SPAL
1
Bologna
1
2. tempo
(0-1)
Fiorentina
2
Sampdoria
2
2. tempo
(1-1)
Winterthur
1
Zugo Academy
2
pausa
(1-1 : 0-1)
GCK Lions
3
Langenthal
2
2. tempo
(1-1 : 2-1)
Turgovia
Ticino Rockets
17:00
 
Ajoie
Kloten
17:30
 
Visp
Olten
17:45
 
SPAL
SERIE A
1 - 1
2. tempo
0-1
Bologna
0-1
 
 
24'
0-1 PALACIO RODRIGO
 
 
30'
SORIANO ROBERTO
FELIPE DAL BELO
40'
 
 
1-1 KURTIC JASMIN
64'
 
 
 
 
76'
HELANDER FILIP
PALACIO RODRIGO 0-1 24'
SORIANO ROBERTO 30'
40' FELIPE DAL BELO
64' 1-1 KURTIC JASMIN
HELANDER FILIP 76'
The goal at 53rd minute for SPAL was cancelled on VAR rule.Venue: Stadio Paolo Mazza.
Turf: Natural.
Capacity: 13,020.
Ultimo aggiornamento: 20.01.2019 16:46
Fiorentina
SERIE A
2 - 2
2. tempo
1-1
Sampdoria
1-1
FERNANDES EDMILSON
14'
 
 
 
 
22'
RAMIREZ GASTON
MILENKOVIC NIKOLA
34'
 
 
1-0 MURIEL LUIS
34'
 
 
FERNANDES EDMILSON
39'
 
 
 
 
44'
1-1 RAMIREZ GASTON
 
 
61'
JANKTO JAKUB
2-1 MURIEL LUIS
70'
 
 
 
 
81'
2-2 QUAGLIARELLA FABIO
14' FERNANDES EDMILSON
RAMIREZ GASTON 22'
34' MILENKOVIC NIKOLA
34' 1-0 MURIEL LUIS
39' FERNANDES EDMILSON
RAMIREZ GASTON 1-1 44'
JANKTO JAKUB 61'
70' 2-1 MURIEL LUIS
QUAGLIARELLA FABIO 2-2 81'
Kick off delayed.
Venue: Stadio Artemio Franchi.
Turf: Natural.
Capacity: 43,147.
Ultimo aggiornamento: 20.01.2019 16:46
Winterthur
LNB
1 - 2
pausa
1-1
0-1
Zugo Academy
1-1
0-1
1-0 ROOS
2'
 
 
 
 
17'
1-1 OEJDEMARK
 
 
26'
1-2 OEJDEMARK
2' 1-0 ROOS
OEJDEMARK 1-1 17'
OEJDEMARK 1-2 26'
Ultimo aggiornamento: 20.01.2019 16:46
GCK Lions
LNB
3 - 2
2. tempo
1-1
2-1
Langenthal
1-1
2-1
1-0 MEIER
5'
 
 
 
 
16'
1-1 KUNG
2-1 BUSSER
23'
 
 
3-1 GEIGER
25'
 
 
 
 
28'
3-2
5' 1-0 MEIER
KUNG 1-1 16'
23' 2-1 BUSSER
25' 3-1 GEIGER
3-2 28'
Ultimo aggiornamento: 20.01.2019 16:46
Turgovia
LNB
0 - 0
17:00
Ticino Rockets
Ultimo aggiornamento: 20.01.2019 16:46
Ajoie
LNB
0 - 0
17:30
Kloten
Ultimo aggiornamento: 20.01.2019 16:46
Visp
LNB
0 - 0
17:45
Olten
Ultimo aggiornamento: 20.01.2019 16:46
TiPress
HCAP
08.08.2018 - 13:580
Aggiornamento 17:21

«Crediamo nel lavoro: lottare e saper soffrire per raccogliere soddisfazioni»

Sono giorni intensi per i biancoblù di Luca Cereda: «Poniamo le basi su cui costruire nel corso della stagione. Le amichevoli ci aiuteranno a capire dove siamo a livello fisico, mentale e di gioco»

BIASCA - Ritrovato da una decina di giorni il proprio "habitat naturale" dopo le intense fasi di preparazione a secco e un po' di meritato relax, i biancoblù sono già nella seconda settimana di lavoro sul ghiaccio. Tra volti nuovi e punti fermi dell'Ambrì "entrato" ormai nell'anno II del nuovo corso, quello contraddistinto dal ritorno alle origini e il riavvicinamento al territorio, il gruppo leventinese lavora e suda in quel di Biasca agli ordini del proprio condottiero, Luca Cereda.

«Nella prima settimana c'è stata una messa in moto e i test fisici di rito, mentre da questo lunedì abbiamo iniziato a lavorare in modo voluminoso ponendo l'accento sulla parte fisica e andando a toccare determinati aspetti del nostro gioco», spiega l'head coach biancoblù, che deve fare i conti unicamente con le assenze di Stucki (lavoro differenziato) e Hughes (infortunio al ginocchio). 

«Le prime settimane, dopo un lungo periodo lontano dal ghiaccio, sono sempre un po' complicate - aggiunge Cereda - Man mano che si lavora e ci si avvicina all'inizio della stagione ci si sente sempre più a proprio agio». Sabato per l'Ambrì è fissata la prima amichevole "in famiglia" contro i Ticino Rockets, poi sotto con i russi del Vitjaz Podolsk (17 agosto) e i tedeschi dell'Adler Mannheim (18). In totale i test saranno ben 9. «Sono giorni intensi, poniamo le basi su cui costruire nel corso della stagione. Queste partite amichevoli serviranno come punti di apprendimento per capire dove siamo a tutti livelli: fisico, mentale e di gioco».

