Partite in calendario
20.05.2018
Serie A
Genoa
  
15:00
Torino
Cagliari
  
18:00
Atalanta
Chievo
  
18:00
Benevento
Udinese
  
18:00
Bologna
Napoli
  
18:00
Crotone
Milan
  
18:00
Fiorentina
SPAL
  
18:00
Sampdoria
Lazio
  
20:45
Inter
Sassuolo
  
20:45
Roma
NHL
TB Lightning
 3 - 2 
fine
2-0
1-1
0-1
WAS Capitals
WIN Jets
  
21:00
VEGAS Knights
Mondiali
Usa
  
15:45
Canada
Svezia
  
20:15
Svizzera
 
ULTIME NOTIZIE Sport
GIOCHI 2018
14.02.2018 - 15:320
Aggiornamento 15.02.2018 - 04:08

La Nazionale è pronta: «È positivo iniziare con il Canada»

L'ex attaccante di Lugano e Ambrì, Stefano Togni, si è espresso in merito all'esordio della Nazionale elvetica alle Olimpiadi di PyeongChang

PYEONGCHANG (Corea del Sud) - Nella giornata di domani - giovedì 15 febbraio - la Nazionale svizzera di hockey disputerà la prima partita del Gruppo A ai Giochi Olimpici di PyeongChang (ore 13.10).

Per l'occasione i ragazzi di Patrick Fischer se la vedranno contro il Canada che però, come noto, non potrà schierare le proprie stelle di NHL. «Sarà una partita molto difficile, dura fisicamente e anche se in pista non ci saranno i migliori giocatori, il Canada è una delle squadre candidate al successo finale», ha analizzato l'ex attaccante di Lugano e Ambrì degli anni '90 Stefano Togni. «Quando un canadese “mette” la foglia d'acero sul petto si trasforma e per ognuno le Olimpiadi sono una vetrina molto importante per la carriera. Faranno di tutto per farsi notare».

Alcuni canadesi convocati in nazionale provengono dal campionato svizzero e conoscono quindi i loro avversari: pensi che potrebbe essere uno svantaggio? «Credo che per i rossocrociati questa situazione debba essere un incentivo in più, per dimostrare che anche il livello dei giocatori elvetici si è alzato e che si può competere contro chiunque a livello internazionale. Sono inoltre dell'idea che sia positivo iniziare il percorso olimpico contro il Canada, per abituarsi immediatamente a un ritmo di gioco elevato». 

Che Olimpiade ti aspetti? «Sono davvero curioso di vedere cosa succederà senza i giocatori di NHL e quali saranno le squadre che ne beneficeranno maggiormente. L'obiettivo della Svizzera? Deve essere quello di portare assolutamente a casa una medaglia e sono sicuro che Fischer abbia lavorato molto bene psicologicamente in questo senso sul gruppo. Oltre a questo l'head-coach ha accumulato una certa esperienza negli ultimi anni, è in grado di motivare al meglio ogni singolo giocatore ed è riuscito a creare una squadra solida con un gioco efficace. Le sensazioni sono buone».

Commenti
 
Evry 3 mesi fa su tio
In fatti, tante parole al vento e il "Pescatore" che pur avendo a disposizione una buona rosa di giocatori ( i migliori ) non è capace di impostare un gioco concreto.
Potrebbe interessarti anche
Tags
nazionale
canada
giocatori
pyeongchang
positivo iniziare
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-05-20 12:22:10 | 91.208.130.86