SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Francia 2016 - NUMERO SPECIAL
09.06.2016 - 07:000
Aggiornamento : 10:58

Dino Zoff: «L'Italia ha i mezzi per andare lontano»

L'ex portiere della nazionale italiana vinse l'Europeo nel 1968: «L'Italia di quest'anno? Se Conte tiene la difesa della Juventus hanno i mezzi per andare lontano»

PARIGI (Francia) - «Sono particolarmente legato all’Europeo, perché il mio debutto in nazionale avvenne proprio nel corso della fase finale del 1968, che si disputò in Italia. L’unico che ad oggi la nazionale azzurra è riuscita a vincere».

Dino Zoff, leggenda del calcio europeo e mondiale, ricorda quella storica edizione: «A 26 anni, dopo l’esordio ufficiale con la Bulgaria, mi ritrovai subito in semifinale contro la forte Russia. Per me fu un onore difendere la porta di una grande nazionale come quella dei Facchetti, Rivera, Mazzola, Burgnich, Domenghini, Anastasi, Riva».

Fu una partita drammatica... «Gianni Rivera si infortunò dopo 5 minuti e a quel tempo non esistevano ancora le sostituzioni. Giocammo in dieci in apnea e riuscimmo a tenere lo 0-0, incitati dai 90'000 dello stadio San Paolo di Napoli. Al termine, il nostro capitano Giacinto Facchetti si recò nello spogliatoio dell’arbitro per il lancio della monetina, perché era proprio quello il modo per decidere le partite conclusesi in parità, finale esclusa”.

E poi arrivò l'urlo liberatorio di Facchetti! «Un chiaro segnale che toccò a noi passare il turno e tornammo tutti in campo a ringraziare i tifosi del San Paolo per il caloroso sostegno».

Una coppa sudata: «Ci giocammo il titolo a Roma con la Jugoslavia e fu una finale durissima, in cui fummo salvati da un calcio di punizione di Domenghini dopo essere stati a lungo sotto di una rete. Quel gol del pareggio ci diede il diritto alla ripetizione della partita e nella nuova sfida vincemmo agevolmente per 2-0».

Il portiere debuttante trionfò subito: «Campione d’Europa, che emozione! Ogni volta che mi appresto a vivere un Europeo, l’atmosfera diventa magica…».

E l'Italia di questa edizione come la vede? «Bene. Conte è un ottimo allenatore e le sua squadre hanno sempre espresso un calcio efficace. Gli azzurri sono molto pericolosi e ben organizzati. Se tiene la difesa della Juventus hanno i mezzi per andare lontano».

I favoriti? «Parlerei piuttosto di sorprese, in quanto si presenta come un Europeo molto equilibrato. Ci divertiremo!».

Dino Zoff, 74 anni, campione d'Europa nel 1968 e campione del mondo nel 1982 con l’Italia, 6 scudetti, 2 Coppe Italia e 1 Coppa UEFA con la Juventus. Da allenatore 1 Coppa Italia, 1 Coppa UEFA sempre con la Juventus. Vice-campione d'Europa con l'Italia nel 2000.

Non sai dove guardare le partite dell'Europeo? Scopri il maxischermo più vicino a te su tio.ch/Euro2016

 

 

SPORT: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
mgk 5 anni fa su tio
Andassero tutti su giove.....
Antares46 5 anni fa su tio
...ma se è solo per quello anche la Svizzera ha i mezzi finanziari per andare molto molto lontano!!!!...

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-28 01:41:33 | 91.208.130.87