DJOKOVIC N./HERRERA C.
BRKIC T./CACIC N.
16:45
 
keystone-sda.ch / STF (JEAN-CHRISTOPHE BOTT)
+26
EURO 2020
10.06.2021 - 23:260

Il grigio timore del coronavirus va (per un po') in vacanza

Cinque anni dall'ultimo Europeo. Un'eternità. Da allora tutto è cambiato

Svizzera outsider, ma impensierire le big sarà dura.

ROMA - L'ultima volta, correva l'anno 2016, vinse la Francia. Da allora sembra però passata un'eternità. Anzi, è passata un'eternità

L’Europeo che scatterà stasera troverà un mondo totalmente diverso da quello lasciato cinque anni fa. L’incosciente euforia della kermesse consumatasi in Francia e vinta da Cristiano Ronaldo e soci è infatti in gran parte stata spazzata via dal grigio timore arrivato con il coronavirus. Già solo il ritardo di un anno sulla tabella di marcia, per una manifestazione tanto importante (e lucrativa), fa capire quanto grandi, difficili e dolorose siano state le sfide che un po’ tutti siamo stati costretti ad affrontare. Quando mai, senza eventi catastrofici in atto - e la pandemia lo è senza dubbio - un teatro tanto scintillante è stato costretto a rimaner chiuso? 

Ora che però il peggio sembra alle spalle, più che una semplice riunione sportiva l’Europeo - con i suoi ori e i suoi lustrini - è visto quasi come il simbolo della rinascita. I campionissimi che tutti applaudono potranno infatti recitare in giro per il continente, toccando undici città, undici palcoscenici. Seppur in maniera parziale, i tifosi potranno riempire gli stadi. Le parole “festa” e “assembramento” non avranno poi un’accezione negativa e non saranno accompagnate da sguardi torvi. Si tornerà, insomma, a vivere una normalità ormai quasi desueta, dimenticata. Sarà quasi come un nuovo dolcissimo inizio.

Certo, ci saranno poi anche i risultati. Non crediate, infatti, che il clima leggero risparmierà aspre critiche alla nostra Svizzera, qualora questa dovesse faticare nel girone oppure - ancora - si ritrovasse a litigare con i match a eliminazione diretta. Non pensiate che il buonismo dal quale ora sono pervasi, frenerà i giocatori una volta che in campo gli animi si saranno scaldati. Quello, però, in fondo, fa parte del gioco.   

Ed è giusto che come un gioco sia intesa la rumorosa riunione che il prossimo mese riempirà le giornate di appassionati e non. Ma ogni gioco ha un vincitore; quindi, chi vincerà? Chi solleverà il trofeo a Wembley? I nomi sono i soliti: la Francia partirà davanti a tutti, seguita da un gruppo comprendente Germania (la solita), Italia, Belgio, Portogallo e Spagna. Le altre? L’ascesa di un’outsider è sempre possibile; vedere qualche “non big”, anche la Svizzera, toccare le semifinali sarebbe però una gigantesca sorpresa.

Partecipa al concorso Euro-Game
Più di 200.000 premi istantanei per un valore totale di oltre 600.000 franchi possono essere vinti all'Euro-Game di Denner e Tio / 20 minuti. Il premio principale è un anno di acquisti gratuiti da Denner.

EURO 2020: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch (JEAN-CHRISTOPHE BOTT)
Guarda tutte le 30 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-22 15:59:46 | 91.208.130.89