dovrò lavorare duro per reintegrarmi e ritrovare il mio spazio. Dovrò ritrovare il feeling personale».

ll sogno di giocare un giorno oltreoceano c'è ancora? «Non si sa mai, non l'ho messo da parte. Ora però è il momento di mettere da parte quello che è stato in questo periodo e concentrarmi al 100% sull'Ambrì».

Non avrai più la C di capitano: ti mancherà? «Era qualcosa di speciale, ma non serve una lettera per essere un leader. Tutti possono essere dei leader».

Come vedi la squadra? «Parlando con i compagni mi hanno detto che si sta cercando ancora maggior continuità, ma le basi dello scorso anno sono in gran arte acquisite. Ora bisogna continuare a lavorare per costruire altro su queste basi».

Ore 13.55: È finita la conferenza stampa di Michael Fora.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Guarda tutte le 9 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
bobà 1 anno fa su tio
da tifoso bn, dico che Fora ha fatto bene a tentare. Non si tratta di "o la va o la spacca" ma bensì "o la va o torno da dov'ero partito". E di questo ne erano convinti tutti, Fora in primis.
Blobloblo 1 anno fa su tio
Se non ci provi... beh, non c’è niente d aggiungere...
fapio 1 anno fa su tio
clay: Dura non vuol dire impossibile. Il tuo commento è molto da perdente... o forse piuttosto da antitifoso...? ;-)...
clay 1 anno fa su tio
«Ho capito da subito che sraebbe stata dura. allora se lo sapevi...perchè ci sei andato !?........in NHL ...ci vai se sei convinto di voler giocare lì..........
hcap76 1 anno fa su tio
@clay come dire : "só benissimo che scrivo un commento inutile e faccio una domanda altrettanto inutile alla quale potrei benissimo rispondermi da solo se usassi un pò il cervello,ma lo scrivo ugualmente tanto per"...!!! Sapere di doversi guadagnare la fiducia della dirigenza,dell'allenatore ecc. ed essere consapevole già prima di firmare un contratto, dei rischi legati ad uno sport come l'hockey dovrebbe farti rinunciare ad inseguire un sogno? Mah..misteri !!! Se qualcuno mi dicesse vieni in Nhl sapendo già da subito a cosa potrei andare incontro (giocare,non giocare,essere relegato in un altra squadra) non mi farebbe cambiare idea ma non per questo devo venire criticato o leggere certi commenti che sinceramente non capisco,nel caso peggiore (Se ci fosse la possibilità chiaramente,e come è successo a Fora) tornerei indietro. È una colpa questa?

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-01 16:18:01 | 91.208.130.85