HCAP - L'ANALISI
04.03.2018 - 23:440
Aggiornamento 05.03.2018 - 17:54

Fame, grinta e qualche leggerezza... l'Ambrì continua la (difficile) rincorsa

I biancoblù di Cereda, sconfitti a Zugo dopo un poker di vittorie, si preparano per l'ultimo impegno di regular season e il rovente girone playout. Losanna a +9, Langnau a +10

AMBRÌ - Caduto a Zugo e tornato suo malgrado ad assaporare il gusto amaro della sconfitta dopo 4 belle e preziose vittorie filate prima e dopo i Giochi, l'Ambrì, in salute al di là di qualche leggerezza, può comunque guardare con fiducia agli imminenti impegni tra regular season - questa sera l'ultima fatica sempre contro i Tori - e il gironcino playout.

Sul ghiaccio con cuore, energia e tanto carattere nella gelida serata di mercoledì, i biancoblù hanno piegato il Kloten raccogliendo 3 punti che, ci si augura, possano rivelarsi pesanti nella post season perlomeno in ottica "fattore pista" se si dovesse poi concretizzare il duello da brividi con gli zurighesi. Il successo della Valascia, giunto in extremis grazie ad un guizzo di Lhotak dopo un'azione insistita di Zwerger - indubbiamente tra i più positivi e pungenti in questa fase della stagione insieme ad Emmerton e D'Agostini -, è stato il quarto acuto in altrettante sfide con gli Aviatori. Questo dato, benché si tratti di incroci in regular season e contro una squadra che per lunghi tratti ha davvero balbettato - con tanto di avvicendamento lungo in cammino tra Tirkkonen e Schläpfer -, è benaugurante in ottica lotta-salvezza.

La rincorsa - difficilissima e impensabile a fine gennaio - verso il decimo posto occupato dal Losanna, ha visto una frenata sabato sera al cospetto della banda Kreis, bestia nera dell'Ambrì capace di imporsi 5-3 al termine di un match giocato a viso aperto dalle due squadre. 5 partite contro i Tori, 5 sconfitte e 0 punti conquistati: numeri che parlano chiaro... nel 50esimo turno, con gli svizzero-centrali attesi alla Valascia e già certi del secondo posto in classifica alle spalle del Berna, i biancoblù proveranno ad invertire il trend per tornare a mettere pressione sui vodesi (decimi a +9) e il Langnau, nono a +10 ma in fase calante (3 punti raccolti nelle ultime 5 gare).

Complicato pensare di poter acciuffare la decima piazza - sinonimo di salvezza anticipata -, ma con ancora 21 punti a disposizione prima della finale playout e i tanti scontri diretti del gironcino vale quantomeno la pena tentare.

Quel che è certo è la costanza trovata dai leventinesi in questo ultimo periodo - 5 vittorie nelle ultime 7 uscite - e l'affidabilità di alcuni uomini chiave. Con diverse opzioni sia a livello di stranieri (sabato ha giocato Karhunen) che di svizzeri - out solo Berthon (licenza svizzera) e il lungodegente Stucki, da valutare Trisconi -, Luca Cereda ha la possibilità di variare e cercare di volta in volta il miglior assetto "dosando" i vari Guggisberg, Incir, Goi, Gautschi e altri interpreti. Lavoro, attitudine, idee ben chiare e disciplina: seguendo il diktat del coach di Sementina l'Ambrì sta ancora "seminando" per raggiungere infine il suo obiettivo, possibilmente il più in fretta possibile... Ora l'ultimo round coi Tori poi sotto (da sabato) con il gironcino per un filotto di sfide roventi: la strada è tracciata, spazio ai verdetti del ghiaccio.

Commenti
 
Evry 6 mesi fa su tio
giò dò dida, e cercate di stare a galla nei PLAYOUT !
Potrebbe interessarti anche
Tags
ambrì
punti
season
playout
regular season
tori
leggerezza
rincorsa
vittorie
zugo
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -  Cookie e pubblicità online  -  Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-09-26 11:27:34 | 91.208.130.86