MON Canadiens
1
OTT Senators
2
fine
(0-0 : 1-1 : 0-0 : 0-1)
NY Rangers
4
WAS Capitals
1
fine
(0-0 : 1-0 : 3-1)
MON Canadiens
NHL
1 - 2
fine
0-0
1-1
0-0
0-1
OTT Senators
0-0
1-1
0-0
0-1
1-0 SUZUKI
21'
 
 
 
 
30'
1-1 PAGEAU
 
 
61'
1-2 TKACHUK
21' 1-0 SUZUKI
PAGEAU 1-1 30'
TKACHUK 1-2 61'
Start delayed.
Ultimo aggiornamento: 21.11.2019 05:10
NY Rangers
NHL
4 - 1
fine
0-0
1-0
3-1
WAS Capitals
0-0
1-0
3-1
1-0 PANARIN
22'
 
 
2-0 PANARIN
44'
 
 
3-0 BUCHNEVICH
45'
 
 
 
 
48'
3-1 KUZNETSOV
4-1 HOWDEN
54'
 
 
22' 1-0 PANARIN
44' 2-0 PANARIN
45' 3-0 BUCHNEVICH
KUZNETSOV 3-1 48'
54' 4-1 HOWDEN
Start delayed.
Ultimo aggiornamento: 21.11.2019 05:10
Keystone
+ 3
ULTIME NOTIZIE Sport
CHAMPIONS HOCKEY LEAGUE
6 ore
Red Bull ottava sorella: in gol anche l'ex Lugano Sanguinetti
La compagine di Monaco ha liquidato il Yunost Minsk 6-0 e nei quarti di finale se la vedrà con il Djurgardens
FORMULA 1
6 ore
«La Ferrari è un posto strano, non andarci»
Bernie Ecclestone ha messo in guardia Hamilton, che nel 2021 potrebbe cambiare scuderia: «Fossi in lui vincerei un altro titolo e mi ritirerei»
VIDEO
NHL
6 ore
Che parata di Fleury: l'intervento è strepitoso (e salva i suoi!)
L'estremo difensore dei Vegas Golden Knights si è regalato il 450esimo successo in carriera
PREMIER LEAGUE
8 ore
«Mou senz'anima, è tutto quello che il Tottenham ha sempre evitato»
Spurs: via Pochettino, dentro lo SpecialOne. Stan Collymore: «È fantastico come qualcuno si sia bevuto il "Mourinho vincente" senza alcun riguardo per chi lascia il club...»
SUPER LEAGUE
10 ore
«Stéphane Henchoz è un falso...»
Il portiere del Sion - Kevin Fickentscher - non ha per niente apprezzato le ultime dichiarazioni del suo ex allenatore: «È impossibile per me lavorare con personaggi del genere, mi ha deluso»
FUTSAL
11 ore
Svizzera vice-campione del Mondo
Grande risultato della Nazionale maschile rossocrociata, seconda alla Coppa del Mondo Futsal per sordi che si è svolta a Winterthur
VIDEO
CHAMPIONS LEAGUE
12 ore
La perla di Toni Rajala è valsa i quarti al Bienne...
In occasione del 2-1 finale siglato all'overtime, l'attaccante finlandese dei seelanders ha mandato letteralmente in panico tre giocatori dell'Augsburg
FORMULA 1
13 ore
Ferrari, 40'000'000 per liberarsi di Vettel
L'incidente di Interlagos è stato la goccia che ha fatto traboccare il vaso. A Maranello stanno pensando di lasciar libero il tedesco, che però ha ancora un anno di ricchissimo contratto
NATIONAL LEAGUE
14 ore
Inossidabile Beat Gerber, un altro anno da orso
Il difensore 37enne ha rinnovato il proprio accordo con il Berna. La prossima sarà la 18esima stagione con il club della Capitale
NATIONAL LEAGUE
14 ore
Wick firma fino al 2021, poi sarà ritiro
L'attaccante 33enne ha rinnovato per un'ulteriore stagione il proprio accordo con lo Zurigo
MOTOGP
15 ore
Marc Marquez: «Alex con me in Honda? Lo avrei preferito in un altro box»
Il campione del Mondo della classe regina ha commentato l'arrivo del fratello nel team ufficiale HCR: «Mi è stato chiesto un parere, non potevo dire di no. Cercherò di dargli alcuni consigli, ma...»
L'OSPITE – ARNO ROSSINI
18 ore
«Vlado da incatenare e da portare a Muri»
La Svizzera andrà all'Europeo senza il suo selezionatore, tentato dal Napoli? «Il suo eventuale rinnovo è anche una scelta politica»
NATIONAL LEAGUE
19 ore
Clark squalificato, contro il Lugano non ci sarà
L'attaccante del Rapperswil ha rimeditato un turno di stop per un colpo di bastone ai danni di Noah Rod
HCAP
24.09.2017 - 18:220
Aggiornamento : 25.09.2017 - 08:56

Ambrì, tre punti gettati al vento

Due imperdonabili reti subite in superiorità numerica sono costate caro ai biancoblù: alla Vaillant Arena finisce 4-2 per il Davos

DAVOS - Nessun riscatto per l'Ambrì il quale, dopo la delusione del sabato, ha masticato amaro anche domenica: a Davos i biancoblù sono infatti stati battuti 2-4.

