Tipress
I bianconeri vogliono continuare a festeggiare.
Risultati
08.06.2018
NHL
VEGAS Knights
 3 - 4 
fine
0-0
3-2
0-2
WAS Capitals
 
Classifiche
LNA
1
Berna
50
102
2
Zugo
50
91
3
Bienne
50
89
4
Lugano
50
86
5
Friborgo
50
77
6
Davos
50
75
7
Zurigo
50
75
8
Ginevra
50
71
9
Langnau
50
67
10
Losanna
50
63
11
Ambrì
50
57
12
Kloten
50
47
Ultimo aggiornamento:06.03.2018 23:01
LNB
1
Lakers
46
107
2
Langenthal
46
91
3
Olten
46
80
4
La Chaux de Fonds
46
80
5
Ajoie
46
79
6
Turgovia
46
78
7
Visp
46
73
8
Zugo Academy
46
59
9
GCK Lions
46
54
10
Winterthur
46
34
11
Ticino Rockets
46
24
Ultimo aggiornamento:19.02.2018 23:47
NHL
EASTERN ATLANTIC
1
TB Lightning
82
113
2
BOS Bruins
82
112
3
TOR Leafs
82
105
4
FLO Panthers
82
96
5
DET Wings
82
73
6
MON Canadiens
82
71
7
OTT Senators
82
67
8
BUF Sabres
82
62
EASTERN METROPOLITAN
1
WAS Capitals
82
105
2
PIT Penguins
82
100
3
PHI Flyers
82
98
4
COB Jackets
82
97
5
NJ Devils
82
97
6
CAR Hurricanes
82
83
7
NY Islanders
82
80
8
NY Rangers
82
77
WESTERN CENTRAL
1
NAS Predators
82
117
2
WIN Jets
82
114
3
MIN Wild
82
101
4
COL Avalanche
82
95
5
STL Blues
82
94
6
DAL Stars
82
92
7
CHI Blackhawks
82
76
WESTERN PACIFIC
1
VEGAS Knights
82
109
2
ANA Ducks
82
101
3
SJ Sharks
82
100
4
LA Kings
82
98
5
CAL Flames
82
84
6
EDM Oilers
82
78
7
VAN Canucks
82
73
8
ARI Coyotes
82
70
Ultimo aggiornamento:10.04.2018 23:29
ULTIME NOTIZIE Sport
NATIONAL LEAGUE
08.03.2018 - 07:010
Aggiornamento 09.03.2018 - 13:25

Si accendono le luci sui playoff, Lugano a caccia dei Dragoni

Sabato scattano le partite con vista sul titolo. Come arrivano le otto elette al momento più importante della stagione? Ecco alcune statistiche anche storiche sulle sfide dei quarti

LUGANO - Tra pochi giorni iniziano i giochi che contano. Da sabato parte una nuova stagione. I 50 turni di regular season hanno diviso le otto elette dalle quattro “dannate”. Hanno delineato gli accoppiamenti per i quarti di finale dei playoff. Dove il passato non conta più. Dove sbagliare alcune partite potrebbe significare dire addio ai sogni di gloria.

Da primo classificato o da ottavo, poco importa.Quello che conta è essere lì. Nei playoff tutto può succedere. Lo sa bene il Berna che due anni fa conquistò il titolo partendo dall’ultimo posto disponibile. Ed è per questo motivo che gli Orsi, nonostante il dominio incontrastato in regular season, devono diffidare dalla serie contro il Ginevra.

1. Berna - 8. Ginevra - Nell’era playoff questo sarà il sesto testa a testa fra le due compagini. I precedenti parlano chiaro. Il Berna si è sempre imposto (tre volte ai quarti, una volta in semifinale e una volta in finale), ma il Ginevra - e lo ha dimostrato lunedì sera - sa come fare male agli Orsi. La vittoria colta nella Capitale federale dalle Aquile dovrà quindi essere un monito per i due volte campioni svizzeri in carica. Gli uomini di Woodcroft non vanno sottovalutati. A supporto di questa tesi ci sono pure gli scontri diretti stagionali che registrano assoluto equilibrio. Sei partite giocate e tutte decise con un gol di scarto (4 overtime). Tre vittorie a testa. Con entrambe le squadre che si sono imposte due volte in trasferta. Insomma, il Berna resta il chiaro favorito, ma non dovrà sottovalutare il Ginevra. Per la serie che inizia sabato gli Orsi, che recuperano gli olimpionici Untersander e Scherwey, si presentano al gran completo. Le Aquile, invece, dovranno fare a meno di Almond, la cui stagione è finita a Pyeongchang. Osservati speciali saranno il trio Nordamericano (Ebbett, Arcobello e Raymond) da una parte, e Da Costa, Richard e Tömmernes (tutti tenuti a riposo nell’ultima sfida) dall’altra.

