Arsenal
1
Olympiakos Piraeus
2
fine
(0-0 : 0-1 : 1-1)
MON Canadiens
NY Rangers
01:00
 
TB Lightning
CHI Blackhawks
01:00
 
FLO Panthers
TOR Leafs
01:00
 
Arsenal
EUROPA LEAGUE
1 - 2
fine
0-0
0-1
1-1
Olympiakos Piraeus
0-0
0-1
1-1
 
 
20'
BA OUSSEYNOU
 
 
53'
0-1 CISSE PAPE ABOU
 
 
58'
CAMARA MADY
1-1 AUBAMEYANG PIERRE-EMERICK
113'
 
 
 
 
119'
1-2 EL-ARABI YOUSSEF
BA OUSSEYNOU 20'
CISSE PAPE ABOU 0-1 53'
CAMARA MADY 58'
113' 1-1 AUBAMEYANG PIERRE-EMERICK
EL-ARABI YOUSSEF 1-2 119'
First leg (1-0), agg (2-2), OLYMPIAKOS PIRAEUS, AET.
Venue: Emirates Stadium.
Turf: Desso GrassMaster (Surface composed of natural grass combined with artificial fibres).
Capacity: 60.260.
Referee: Davide Massa (ITA).
Assistant referees: Filippo Meli (ITA), Alberto Tegoni (ITA).
Fourth official: Piero Giacomelli (ITA).
Video Assistant Referee: Michael Fabbri (ITA).
Assistant Video Assistant Referee: Stefano Alassio (ITA).
28/2: Europa League round of 16 draw.
Ultimo aggiornamento: 28.02.2020 00:11
MON Canadiens
NHL
0 - 0
01:00
NY Rangers
Ultimo aggiornamento: 28.02.2020 00:11
TB Lightning
NHL
0 - 0
01:00
CHI Blackhawks
Ultimo aggiornamento: 28.02.2020 00:11
FLO Panthers
NHL
0 - 0
01:00
TOR Leafs
Ultimo aggiornamento: 28.02.2020 00:11
Keystone
ULTIME NOTIZIE Sport
EUROPA LEAGUE
1 ora
Inter sì, Ajax a casa
Piegato il Ludogorets, i nerazzurri sono approdati agli ottavi di finale. Fuori i Lancieri, Porto, Benfica e Sporting.
SERIE A
1 ora
Juve-Inter (e altre) in silenzio, e il ciclismo...
L'allarme relativo al coronavirus ha spinto alla chiusura di cinque stadi e allo stop della gara ciclistica.
EUROPA LEAGUE
3 ore
Il Basilea non stecca
Già chiuso il discorso qualificazione all'andata, contro i ciprioti i renani hanno pensato a "gestire" il match.
NATIONAL LEAGUE
3 ore
Coronavirus: porte chiuse anche a Rapperswil
Come misura preventiva l'incontro di domani sera tra il Rappi e il Lugano si disputerà a porte chiuse
NATIONAL LEAGUE
4 ore
Terremoto a Losanna: cacciato Peltonen
A due giornate dalla fine della regular season i Leoni vodesi hanno firmato un incredibile ribaltone.
FORMULA 1
5 ore
«Vettel è la nostra prima scelta»
La Ferrari ha piena fiducia nel tedesco, nonostante una scorsa stagione al di sotto delle aspettative
TENNIS
6 ore
Piange Belinda
Contro la Kuznetsova, Belinda è rimasta a bocca asciutta
SWISS LEAGUE
6 ore
Rockets a porte aperte
La Raiffeisen BiascArena? Tutto a posto: non chiuderà precauzionalmente a causa del coronavirus
HCAP
8 ore
Ambrì-Davos senza pubblico: ecco le direttive del club biancoblù
Il rimborso del biglietto è possibile rivolgendosi al punto vendita in cui è stato acquistato
HCL
8 ore
Coronavirus, Lugano-Ambrì: istruzioni per l'eventuale rimborso dei biglietti
L’iter si differenzia a dipendenza del canale di acquisto del ticket
HCL
01.03.2017 - 10:160
Aggiornamento : 17:03

