Guarda le partite disponibili direttamente online
England
0
Croazia
0
2. tempo
(0-0)
Guarda in diretta
DJOKOVIC N. (SRB)
0
TSITSIPAS S. (GRE)
0
Imago
+14
EURO 2020
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
EURO 2020
1 ora
Il prediletto di Sheva è Malinovskyi
L'Ucraina sfiderà l'Olanda nella serata odierna ad Amsterdam (ore 21).
EURO 2020
3 ore
Eurolacrime per Cancelo e Castagne
Il portoghese è positivo e in isolamento, il belga è finito ko dopo uno scontro con Kuzyaev
EURO 2020
4 ore
Bollettino ufficiale: “Condizioni stabili” per Eriksen
Giocatori e staff della Danimarca hanno ricevuto e riceveranno supporto psicologico
EURO 2020
5 ore
«Eriksen? Mai lontanamente intravisto un problema»
L’Inter si è stretta attorno al centrocampista danese: «Abbiamo passato una brutta ora»
EURO 2020
8 ore
La rivincita della semifinale Mondiale
Nella giornata odierna britannici e croati - appartenenti al Gruppo D - si affronteranno a Londra (ore 15).
EURO 2020
17 ore
Doppietta di Lukaku e il Belgio vola
La formazione belga ha liquidato la Russia con il punteggio di 3-0.
EURO 2020
18 ore
Sorpresa agli Europei: la Finlandia piega la Danimarca
La compagine scandinava ha prevalso sugli avversari di giornata con il punteggio di 1-0.
EURO 2020
19 ore
«Eriksen respira e riesce a parlare. È fuori pericolo»
L'agente del giocatore - Martin Schoots - ha voluto rassicurare i tifosi.
EURO 2020
20 ore
Sospiro di sollievo per Eriksen: «È stato stabilizzato»
Il centrocampista della Danimarca si è accasciato al suolo in occasione della sfida con la Finlandia.
EURO 2020
21 ore
Massaggio cardiaco per Christian Eriksen: c'è apprensione per lui
È successo in occasione del match fra Danimarca e Finlandia. Disperati i giocatori in campo e partita sospesa.
CICLISMO
21 ore
Guizzo di Uran, Tour de Suisse riaperto
Il ciclista colombiano ha preceduto al traguardo Alaphilippe e Mäder.
L’OSPITE - ARNO ROSSINI
02.06.2021 - 08:310
Aggiornamento : 23:25

«Il Belgio potrebbe aver perso l’Europeo ancora prima di averlo cominciato»

Arno Rossini: «Il Chelsea come il Lugano... con le debite proporzioni»

«Non so quante volte, in stagione, il Manchester City sia rimasto a secco»

PORTO - La stagione dei club si è ufficialmente chiusa con la finale di Champions League; quella delle nazionali entrerà nella sua fase calda tra una decina di giorni, quando scatterà l’Europeo. Ora siamo in una terra di mezzo carica di amichevoli e voci di mercato. Un sogno per chi ama il chiacchiericcio pallonaro, un incubo per chi, invece, vive solo di campo. Questa pausa - che tanto pausa non è - è però utile anche per tirar le somme di quel che è stato e per provare a immaginare quel che sarà.

«Partiamo dalla finale di Champions League? Ha domandato Arno Rossini».

Partiamo da quella. Per mesi si è detto - anche noi lo abbiamo fatto - che in Europa si vince solo con la difesa a quattro, che serve programmazione e che il City era praticamente imbattibile. Poi è arrivato il Chelsea, che “dietro” gioca a tre e che ha un mister da appena sei mesi…
«È la bellezza di questo sport, uno sport nel quale di scontato o “matematico” c’è poco o nulla. I Citizens erano i grandi favoriti ma la finale l’hanno tatticamente dominata i Blues, che hanno vinto con merito».

La cosuccia del modulo?
«Il Chelsea gioca bene. Soprattutto è estremamente compatto. E così facendo è riuscito a far valere le proprie caratteristiche. In quanto a qualità il Manchester City era, è, nettamente superiore; con un terzetto difensivo molto attento nonostante l’uscita di Thiago Silva, dei centrocampisti bravi a recuperare e ripartire - Kanté ha corso per quattro - e attaccanti veloci e precisi, i londinesi hanno tuttavia dominato il campo. E vinto partita e coppa».

Un gioco speculativo. Come quello - con le debite proporzioni - per il quale Maurizio Jacobacci è spessissimo stato criticato a Lugano.
«Con le debite proporzioni: il livello è proprio un altro. Ma in fondo è così. Il calcio alla fine è molto semplice: devi subire un gol meno dell’avversario o farne uno in più. Se hai una difesa solida e qualità davanti ha senso scegliere la prima soluzione. E se sei bravo puoi arrivare ovunque».

Il City gioca invece per segnare un gol in più.
«Non so quante volte, in stagione, sia rimasto a secco. Non ha trovato la porta nella partita più importante, per demeriti suoi e per i meriti dell’avversario».

E Tuchel che in sei mesi vince la coppa?
«Ha dato ordine ed equilibrio a un buonissimo spogliatoio. Tatticamente è stato bravo, a livello umano molto di più. Nella sfida di Porto, io il Chelsea l’ho visto più squadra. Più gruppo. E questo alla fine fa quasi sempre la differenza».

Tra gli episodi di quella partita che molto hanno fatto discutere c’è stato lo scontro Rudiger-De Bruyne. Secondo Roberto Martinez, selezionatore del Belgio, il tedesco è stato fin troppo violento. L’ha fatto apposta.
«Ma no, non sono d’accordo. Secondo me è stato un semplice scontro di gioco. Non c’era volontà di far male».

Guardiamo all’Europeo: De Bruyne ha il setto nasale e un’orbita oculare fratturati. Se è “rotto” o non al meglio è un problema per le Furie Rosse?
«Il 29enne sa fare tutto. È uno dei primi cinque giocatori al mondo. Quale squadra potrebbe non risentire dell’assenza o della scarsa condizione di un calciatore del genere?».

Il Belgio è una delle grandi favorite per il successo finale.
«Se De Bruyne giocherà e lo farà da De Bruyne, il Belgio potrà tranquillamente arrivare fino in fondo».

Altrimenti sarà dura?
«Senza il centrocampista, potrebbe aver perso l’Europeo ancora prima di averlo cominciato».

EURO 2020: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch (Carl Recine)
Guarda tutte le 18 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-13 16:03:45 | 91.208.130.87