Dopo la sconfitta al cospetto dello Zurigo, i leventinesi si sono presentati a Davos decisi a riscattarsi. L’inizio della sfida della Vaillant Arena si è tuttavia rivelato un incubo per loro, costretti a rincorrere già dopo nove secondi a seguito della rete di Little, troppo libero di firmare il vantaggio su un ottimo suggerimento di Ambühl. Superata la disastrosa entrata in materia, i biancoblù hanno però avuto il merito di rialzare la testa, mettendo sul ghiaccio grande grinta e aggressività, senza tuttavia dimostrarsi efficaci nelle trame offensive, apparse troppo confusionali. Lo stesso Davos, dopo un avvio scoppiettante, si è rivelato troppo impreciso in fase d’impostazione, consentendo ai rivali di acquisire fiducia minuto dopo minuto. Al 14’33’’ Dominic Zwerger si è inventato il meritato pareggio con uno splendido tiro che non ha lasciato scampo a Gilles Senn. Galvanizzati dal pari, gli ospiti hanno chiuso in crescendo il primo periodo, ma né Lauper né soprattutto Bianchi sono riusciti a concretizzare le rispettive ghiottissime opportunità.

La confusione del gioco messa in evidenza nel primo periodo si è confermata nel terzo centrale, in cui il confronto ha faticato a prendere slancio a causa dall’estrema (e simile) pressione messa in pista dalle due formazioni, che ha quasi sempre indotto le rispettive difese a compiere scelte affrettate e inconcludenti. Numerose sono state inoltre le penalità fischiate, che hanno contributo a spezzare il ritmo dell’incontro, e in cui nessuna squadra si è dimostrata incisiva. Come nel finale di primo tempo, l’Ambrì ha chiuso in crescita, andando a trovare il primo vantaggio della serata al 38’43’’ grazie a un'ottima azione personale di Müller (alla prima rete in NLA con la maglia biancoblù).

Fora e compagni hanno iniziato con personalità il terzo conclusivo, facendosi preferire ai grigionesi nei primi cinque minuti. I padroni di casa hanno però in seguito improvvisamente alzato il ritmo e messo in difficoltà la retoguardia sopracenerina. Captato il momento più critico dell’incontro, Luca Cereda ha cercato di scuotere i suoi chiamando un timeout al 49’, ma una volta tornati sul ghiaccio i biancoblù si sono visti trafiggere dalla staffilata di Nygren che ha approfittato della superiorità numerica (ingenua la penalità di Jelovac) per firmare il pareggio al 50’05’’. L’Ambrì ha avuto subito l’occasione per tornare in vantaggio, ma dalla penalità finita sui conti di Ambühl, incredibilmente, sono invece nate due reti in ‘shorthand’ da parte dei grigionesi. In poco meno di un minuto Sciaroni e Walser hanno infatti sfruttato due disattenzioni difensive degli ospiti per portare il risultato sul 4-2. Un imperdonabile passaggio a vuoto da cui gli uomini di Cereda non sono riusciti a riprendersi nei minuti finale.

DAVOS-AMBRÌ 4-2 (1-1; 0-1; 3-0)
Reti: 0'09" Little (Ambühl, Marc Wieser) 1-0; 14'33 Zwerger (Emmerton, Taffe/esp. Barandun) 1-1; 38'43" Müller 1-2; 50'05" Nygren (Du Bois/esp. Jelovac) 2-2; 51'43" Sciaroni (Marc Wieser, Nygren/esp. Ambühl!) 3-2; 52'30" Walser (esp. Ambühl!) 4-2.
AMBRÌ: Conz; Zgraggen, Plastino; Pinana, Fora; Ngoy, Jelovac; Collenberg; Zwerger, Emmerton, D’Agostini; Berthon, Taffe, Lauper; Monnet, Müller, Lhotak; Bianchi, Kostner, Trisconi; Incir
Penalità: Davos 5 x 2’; Ambrì 5 x 2’
Note: Vaillant Arena, 4’404 spettatori. Arbitri: Nikolic, Wehrli; Castelli, Kovacs, Ambrì privo di Stucki, Gautschi, Hrabec, Trunz e Guggisberg.

Keystone
Guarda tutte le 7 immagini
Commenti
 
sergejville 2 anni fa su tio
E gli assenti in casa Davos? Forse è il caso di nominare Lindgren, Schneeberger, Heldner, Corvi e D.Wieser...
Meridiana 2 anni fa su tio
Sempre troppi schiamazzi e Bla Bla, VOGLIAMO CVONCRETEZZA E FATTI. AUGURI
Ivan De Filippis 2 anni fa su fb
??
Tiziano Regazzoni 2 anni fa su fb
Se continua di questo passo.......!
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-21 05:39:48 | 91.208.130.85