ULTIME NOTIZIE Sport
UDINE
1 ora
Behrami è nostalgico: «Calciatore? Avrei preferito restare a vivere fra le pannocchie...»
Il centrocampista ha rilasciato una lunga intervista sulla sua vita: «Il mondo del calcio è fantastico, ma va tutto molto veloce. Lara? Quando torna dalle gare le faccio trovare la cena pronta...»
NATIONAL LEAGUE
1 ora
Tegola Zugo, Genoni è out
L'estremo difensore dei Tori si è infortunato agli adduttori e dovrà stare lontano dal ghiaccio per circa tre settimane
NATIONAL LEAGUE
2 ore
«Avevo lasciato un gruppo come questo. Kubalik? All-in per seguire i suoi sogni»
Samuel Guerra, tornato a Davos dopo le avventure a Zurigo e Ambrì, è alla seconda esperienza in gialloblù: «Inizio buono, ma il difficile comincia ora. Anche noi svizzeri dobbiamo tirare il carro»
LIGUE 1
2 ore
La rabbia del Lilla contro Mourinho: «Che classe comportarsi così!»
L'allenatore dei francesi Christophe Galtier ha attaccato il nuovo tecnico del Tottenham, reo di avergli "scippato" il vice allenatore e il coach dei portieri senza nemmeno avvisarlo
SERIE A
3 ore
Brescia & Balotelli è già tensione: il 29enne allontanato dall'allenamento
Il tecnico dei lombardi Fabio Grosso ha deciso di spedire anzi tempo sotto la doccia il giocatore a causa del suo atteggiamento svogliato
NATIONAL LEAGUE
5 ore
187 punti in 180 match non sono bastati: il Losanna liquida Jeffrey
La società vodese ha informato il proprio TopScorer che sarà libero di scegliersi un'altra squadra al termine del corrente campionato: «Ci serve un altro profilo di giocatore»
COPPA DAVIS
5 ore
Ritiri e orari assurdi, ma Piqué attacca Federer: «Pensi quello che vuole»
La nuova Coppa Davis piace a pochi e sta facendo discutere. Fognini: «Finalmente è finita... 4:18. È normale?». Nel frattempo Piqué critica King Roger: «Lui ha il suo torneo...»
SUPER LEAGUE
6 ore
Kakabadze ai box
Il Lucerna non potrà contare sul 24enne georgiano per diverse settimane
NATIONAL LEAGUE
7 ore
Rapperswil, rinnova Noël Bader
Il portiere 23enne ha esteso il suo accordo con i sangallesi fino al 2022
SUPER LEAGUE
8 ore
«Se sei ultimo ti brucia il c**o»
Ultimo ma non allo sbando, il Thun pensa alla rimonta. Rapp: «Non cambiamo nulla. Guai a farlo o a mettersi a inventare qualcosa adesso. Perdere la testa non ha senso»
NATIONAL LEAGUE
9 ore
Lo Zurigo si tiene stretto Noreau
Il difensore canadese ha rinnovato fino al 2022 il suo accordo con i Lions. Sven Leuenberger: «Maxim dà impulsi importanti al nostro gioco»
HCL
18.07.2016 - 09:000
Aggiornamento : 14:56

Lugano, Columbus e l'amore per i colori bianconeri: parla Elvis Merzlikins

Il giovane portiere del Lugano ha spiegato il perché della scelta di firmare un triennale senza clausole d'uscita per la NHL: «Voglio essere pronto e voglio prima vincere con questo gruppo fantastico»

LUGANO - La finale persa contro il Berna è ormai alle spalle, così come l'intensa primavera e l'inizio d'estate che ha vissuto "in giro" per il Mondo: Elvis Merzlikins ha in mente solo la prossima stagione da vivere con la maglia del Lugano. Il suo futuro a medio e a lungo termine sarà a tinte bianconere: il rinnovo contrattuale, della durata di tre anni, ha stupito tutti - compreso i Colombus Blue Jackets - ma ha sottolineato ancora una volta la maturità acquisita dal 22enne che ha deciso di scommettere su sè stesso e sul Lugano.

«Di sicuro non mi sono annoiato durante gli ultimi mesi - ha esordito sorridendo il numero 30 bianconero - Il Mondiale è stato un ottimo palcoscenico, un grande banco di prova e una cosa nuova che mi ha permesso di vivere un'esperienza importante: ho visto dal vivo diversi giocatori fortissimi, così come Bobrovsky. Giocare contro il portiere titolare dei Blue Jackets è stato importante per capire cosa mi manca ancora per essere un top player nel nostro ruolo».

Dopo il Mondiale Elvis è tornato a Lugano prima di volare in Svezia per un camp di allenamento per portieri per poi spostarsi proprio a Columbus per allenarsi con quella che, probabilmente, diventerà fra tre anni la sua squadra in NHL. «È vero, ho continuato ad allenarmi, cercando di perfezionarmi: è giusto migliorare, è sempre corretto cercare di limare quei dettagli tecnici che possono fare la differenza. Puoi imparare da qualsiasi allenatore e anche tu giocatore magari puoi dare dei consigli a loro; durante questi camp si confrontano le diverse idee, si cerca sempre di trovare la via giusta per salire di livello».

Quello che ha però sorpreso tutti, durante questi ultimi mesi, è stato il nuovo contratto sottoscritto da Elvis col Lugano: nonostante la volontà del giovane lettone di affrontare l'avventura in NHL, ecco la firma su un triennale, con scadenza nel 2019, senza clausole di uscita verso il Nord America. «Non è stata una scelta facile, è chiaro che il sogno della NHL è sempre lì vivo e presente: so che è il mio obiettivo. Però le cose una volta giunto in Nord America possono andarti bene così come andarti male; per questo ho deciso di restare qui a Lugano più a lungo, accettando di affrontare questi che saranno i miei ultimi tre anni in Svizzera in seno a questa incredibile squadra senza voler correre troppo, per cercare di imparare tutto, per stabilizzarmi sui miei livelli di gioco, potendo così attraversare l'Oceano conscio di potermela giocare in NHL», ha spiegato.

Convinto e fiero della sua scelta, Merzlikins ha voluto però sottolineare altri due aspetti: la reazione dei Blue Jackets e un altro importante motivo per il quale ha deciso di restare a Lugano. «In America non sono stati molto felici, io ho voluto rischiare e ho spiegato loro la mia scelta e i miei motivi. Siamo sempre in contatto, vengono a vedermi, ci sentiamo e probabilmente il loro allenatore dei portieri verrà qualche volta a Lugano. Ciò che però mi ha convinto a restare qui è la riconoscenza e l'amore che ho per questa squadra: non ho e non avrò problemi a lasciare Lugano, ma non ora, non adesso. Credo in questo gruppo, in questa società, l'anno scorso siamo arrivati a un passo dalla vittoria e sono convinto che la conquisteremo nei prossimi campionati. Mi sento da Dio qui e tutti noi, tutto lo staff tecnico e dirigenziale e i tifosi lo meritano: se riuscirò a migliorare in questi tre anni sarà anche merito loro e quindi anche per questo ho scelto di restare qui», ha concluso un Elvis incredibilmente maturo e conscio dei suoi limiti e delle sue forze.

Qual è stato il tuo giocatore preferito dello scorso campionato di LNA? Partecipa al sondaggio su tio.ch/mppsemi

Commenti
 
sergejville 3 anni fa su tio
Carattere, qualità, coraggio, cuore: Elvis Merzlikins!
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-21 23:38:51 | 91.208.130.87