Partite stagionali: 3-3

15.09.2017: Ginevra - Berna 2-1
20.10.2017: Berna - Ginevra 3-2 (d.r)
08.12.2017: Berna - Ginevra 3-4 (d.s)
16.01.2018: Ginevra - Berna 2-3 (d.s)
03.03.2018: Ginevra - Berna 2-3
05.03.2018: Berna - Ginevra 3-4 (d.r)

Sfide nei playoff: 5-0 BERNA

Quarti 2002/03: 4-2 Berna (7-0, 5-2, 1-2, 2-3, 1-0, 5-1)

Semi 2003/04: 4-1 Berna (4-2, 4-1, 5-3, 1-3, 2-1)

Quarti 2006/07: 4-1 Berna (2-1, 3-1, 4-2, 1-2, 7-3)

Finale 2009/10: 4-3 Berna (3-2, 4-5, 6-2, 4-3, 2-3, 1-2, 4-1)

Quarti 2012/13: 4-3 Berna (4-0, 2-5, 5-6, 1-2, 2-1, 4-3, 4-1)


2. Zugo - 7. Zurigo - Dall’alto del suo secondo posto lo Zugo probabilmente non si aspettava di dover affrontare subito i Lions ai quarti. La squadra zurighese, nonostante l’avvicendamento in panchina, ha infatti disputato un campionato nettamente sottotono. Ma nei playoff gli uomini di Kossmann potrebbero tornare a graffiare. Molto dipenderà dall’eventuale rientro di Robert Nilsson. Giocatore dalla classe immensa ma bersagliato dalla sfortuna più nera nell’ultimo anno. In stagione i Tori hanno incornato ben tre volte i Leoni, reagendo alla prima zampata subita all’Hallenstadion. Lo Zugo, poi, vuole pareggiare i conti nelle serie di postseason, che per ora vede avanti lo Zurigo con 3 successi (l’ultimo nella semifinale della stagione 2011/12 per 4-0) a 2. Per raggiungere l’obiettivo e fare lo scalpo ai Lions, i Tori fanno affidamento sulla costanza di Stephan, su un ottimo Diaz e sul topscorer Garrett Roe, che per sabato dovrebbe aver assorbito la contusione patita nella penultima giornata di campionato. Lo Zurigo spera invece che i suoi stranieri facciano il salto di qualità proprio nel momento topico della stagione. A parte l’implacabile Pettersson (miglior cecchino della regular season con 26 centri), il rendimento degli altri stranieri è infatti stato nettamente sotto le aspettative.

 

Partite stagionali: 3-1 ZUGO

14.10.2017: Zurigo - Zugo 7-3
28.11.2017: Zugo - Zurigo 4-3 (d.r)
19.12.2017: Zurigo - Zugo 2-3
23.01.2018: Zugo - Zurigo 3-1

Sfide nei playoff: 3-2 ZURIGO

Quarti 1994/95: 3-2 Zugo (6-2, 4-8, 3-0, 4-6, 8-3)

Semi 1999/00: 4-0 Zurigo (2-3, 1-4, 2-6, 2-4)

Semi 2004/05: 4-1 Zurigo (1-3, 4-1, 4-1, 3-2, 4-2)

Quarti 2009/10: 4-3 Zugo (1-2, 7.4, 6-3, 4-2, 1-6, 2-6, 2-1)

Semi 2011/12: 4-0 Zurigo (7-1, 2-1, 3-2, 5-1)


3. Bienne - 6. Davos - Il Bienne si può senza dubbio definire la sorpresa del campionato. La squadra bernese, dopo l’avvicendamento in panchina tra McNamara e Törmänen, ha vinto con continuità scalando la classifica e issandosi fino al terzo posto. Al suo cospetto si presenta un Davos parecchio in crisi. Ma che è animale da playoff. Quello che inizierà sabato è il primo testa a testa nel postseason tra grigionesi e bernesi. Mentre in campionato, i pupilli di Del Curto si sono imposti nelle prime tre partite (sempre per 3-2) per poi perdere l’ultima alla Tissot Arena per 5-1. Nel Bienne gli uomini chiave sono gli stranieri e Hiller. Mentre il Davos spera in un risveglio dei suoi uomini chiave (Little, Nygren) apparsi piuttosto annebbiati nell’ultimo periodo. Per quanto riguarda i portieri, Hiller è sicuramente una spanna sopra al duo grigionese e potrebbe fare (alla lunga) la differenza nella serie.

