Keystone
+3
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
FORMULA 1
4 ore
Vettel, buio pesto: «Non sono contento della macchina»
La Ferrari ha deluso nelle qualifiche. Seb scatterà undicesimo, Leclerc settimo: «Difficile fare miracoli»
SERIE A
12 ore
Tris Milan, la Lazio s'inchina e scivola a -7 dalla Juve
I biancocelesti di Simone Inzaghi crollano all'Olimpico: a segno Calhanoglu, Ibrahimovic e Rebic
SUPER LEAGUE
13 ore
Zurigo padrone al Letzigrund
I tigurini si sono imposti 2-0 sul Servette, agganciato al quarto posto (41 punti)
PODGORICA
14 ore
Covid-19, aumentano i casi: stop al campionato
La Federcalcio montenegrina ha preso questa decisione in attesa di vedere gli sviluppi della situazione
SUPER LEAGUE
15 ore
Il Basilea non sbaglia: Xamax ancora al tappeto
I neocastellani, ultimi in classifica e al quarto ko filato, sono stati sconfitti 2-0 al St. Jakob
CHALLENGE LEAGUE
15 ore
Un punto per il Chiasso di Lupi
I momò, impegnati al Riva IV, hanno pareggiato 1-1 con lo Sciaffusa
SERIE A
16 ore
La Juve si prende il derby, Buffon da record
La Vecchia Signora, trascinata dai suoi assi, piega 4-1 il Toro. Per Gigi sono 648 in A, superato Maldini
MERCATO
17 ore
«Messi e CR7 insieme alla Juve? È possibile, in molti lo vogliono»
L'ex fantasista di Milan e Barcellona fa sognare i tifosi bianconeri
FORMULA 1
19 ore
Pole di Bottas e buio Ferrari: disastro Vettel
La Mercedes domina le qualifiche del GP d'Austria al Red Bull Ring. Terzo Verstappen. Male la Rossa
NATIONAL LEAGUE
21 ore
Davos, rinnova anche Dario Meyer
L'attaccante 23enne ha firmato fino al 2021
LIGA
23 ore
Messi spaventa il Barça: l'addio è possibile
La Pulce ha interrotto le trattative per il rinnovo contrattuale con i blaugrana
FORMULA 1
1 gior
Verstappen non ci sta: «Tempi bugiardi»
Il pilota della Red Bull è fiducioso in vista del GP d'Austria: «Ho trovato il ritmo giusto»
MOTO GP
1 gior
Quartararo accusato di aver violato le regole sui test
Il pilota francese è finito sotto inchiesta per presunte irregolarità nei test pre stagionali
HCAP
24.09.2017 - 18:220
Aggiornamento : 25.09.2017 - 08:56

Ambrì, tre punti gettati al vento

Due imperdonabili reti subite in superiorità numerica sono costate caro ai biancoblù: alla Vaillant Arena finisce 4-2 per il Davos

DAVOS - Nessun riscatto per l'Ambrì il quale, dopo la delusione del sabato, ha masticato amaro anche domenica: a Davos i biancoblù sono infatti stati battuti 2-4.

Dopo la sconfitta al cospetto dello Zurigo, i leventinesi si sono presentati a Davos decisi a riscattarsi. L’inizio della sfida della Vaillant Arena si è tuttavia rivelato un incubo per loro, costretti a rincorrere già dopo nove secondi a seguito della rete di Little, troppo libero di firmare il vantaggio su un ottimo suggerimento di Ambühl. Superata la disastrosa entrata in materia, i biancoblù hanno però avuto il merito di rialzare la testa, mettendo sul ghiaccio grande grinta e aggressività, senza tuttavia dimostrarsi efficaci nelle trame offensive, apparse troppo confusionali. Lo stesso Davos, dopo un avvio scoppiettante, si è rivelato troppo impreciso in fase d’impostazione, consentendo ai rivali di acquisire fiducia minuto dopo minuto. Al 14’33’’ Dominic Zwerger si è inventato il meritato pareggio con uno splendido tiro che non ha lasciato scampo a Gilles Senn. Galvanizzati dal pari, gli ospiti hanno chiuso in crescendo il primo periodo, ma né Lauper né soprattutto Bianchi sono riusciti a concretizzare le rispettive ghiottissime opportunità.