Hofmann sfida Pestoni: «Inti e i Lions sono pericolosi, ma il Lugano è in grado di battere chiunque»

Il numero 15 bianconero si è espresso in merito all'imminente inizio dei quarti di finale dei playoff: «Fazzini e Lapierre? Sono molto importanti per noi, ma abbiamo bisogno di tutti»

LUGANO - Nella serata di sabato 4 marzo il Lugano affronterà lo Zurigo in gara-1 dei quarti di finale playoff. I bianconeri sono pronti e non vedono l'ora di creare la sorpresa, nonostante in regular season i Lions abbiano conquistato la bellezza di 31 punti in più di loro. Fra i giocatori più in forma del momento c'è anche Gregory Hofmann, il quale nelle ultime partite della stagione è cresciuto notevolmente.

Gregory Hofmann, il Lugano ha sicuramente l'adrenalina a mille. Come vedi la squadra in vista di sabato?
«Il gruppo è sicuramente molto carico e fiducioso dopo le ultime cinque partite della regular season vinte consecutivamente. Non abbiamo sempre espresso un ottimo hockey, anche se siamo riusciti a costruire uno zoccolo duro soprattutto in fase difensiva, dove siamo migliorati molto. Vedo la squadra pronta per affrontare questi playoff».

Un paio di mesi fa eravate un po' allo sbando, ma nel momento giusto avete tirato fuori le unghie e siete diventati nuovamente una vera squadra...
«Ovviamente è sempre meglio vincere le ultime partite della regular season di modo da avere il morale necessario in vista dei playoff, piuttosto che perderle e non essere sicuri di come potranno iniziare. Era assolutamente necessario finire con il piede giusto la stagione regolare e così facendo siamo diventati consapevoli dei nostri mezzi».

...e personalmente come ti senti? Nelle ultime gare sei cresciuto molto e il Lugano ha bisogno delle tue reti...
«Non vedo l'ora di scendere sul ghiaccio. È stata una stagione con tanti alti e bassi e per me sarà importante aiutare subito la squadra soprattutto sul piano offensivo. Avremo in ogni caso bisogno delle qualità di tutti i giocatori e ognuno dovrà dare qualcosa in più, solo così potremo vincere la serie contro una corazzata come lo Zurigo».

Due parole sul tuo amico Fazzini: anche lui è diventato molto importante per la squadra...
«"Fazz" è letteralmente esploso e sono veramente felice per lui perché lavora sempre molto duramente sul ghiaccio. In passato non ha ricevuto lo spazio che meritava, ma ha dimostrato di farsi trovare pronto quando è stato chiamato in causa. In questo momento è sicuramente un giocatore in più per noi: con la sua energia e le sue giocate è anche in grado di trascinare i compagni».

Pensi che i Lions possano essere l'avversario giusto dei quarti di finale?
«Hanno disputato un'ottima stagione, hanno un grandissimo potenziale e si ritrovano ad avere il vantaggio del ghiaccio, ma il Lugano è in grado di battere chiunque. Sarà importante entrare in questi playoff con il piede giusto, trovare subito il nostro ritmo e provare a vincere già gara-1, anche se non sarà per niente semplice. I Lions saranno comunque più sotto pressione rispetto a noi, dato che non vorranno assolutamente uscire per il secondo anno consecutivo al primo turno. Prevedo una sfida interessante con tanto ritmo, velocità ed emozioni».

Pestoni ti fa paura? Per lui sarà sicuramente un derby e avrà una marcia in più...
«Conosco bene Inti e so che sarà pronto. Nonostante non abbia avuto una stagione facile è sempre un giocatore molto temibile. Magari sul ghiaccio non lo si vede per due tempi, ma nel giro di 10' è in grado di realizzare una doppietta o di fornire due assist vincenti. Dovremo in ogni caso fare attenzione a tutti i giocatori dei Lions».

Commenti
 
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-28 00:27:42 | 91.208.130.89