Partite stagionali: 3-1 DAVOS

06.10.2017: Bienne - Davos 2-3
17.11.2017: Davos - Bienne 3-2
09.12.2017: Davos - Bienne 3-2
20.01.2018: Bienne - Davos 5-1

Sfide nei playoff: MAI INCONTRATI


4. Lugano - 5. Friborgo - Alla Resega tutti si aspettavano di sfidare Zurigo o Davos. Alla fine arriverà il Friborgo. Ma per i bianconeri l’avversario conta poco. La squadra di Ireland, se gioca come sa, ovvero compatta con cuore, grinta ed emozioni, può battere chiunque. I gravi infortuni di tre giocatori chiave (Chiesa, Brunner e Bürgler) hanno compattato un gruppo che paradossalmente sa dare il meglio nelle difficoltà. La sfida con il Friborgo, ad ogni modo, sarà parecchio insidiosa. In questo senso il recupero di Sprunger è un ulteriore atout per i burgundi, che dovranno però fare a meno del loro miglior difensore, ovvero Rathgeb. Il Lugano, da parte sua, spera di ritrovare il Klasen dei tempi migliori. Quello che illumina e decide le partite. I bianconeri possono poi contare sul topscorer Luca Fazzini (19 reti e 42 punti) e sul cecchino Grégory Hoffman (23 gol), stagione con i fiocchi la loro, e sugli indispensabili uomini a tutta pista Jani Lajunen e Maxim Lapierre, che durante la regular season hanno saputo dare qualità e quantità alla squadra. I Dragoni rispondono puntando sull'estro e la classe di Roman Cervenka e Michal Birner e sulla leadership di Jim Slater. Senza dimenticare Bykov. Un ulteriore motivo di interesse sarà la sfida tra i due portieri. Merzlikins contro Brust. Ovvero la classe unita a una certa dose di (sana) follia. Il portiere lettone è solito alzare il proprio livello quando i giochi si fanno duri. Vedremo come risponderà il canadese. Passando alle statistiche stagionali, le due squadre si sono equamente divise i dodici punti in palio. Due vittorie a testa con entrambe che hanno colto un successo in trasferta. Per quanto riguarda il testa a testa “storico” è la sesta volta che Friborgo e Lugano si incontrano nel postseason (sempre ai quarti di finale). Per ora i bianconeri comandano per 4-1, ma i burgundi si sono aggiudicati, per 4-2, l’ultima serie disputata nel 2011/12. Il conto alla rovescia è cominciato. Sabato partiranno i playoff. Buono spettacolo a tutti.

Partite stagionali: 2-2

13.10.2017: Friborgo - Lugano 1-4
14.11.2017: Lugano - Friborgo 2-4
16.12.2017: Lugano - Friborgo 8-2
27.01.2018: Friborgo - Lugano 3-2

Sfide nei playoff: 4-1 LUGANO

Quarti 1988/89: 2-0 Lugano (10-2, 5-1)

Quarti 1999/00: 4-0 Lugano (7-1, 4-2, 5-2, 5-0)

Quarti 2000/01: 4-1 Lugano (2-1, 0-2, 3-2, 4-3, 3-2)

Quarti 2003/04: 4-0 Lugano (7-2, 4-2, 2-1, 6-3)

Quarti 2011/12: 4-2 Friborgo (2-3, 4-2, 2-4, 2-0, 6-2, 5-4)

Commenti
 
sergejville 3 mesi fa su tio
corretto e completo.
Frankeat 3 mesi fa su tio
Bell'articolo +1
Potrebbe interessarti anche
Tags
zugo
sabato
berna
partite
friborgo
stagione
quarti
davos
ginevra
zurigo
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES

Ultimo aggiornamento: 2018-06-20 03:27:16 | 91.208.130.87