La confusione del gioco messa in evidenza nel primo periodo si è confermata nel terzo centrale, in cui il confronto ha faticato a prendere slancio a causa dall’estrema (e simile) pressione messa in pista dalle due formazioni, che ha quasi sempre indotto le rispettive difese a compiere scelte affrettate e inconcludenti. Numerose sono state inoltre le penalità fischiate, che hanno contributo a spezzare il ritmo dell’incontro, e in cui nessuna squadra si è dimostrata incisiva. Come nel finale di primo tempo, l’Ambrì ha chiuso in crescita, andando a trovare il primo vantaggio della serata al 38’43’’ grazie a un'ottima azione personale di Müller (alla prima rete in NLA con la maglia biancoblù).

Fora e compagni hanno iniziato con personalità il terzo conclusivo, facendosi preferire ai grigionesi nei primi cinque minuti. I padroni di casa hanno però in seguito improvvisamente alzato il ritmo e messo in difficoltà la retoguardia sopracenerina. Captato il momento più critico dell’incontro, Luca Cereda ha cercato di scuotere i suoi chiamando un timeout al 49’, ma una volta tornati sul ghiaccio i biancoblù si sono visti trafiggere dalla staffilata di Nygren che ha approfittato della superiorità numerica (ingenua la penalità di Jelovac) per firmare il pareggio al 50’05’’. L’Ambrì ha avuto subito l’occasione per tornare in vantaggio, ma dalla penalità finita sui conti di Ambühl, incredibilmente, sono invece nate due reti in ‘shorthand’ da parte dei grigionesi. In poco meno di un minuto Sciaroni e Walser hanno infatti sfruttato due disattenzioni difensive degli ospiti per portare il risultato sul 4-2. Un imperdonabile passaggio a vuoto da cui gli uomini di Cereda non sono riusciti a riprendersi nei minuti finale.

DAVOS-AMBRÌ 4-2 (1-1; 0-1; 3-0)
Reti: 0'09" Little (Ambühl, Marc Wieser) 1-0; 14'33 Zwerger (Emmerton, Taffe/esp. Barandun) 1-1; 38'43" Müller 1-2; 50'05" Nygren (Du Bois/esp. Jelovac) 2-2; 51'43" Sciaroni (Marc Wieser, Nygren/esp. Ambühl!) 3-2; 52'30" Walser (esp. Ambühl!) 4-2.
AMBRÌ: Conz; Zgraggen, Plastino; Pinana, Fora; Ngoy, Jelovac; Collenberg; Zwerger, Emmerton, D’Agostini; Berthon, Taffe, Lauper; Monnet, Müller, Lhotak; Bianchi, Kostner, Trisconi; Incir
Penalità: Davos 5 x 2’; Ambrì 5 x 2’
Note: Vaillant Arena, 4’404 spettatori. Arbitri: Nikolic, Wehrli; Castelli, Kovacs, Ambrì privo di Stucki, Gautschi, Hrabec, Trunz e Guggisberg.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Keystone
Guarda tutte le 7 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
sergejville 2 anni fa su tio
E gli assenti in casa Davos? Forse è il caso di nominare Lindgren, Schneeberger, Heldner, Corvi e D.Wieser...
Meridiana 2 anni fa su tio
Sempre troppi schiamazzi e Bla Bla, VOGLIAMO CVONCRETEZZA E FATTI. AUGURI
Ivan De Filippis 2 anni fa su fb
??
Tiziano Regazzoni 2 anni fa su fb
Se continua di questo passo.......!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-05 12:07:27 | 91.208.130.86