Determinazione, grinta, fame: dallo scorso campionato la filosofia biancoblù non è certo cambiata: la base era ed è... «Rimboccarsi le maniche e lavorare. Crediamo nel lavoro quotidiano come abbiamo sempre fatto, vogliamo migliorare tutti in tutto per far progredire la squadra. Sappiamo di avere difetti e punti deboli, ma anche dei pregi. Dobbiamo saper sfruttare le nostre qualità. La filosofia è chiara: siamo un club "formatore" che dà responsabilità ai giovani e deve continuare in questa direzione».

Dal gruppo ai singoli, partendo dall'attaccante statunitense Bryan Lerg, innesto che dovrebbe ricoprire un ruolo importante sul ghiaccio e nello spogliatoio. «Per lui i primi giorni sono stati di ambientamento a livello di fuso orario, spostamenti e routine quotidiana. Si sta applicando, vedo un ragazzo felice di essere qui e questo è positivo. Come i compagni sta lavorando bene e con molta voglia».

Lo scorso anno Kubalik, draftato nel 2013 dai Los Angeles Kings, è arrivato a stagione in corso e con delle vere e proprie fiammate ha mostrato il suo grande potenziale. Ora il 22enne - protagonista con la Cechia alle Olimpiadi e ai Mondiali -, può lavorare in gruppo già dalle fasi di preparazione e da lui ci si aspetta tanto. «È un giovane con grandi ambizioni, ogni giorno si presenta con tanta energia ed entusiasmo. Questa è la chiave per poter fare i passi avanti che desidera. Il suo pensiero è in linea con la nostra idea di squadra».

A proposito di giocatori dal grande potenziale c'è anche Dominic Zwerger. L'attaccante austriaco con licenza svizzera è stato recentemente premiato agli Swiss Hockey Awards 2018 come giovane dell'anno. «Sì, ma un altro ottimo esempio è quello di Michael Fora, che con la sua attitudine ha fatto progressi enormi guadagnandosi una chance oltreoceano. I ragazzi hanno vissuto e hanno visto il suo percorso: è un grande esempio da seguire. Questo vale anche per Zwerger, che ha voglia di crescere e prendersi sempre maggiori responsabilità».

Per Cereda, alla guida dei biancoblù dal 28 aprile 2017, si tratta della seconda stagione di National League al timone dell'Ambrì. «È bello e affascinante, siamo contenti di vivere questa esperienza e avventura. Richiede energia ma vale la pena. Sono realista e so che sarà un altro anno in cui bisognerà lottare e saper soffrire, ma so anche che dal lavoro si riescono a raccogliere tante soddisfazioni», conclude Luca Cereda.

Commenti
 
F/A-18 5 mesi fa su tio
Onore anche all'Ambri, ci mancherebbe......, io sono tifoso HCL da una vita ma anche sponsor di entrambe.
sergejville 5 mesi fa su tio
secondo me, ad un mese e mezzo dal campionato, Cereda non deve spingere troppo adesso; se no a novembre l'è schiopp!
dino 5 mesi fa su tio
Leggo i commenti e vedo il solito campanilismo tipico ticinese. Mai una volta che si riesce a leggere un articolo senza dover travisare o polemizzare. Cereda sta facendo bene con un budget al limite del sopportabile , tutto l'Ambri lo sta facendo e lo stanno facendo molto meglio con Duca e Cereda che con le guide tecniche precedenti . Il Lugano ha fatto un gran campionato, vero, tanto di cappello! ma lo ha fatto con un budget di quasi il triplo . Io tengo all Ambri da una vita , so però riconoscere onestamente e rispetto. L Ambri di oggi merita molto rispetto , molto di più di quello di prima!
cle72 5 mesi fa su tio
@dino Pure io sono un tifoso di lunga data della ambri e posso affermare che la ambri e da rispettare da quando è nata la società sempre e comunque per quanto fatto e farà in futuro. Ricordo la maglia con l'unico sponsor noi siamo tifosi della ambri maglia che conservo.gelosamente...emozioni sotto la volta in curva sud.
sergejville 5 mesi fa su tio
@dino 13 milioni circa di budget; così solo per dire.
sergejville 5 mesi fa su tio
@dino 18 milioni circa il budget HCL.
F/A-18 5 mesi fa su tio
Che ovvietà, lavorare e saper soffrire vale per tutti e per ogni cosa, se si vogliono ottenere dei risultati, il miglior esempio, rimanendo in tema, è quello dell'HCL che ha sfiorato il titolo malgrado tutto, per me una impresa eccezionale.
cle72 5 mesi fa su tio
@F/A-18 In realtà il miglior esempio l'ha dato il Bienne con un roster molto inferiore a tante altre squadre ma con l'impegno e sacrificio hanno fatto vedere risultati e sinceramente avrebbero meritato di più, ma a quei livelli serve anche freddezza mentale l'unica cosa che gli è mancata. Sono erano azzi per tutti Zurigo compreso.
sergejville 5 mesi fa su tio
@cle72 bienne gran campionato (a dimostrazione appunto che non conta solo il budget...) ma eliminato da un Lugano in infermeria per 2-4 nella serie. Quindi chapeau ad entrambi.
GI 5 mesi fa su tio
importante è crederci....
Potrebbe interessarti anche
Tags
lavoro
stagione
cereda
ambrì
soddisfazioni
luca
saper soffrire
punti
gioco
luca cereda
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-01-20 16:48:21 | 91.208.130.86