Immobili
Veicoli

CHAMPIONS LEAGUEFollia a Parigi, frase razzista del quarto uomo: le squadre lasciano il campo

08.12.20 - 21:48
PSG-Besaksehir è stata sospesa dopo 14’ per la protesta delle due compagini
keystone-sda.ch / STF (IAN LANGSDON)
Follia a Parigi, frase razzista del quarto uomo: le squadre lasciano il campo
PSG-Besaksehir è stata sospesa dopo 14’ per la protesta delle due compagini

PARIGI - Episodio incredibile al Parco dei Principi di Parigi, dove la sfida di Champions League tra il PSG e il Basaksehir è stata sospesa al 14' sul risultato di 0-0.

Il motivo? La protesta delle due squadre che hanno lasciato il campo dopo un'espressione razzista del quarto uomo.

Stando alle prime ricostruzioni tutto è scattato dopo che l'arbitro di bordo campo, il romeno Sebastian Coltescu, avrebbe utilizzato il termine "negro" nei confronti dell'assistente tecnico dei turchi Webo.

A scatenare la protesta è stato l'attaccante della squadra turca Demba Ba (che si trovava in panchina), che ha sostenuto di aver sentito le parole "negro" e "negrito" dal quarto uomo riferite all'assistente Webo.

Dopo il parapiglia è stata immediata la reazione delle due squadre, con Neymar e compagni che, al pari del Basaksehir, hanno lasciato il campo in segno di solidarietà. La partita al momento è ancora sospesa.

COMMENTI
 
spit 1 anno fa su tio
Gli arbitri erano rumeni, in rumeno “nero” si dice (da traduttore google) “negru”. Se gli arbitri si sono parlati in rumeno è facile che qualcuno abbia interpretato male.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT