Keystone
ULTIME NOTIZIE Sport
SERIE A
6 min
Ufficiale: Eriksen è dell'Inter
I nerazzurri si sono accaparrati uno dei pezzi più pregiati sul mercato, sborsando una cifra che sfiora i 20 milioni di euro
SERIE A
58 min
Rodriguez da Gattuso?
Milan e Napoli avrebbero trovato un accordo: prestito con diritto di riscatto
TENNIS
2 ore
Sarà di nuovo Federer-Djokovic
Il serbo ha estromesso Raonic battendolo nei quarti 6-4, 6-3, 7-6
AUTOMOBILISMO
2 ore
Alex Fontana nel GT World Challenge Asia 2020
Nuova avventura in vista per il pilota ticinese
SWISS/NATIONAL LEAGUE
3 ore
«Bienne è ciò che cercavo. Horansky? Un affare per l'Ambrì»
Un anno in “B” per guadagnarsi una nuova chance in National League: missione compiuta per Riccardo Sartori
TENNIS
4 ore
«Una vittoria immeritata»
Roger Federer ha commentato l'incredibile successo colto nei quarti degli Australian Open: «Sono stato fortunato»
NATIONAL LEAGUE
5 ore
Ribaltone a Berna: Kossmann al posto di Jalonen
Per dare la caccia ai playoff gli Orsi hanno optato per l'avvicendamento in panchina
TENNIS
6 ore
Epico Federer: sopravvive a sette match point e vola in semifinale
Nuovo match al cardiopalmo per il basilese, avanti agli Australian Open superando 6-3, 2-6, 2-6, 7-6 (10-8), 6-3 Tennys Sandgren
LOS ANGELES
6 ore
Non solo Bryant: da Petrovic a Marciano, quante lacrime per i drammi dello sport
Lo schianto nel quale ha perso la vita Bryant è solo l'ultimo di una lunga serie di incidenti con un campione come protagonista
LOS ANGELES
16 ore
Acciacchi e famiglia, Kobe aveva scelto l'elicottero per necessità
In una recente intervista, Bryant aveva spiegato di aver deciso di abbandonare l'auto per poter guadagnare tempo per allenamenti e bambine
HCAP
20.01.2018 - 22:030
Aggiornamento : 21.01.2018 - 10:08

Ambrì (ancora) a gambe all'aria: il Langnau festeggia alla Valascia

Superati 2-3 dai bernesi, i biancoblù sono sempre più lontani dalla “zona salvezza”

AMBRÌ - Nuovo capitombolo dell'Ambrì, battuto 2-3 in casa dal Langnau e proprietario di una classifica sempre più magra.

Deluso dalla prestazione di Zugo, Luca Cereda ha mischiato le carte sperando in una reazione dei suoi. La scelta che più ha fatto rumore è stata quella di affidare le chiavi della porta a Karhunen, preferito a Conz. Messo in sovrannumero Taffe, agli eletti il coach biancoblù ha chiesto intensità e grinta, indispensabili per sgambettare un avversario in ottima salute. A differenza di 24 ore prima, queste “caratteristiche” non sono mancate. I leventinesi hanno infatti almeno messo sul ghiaccio la voglia, dando vita a una partita intensa – anche se non certo bellissima – contro i bernesi.

Poche occasioni e molte spallate? Importante era mostrarsi concreti. Questo hanno fatto, almeno inizialmente, i padroni di casa, riusciti a passare in vantaggio al 14' con Gautschi e a tenere a lungo gli avversari lontani dalla propria gabbia. Il disegno sopracenerino sarebbe stato compiuto perfettamente se non fosse arrivato, indigesto, al 19' il pari di Gagnon. L'1-1 della prima sirena ha infatti un po' smorzato le velleità dell'Ambrì, dando invece forza a un Langnau riscopertosi, ultimamente, solidissimo.

E con lo stesso piglio mostrato contro Losanna, Lugano e Kloten, ovvero le ultime tre sfide giocate e vinte, i bernesi hanno rapidamente imposto il ritmo desiderato al match. I biancoblù hanno tentato di riprendere in mano le redini dell'incontro ma non sono riusciti a imporsi, finendo anzi con l'incassare pure l'1-2, siglato al 28' da Neukom. Sull'orlo del baratro i leventinesi hanno dato fondo a ogni energia, fisica e mentale, rimasta loro, non mostrandosi però mai davvero in grado di aumentare la pressione sulla difesa guidata da Ciaccio. Il tanto sospirato “rientro” non è quindi avvenuto. Cinico e parecchio pratico è invece stato il Langnau a passare ancora con Gustafsson (52'), garantendosi un pizzico di tranquillità. Match chiuso? Per nulla: un'invenzione di Müller (53') ha infatti permesso ai ticinesi di farsi nuovamente sotto. La zampata del 23enne si è però dimostrata un guizzo isolato. Non ne sono arrivati altri e così il punteggio non è più cambiato fino al 60'.

Ambrì quasi certo della finale playout – a meno di ribaltoni negli ultimi incontri di regular season e nelle prime sei sfide di postseason - Langnau quasi salvo e ancora in corsa per i playoff. Prima del weekend, prima anche solo della partita della Valascia, le speranze dei tifosi biancoblù erano altre...

AMBRÌ-LANGNAU 2-3 (1-1, 0-1, 1-1)
Reti: 13'48” Gautschi (Müller) 1-0; 18'41” Gagnon 1-1; 27'45” Neukom (Thuresson) 1-2; 51'15” Gustafsson 1-3; 52'27” Müller 2-3.
AMBRÌ: Karhunen; Zgraggen, Plastino; Gautschi, Fora; Pinana, Ngoy; Jelovac, Mazzolini; Zwerger, D'Agostini, Monnet; Kubalik, Müller, Guggisberg; Lauper, Goi, Lhotak; Bianchi, Kostner, Trisconi.
Penalità: Ambrì 3x2'; Langnau 4x2'.
Note: Valascia, 4'872 spettatori. Arbitri: Massy, Prugger, Altmann e Kovacs.

Guarda le 4 immagini
Commenti
 
Evry 2 anni fa su tio
Ma cerano dei tifosi HCAP che credevano ancora alla Beffana?
David Balzo 2 anni fa su fb
Fortissimo Fora ????????????
Evry 2 anni fa su tio
Comunque continuano le tante "sparlate al vento" ci vogliono fatti concreti, teste limpide e l'umiltà neccessaria, non castelli di nuvole !!!!
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-28 14:59:09 | 91.208.130.86