Keystone
Risultati
12.08.2018
Super League
Basilea
 3 - 2 
fine
2-1
Sion
Lucerna
 2 - 3 
fine
0-1
Young Boys
Zurigo
 0 - 0 
fine
0-0
S.Gallo
Challenge League
Vaduz
 1 - 0 
fine
0-0
Servette
 
14.08.2018
Champions UEFA
Dynamo Kiev
  
18:30
Slavia Praha
Bate Borisov
  
19:00
Qarabag
Spartak Mosca
  
19:30
Paok
Fenerbahce
  
20:00
Benfica
Aek Athens
  
20:00
Celtic
Dinamo Zagreb
  
20:00
FC Astana
Mol Vidi Fc
  
20:00
Malmo Ff
Shkendija
  
20:15
Red Bull Salzburg
Ajax
  
20:30
Standard Liege
Spartak Trnava
  
20:30
Crvena Zvezda
Shkendija
  
20:45
Red Bull Salzburg
 
18.08.2018
Serie A
Chievo
  
18:00
Juventus
Lazio
  
20:30
Napoli
 
24.08.2018
Challenge League
Servette
  
20:00
Winterthur
 
25.08.2018
Super League
Young Boys
  
19:00
Xamax
Zurigo
  
19:00
Basilea
 
ULTIME NOTIZIE Sport
GIOCHI 2018
09.02.2018 - 07:020
Aggiornamento 14:04

Avanti tutta, è il grande giorno: scattano le Olimpiadi

Oggi la cerimonia d'apertura darà il via ai 23esimi Giochi Olimpici della storia

PYEONGCHANG (Corea del Sud) - Ci siamo! Il conto alla rovescia è terminato! Oggi, alle 12 ora svizzera, la cerimonia d’apertura darà ufficialmente il via alle Olimpiadi di PyeongChang 2018. Il portabandiera della Svizzera sarà Dario Cologna.

Cosa dobbiamo attenderci? Senza dubbio 16 giorni intensissimi e ricchissimi di gare, tra medaglie da conquistare, record da stabilire e finali da raggiungere.

Quella sudcoreana sarà un’edizione da record: gli atleti iscritti sono quasi 3'000 provenienti da 92 Paesi diversi. A Sochi, quattro anni fa, furono poco più di 2'800 in arrivo da 88 Paesi. I titoli, e di conseguenza le medaglie d’oro da assegnare, saranno 102 (quattro in più rispetto all’edizione precedente), spartite in 15 diverse discipline. Dal canto loro sei nazioni (Ecuador, Eritrea, Kosovo, Malesia, Nigeria e Singapore) parteciperanno alla loro prima Olimpiade invernale. Ma chi è l’atleta più anziano presente ai Giochi? Con i suoi 45 anni e 8 mesi, e 7 edizioni già alle spalle, è il giapponese Noriaki Kasai. Nel salto con gli sci, quattro anni fa a Sochi, vinse un argento individuale e un bronzo a squadre. E se non fosse ancora sazio? 

Tra le atlete più attese, e quella che potrebbe portare a casa il maggior numero di titoli, c’è senza dubbio l’americana Mikaela Shiffrin. Inutile nasconderlo, la ragazza di Vail a PyeongChang vuole fare incetta di ori. A soli 21 anni ha già vinto 41 gare di Coppa del Mondo, salendo sul podio in ben 59 occasioni. E se fosse lei la Regina di questa edizione a cinque cerchi? A Sochi, a soli 17 anni, vinse già l’oro in slalom. Negli imminenti Giochi c’è chi è pronto a scommettere su una Shiffrin capace di fare la parte della “cannibale” e in grado di battagliare in tutte e cinque le discipline (slalom, gigante, combinata, discesa e Super G). Attenzione anche a Lindsey Vonn – vincitrice di quattro Coppe del Mondo –, a caccia della sua terza medaglia olimpica dopo le due vinte a Vancouver otto anni fa. La 33enne non prese parte all’appuntamento di Sochi, a causa di un grave infortunio al ginocchio. Le nostre punte di diamante, invece, saranno naturalmente Wendy Holdener e Lara Gut. 

Ma prima di accendere i riflettori sullo sci in rosa, i pensieri vanno rivolti agli uomini. Nella mattinata di domenica – alle 3 ora svizzera – si terrà infatti la discesa maschile, una gara che si annuncia vibrante e nella quale il nostro Beat Feuz punta prepotentemente a una medaglia. Se possibile, ovviamente, del metallo più prezioso. L’elvetico quest’anno ha vinto tre discese: Lake Louise, Wengen e Garmisch. Insieme al bernese, l’altro grande favorito è il norvegese Aksel Lund Svindal. Insomma, si parte subito con il botto nella disciplina regina delle Olimpiadi invernali, quella che non dà diritto all’errore: nello sci alpino, infatti, basta una caduta o un’incertezza per azzerare mesi e mesi di preparazione, sudore e sacrifici. A Sochi, quattro anni or sono, l’oro se lo prese l’austriaco Matthias Mayer davanti all’italiano Christof Innerhofer e al norvegese Kjetil Jansrud. Il miglior svizzero fu Carlo Janka (sesto), solo 13esimo Feuz.

Curiosa la “storia” di Marcel Hirscher: l’austriaco, specialista nello slalom e nel gigante e vittorioso degli ultimi sei globi di cristallo, non ha un gran feeling con le Olimpiadi. Il 28enne sin qui ha vinto soltanto un argento tra i paletti stretti a Vancouver. «Non sono ossessionato», ha fatto sapere lo stesso Hirscher. 

Occasioni, rivincite e tanto altro: i Giochi Olimpici mettono in palio opportunità incredibili per tutti gli atleti che inseguono i propri sogni.  Tutto è “apparecchiato”, ora tocca agli atleti: la speranza è che l’agguerrita spedizione elvetica possa regalarci delle Olimpiadi indimenticabili.

E voi siete pronti a salire sulla “giostra olimpica”? Il divertimento non mancherà...  

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Tags
olimpiadi
sochi
giochi
atleti
slalom
sci
pyeongchang
ora
quattro anni
oro
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -  Cookie e pubblicità online  -  Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-08-14 08:46:28 | 91.208.130.87