Immobili
Veicoli

SERIE AIl litigio tra Mancini e Balotelli "favorisce" il Milan

04.01.13 - 09:40
I soldi risparmiati con la cessione di Pato al Corinthians potrebbe portare a Milano il giocatore italiano del City
Il litigio tra Mancini e Balotelli "favorisce" il Milan
I soldi risparmiati con la cessione di Pato al Corinthians potrebbe portare a Milano il giocatore italiano del City

MILANO (Italia) - Lo scossone per il calciomercato del Milan si è avuto ieri in tarda serata e potrebbe essere davvero rivoluzionario. Pato al Corinthians ora è ufficiale ed è anche ufficiale che ora il Milan ha a disposizione un tesoretto per arrivare a prendere quel giocatore in grado di fare la differenza. Drogba, sarebbe il sogno, Balotelli la realtà. Ancor di più dopo la rissa che ieri ha visto protagonista il bad-boy del Manchester City e della Nazionale italiana con il suo allenatore oltremanica, Roberto Mancini. Insomma tutto sembra andare nella stessa direzione: Balotelli al Milan.

Ciao Papero -  Alexandre Pato lascia il Milan e si trasferisce al Corinthians dove indosserà la sua nuova numero 7. A darne l'annuncio sono state le due società attraverso il rispettivo sito internet. Confermate le cifre dell'operazione: il Corinthians ha acquistato l'intero cartellino del giocatore per circa 15 milioni di euro. Inoltre, in caso di futura cessione, a Pato andrà il 40% della somma mentre il club paulista intascherà il rimanente 60%.

Clausola ritorno? -  Non si parla dell'eventuale dimezzamento dell'ingaggio del Papero né di una clausola per il suo ritorno al Milan tra due-tre anni come auspicato da Silvio Berlusconi ma "In una futura vendita - si legge Corinthians.com.br - al club brasiliano andranno il 60% degli introiti, mentre a Pato il restante 40%".

Sempre cuore rossonero -  Una scelta di cuore con il cuore triste. Le parole di Pato rendono l'idea del travaglio per l'attaccante rossonero nel lasciare la società che su di lui investito, dalla quale è stato lanciato e dove ha trovato l'amore (Barbara, figlia del patron Silvio Berlusconi, ndr): "Non sara', pero', facile dimenticare il Milan. Sono e saro' sempre legato a questa maglia, ai suoi colori e a tutti i tifosi rossoneri. Soprattutto va a loro, in questo momento, il mio pensiero e il mio grazie piu' grande. Desidero soprattutto ringraziare tutti. Vado in Brasile, al Corinthians, per avere la possibilita' di giocare con continuita'". 

Serve un attaccante -  E adesso il Milan ha un po' di soldi da investire sul calciomercato di gennaio. Arriverà una punta, questo è sicuro. Bisgona capire chi. Se Drogba resta l'obiettivo n°1 per fare un salto di qualità enorme in vista dell'ottavo di finale di Champions contro il Barcellona di febbraio, il Milan potrebbe rivolgere altrove il suo sguardo. Niente di nuovo sotto il cielo perchè Balotelli è un obiettivo rossonero degli ultimi due anni, da quando ancora all'Inter SuperMario andava dichiarando di essere sempre stato un tifoso del...Diavolo con tanto di foto a stringere la maglia rossonera.

Mario, litigio d'addio - . Durante la sessione di allenamento del Manchester City, l’attaccante è venuto alle mani con Roberto Mancini. Una scena spiacevole, ritratta impietosamente da una serie di fotografie che non lasciano spazio alle interpretazioni. I due hanno avuto una violentissima discussione per un tackle duro di Mario su Sinclair e poi si è passati direttamente alle mani. Difficile immaginare cosa possa succedere. Certo è che l’attaccante 22enne non scende in campo da quasi un mese (derby contro il Manchester United dello scorso 9 dicembre, quando fu sostituito dopo 50’). (ITM)

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT