TiPress
Risultati
15.09.2018
LNB
Turgovia
  
17:30
Winterthur
Visp
  
17:45
La Chaux de Fonds
Zugo Academy
  
19:00
GCK Lions
Olten
  
19:45
Langenthal
Ajoie
  
20:00
Ticino Rockets
 
Classifiche
LNA
1
Ambrì
0
0
2
Ginevra
0
0
3
Davos
0
0
4
Losanna
0
0
5
Berna
0
0
6
Lakers
0
0
7
Langnau
0
0
8
Bienne
0
0
9
Zugo
0
0
10
Friborgo
0
0
11
Lugano
0
0
12
Zurigo
0
0
Ultimo aggiornamento:20.06.2018 10:36
LNB
1
Olten
0
0
2
Zugo Academy
0
0
3
GCK Lions
0
0
4
Ajoie
0
0
5
Kloten
0
0
6
Langenthal
0
0
7
Winterthur
0
0
8
Ticino Rockets
0
0
9
La Chaux de Fonds
0
0
10
Turgovia
0
0
11
Visp
0
0
Ultimo aggiornamento:17.07.2018 09:37
NHL
EASTERN ATLANTIC
1
TOR Leafs
0
0
2
MON Canadiens
0
0
3
BUF Sabres
0
0
4
BOS Bruins
0
0
5
FLO Panthers
0
0
6
DET Wings
0
0
7
OTT Senators
0
0
8
TB Lightning
0
0
EASTERN METROPOLITAN
1
COB Jackets
0
0
2
NY Islanders
0
0
3
PHI Flyers
0
0
4
WAS Capitals
0
0
5
NY Rangers
0
0
6
PIT Penguins
0
0
7
NJ Devils
0
0
8
CAR Hurricanes
0
0
WESTERN CENTRAL
1
NAS Predators
0
0
2
STL Blues
0
0
3
WIN Jets
0
0
4
MIN Wild
0
0
5
CHI Blackhawks
0
0
6
COL Avalanche
0
0
7
DAL Stars
0
0
WESTERN PACIFIC
1
VEGAS Knights
0
0
2
VAN Canucks
0
0
3
SJ Sharks
0
0
4
LA Kings
0
0
5
EDM Oilers
0
0
6
CAL Flames
0
0
7
ARI Coyotes
0
0
8
ANA Ducks
0
0
Ultimo aggiornamento:25.06.2018 13:23
ULTIME NOTIZIE Sport
HCL
10.08.2018 - 17:520
Aggiornamento 11.08.2018 - 11:23

Loeffel, Chorney ed Elvis, sognando quello scalino in più

Il Lugano di Ireland ha dimostrato di essere squadra vera negli scorsi playoff. Con i nuovi acquisti la rosa è stata ulteriormente migliorata e completata. E se Klasen dovesse ritrovarsi...

LUGANO - Un piccolo, ultimo, importantissimo passo. Questo è mancato al Lugano l'anno scorso per laurearsi campione svizzero. A festeggiare in gara-7, al termine di una serie palpitante e combattuta, furono infatti i Lions che espugnarono l'allora Resega (oggi Corner Arena) per 2-0. Il triste epilogo di un post-season disputato da squadra vera. Compatta. Unita. Solidale. Coach Ireland ha trovato la quadratura del cerchio proprio quando i giochi si facevano duri. E da lì dovrà ripartire.

Per scalare quell'ultimo scalino, i bianconeri potranno contare su sei nuove frecce al proprio arco. E su una conferma che, dopo dei playoff monumentali, non appariva così scontata. Le sirene americane  non hanno ammaliato Elvis Merzlikins che ha deciso di rimanere. Per aiutare la squadra a conquistare il titolo in quella che sarà (probabilmente) la sua ultima stagione in bianconero. Il cerbero, titolare inamovibile e pilastro imprescindibile della retroguardia sottocenerina, sarà affiancato dal giovane e promettente Stefan Müller, l'anno scorso in Swiss League con i Ticino Rockets a farsi le ossa. 

Davanti al muro lettone, il Lugano presenta una difesa arricchita da tre nuovi innesti, ma orfana di Philippe Furrer. La dolorosa partenza del 33enne, che per tre stagioni è stato indiscusso leader carismatico sia sul ghiaccio che nello spogliatoio bianconero, potrebbe venir compensata dall'acquisto di Taylor Chorney. Il difensore dal doppio passaporto canadese e americano, proveniente dai Columbus Blue Jackets, è infatti un giocatore dallo spiccato carisma e dalle buone doti offensive. Detto di Chorney, il vero colpaccio messo a segno da Habisreutinger resta però l'ingaggio di Romain Loeffel. L'ex ginevrino va a colmare una pecca che da parecchio tempo affliggeva la retroguardia bianconera. Ovvero la mancanza di un quarterback difensivo che faccia girare il powerplay. Esercizio in cui Loeffel eccelle sia a livello di costruzione sia di realizzazione. E a completare un reparto solido, che potrebbe anche recuperare capitan Chiesa per l'inizio della stagione, è giunto pure Benoit Jecker.

In attacco, invece, sono giunti solamente due rinforzi, il già bianconero Mauro Jörg dal Davos e il giovane Timo Haussener dallo Zugo Academy, a fronte dell'unica partenza - verso Bienne - di Damien Brunner. Un addio che non fa eccessivamente male, visto che, nella sua esperienza bianconera, l'ex NHLer non è mai stato all'altezza della sua fama. Il Lugano, nonostante il "bidone" ricevuto dallo Zugo per Suri, dispone comunque di diverse altre "bocche da fuoco" dal passaporto rossocrociato nel reparto offensivo, da Hoffman a Fazzini, passando per Bürgler. A livello di stranieri, il Lugano ha confermato in blocco il trio della scorsa stagione, nella speranza che Lapierre e Lajunen mantengano l'impressionante rendimento dei playoff e che Klasen ritrovi se stesso. Lo svedese, reduce da un'annata tribolatissima, ha tutte le qualità per tornare ad essere il giocatore dominante del passato e durante la pausa estiva si è allenato duramente per raggiungere questo obiettivo. Se l'artista svedese dovesse tornare sui suoi livelli sognare di scalare quell'ultimo scalino non sarebbe utopia. 

Arrivi (6)

Stefan Müller (Ticino Rockets)

Taylor Chorney (Columbus Blue Jackets)
Benoit Jecker (Bienne)
Romain Loeffel (Ginevra)

Timo Haussener (Zugo Academy)
Mauro Jörg (Davos)

Partenze (5)

Daniel Manzato (Ambrì)

Philippe Furrer (Friborgo)
Bobby Sanguinetti (?)

Damien Brunner (Bienne)
Emerson Etem (?)

Stranieri (4)

Taylor Chorney
Linus Klasen
Jani Lajunen
Maxim Lapierre

Commenti
 
sergejville 4 gior fa su tio
Sognare è doveroso e non costa nulla. Concorrenza però agguerritissima!
Potrebbe interessarti anche
Tags
lugano
loeffel
chorney
scalino
taylor
zugo
playoff
squadra
stagione
elvis
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -  Cookie e pubblicità online  -  Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-08-15 18:54:06 | 91.208.130.87