Keystone
+ 32
ULTIME NOTIZIE Sport
NAZIONALE
5 min
Petkovic-Svizzera: si continua
Il 56enne selezionatore, in sella dal 2014, rimarrà sulla panchina della Nazionale almeno fino al 2022
NATIONAL LEAGUE
27 min
Reclamo respinto, Cadonau non gioca
Confermata la squalifica per il difensore del Langnau, che non sarà in pista a Losanna
NAZIONALE
2 ore
E la Svezia ci è andata una volta ancora di traverso...
Grande gioia per l'argento conquistato o enorme delusione per l'oro mancato? Chiedetelo ai finalisti del Mondiale 2018
HCL
5 ore
Playoff sì, playoff no: Lugano, sono giorni di fuoco
Regna ottimismo, ma non troppo. Parola a Bottani, Gautschi, Cantoni e Conne
NHL
5 ore
Merzlikins getta la spugna
Nella notte il portiere dei Columbus Blue Jackets è stato sostituito per infortunio
NATIONAL LEAGUE
5 ore
Aurélien Marti simula: multato
Il difensore del Gottéron ha ricevuto un'ammenda di 800 franchi
TENNIS
5 ore
Wawrinka: primo turno dolce ad Acapulco
In Messico il vodese ha superato in tre set l'americano Tiafoe
NATIONAL LEAGUE
7 ore
Giocano le altre, il Lugano guarda e "gufa"
Questa sera saranno in pista Friborgo, Losanna e Berna, le rivali che potrebbero estromettere i bianconeri dai playoff
LOS ANGELES
16 ore
Lo schianto mortale per negligenza, la vedova di Kobe Bryant va in tribunale
Durante la celebrazione per marito e figlia, Vanessa Laine ha ammesso di aver fatto causa alla società di trasporto
MERCATO
17 ore
Dzemaili in fuga dalla Cina: futuro al Benevento?
La promozione dei campani nella massima serie è vicinissima: il primo rinforzo potrebbe essere proprio l'elvetico
NAZIONALE
20 ore
Petkovic: è rinnovo
Ormai sembra certo: il selezionatore elvetico piloterà la Svizzera almeno fino al 2022
TENNIS
20 ore
Bencic e Kenin avanzano
Esordio vincente a Doha per la sangallese, che in coppia con la statunitense ha superato 6-4, 7-6(5) il duo Barty/Schuur
HCAP
22 ore
Ambrì ultima fermata della carriera di Upshall
Il canadese, reduce da un'esperienza alla Valascia, ha deciso di appendere i pattini al chiodo
MOTOMONDIALE
23 ore
Honda in "crisi"? I Marquez: «Non siamo contenti»
A meno di due settimane dal via del Mondiale Marc e Alex non stanno certo brillando
L'OSPITE - ARNO ROSSINI
12.02.2020 - 07:000
Aggiornamento : 13:35

Tatuaggi folli e record: «3 franchi per il Liverpool»

Padroni di Premier League, i Reds sono favoriti anche in Champions League. Arno Rossini: «In questo momento non vedo squadre in grado di impensierirli»

LIVERPOOL (GBR) - La squadra più forte d'Europa? Il Liverpool, senza ombra di dubbio. E non per il titolo continentale conquistato l'anno passato a Madrid, superando il Tottenham, quanto piuttosto per le dimostrazioni di forza proposte - con disarmante continuità - in Premier League. Nel loro campionato, i Reds hanno firmato un ruolino di marcia impressionante, che dice 24 vittorie e 1 pareggio in 25 match. Il titolo è insomma già stato messo in cassaforte, con qualche tifoso che - in attesa da 30 anni - ha già cominciato la festa dedicando all'impresa un tatuaggio celebrativo.

Il prossimo terreno di conquista della truppa di mister Klopp sembra dunque essere la Champions League, che dalla prossima settimana riaprirà i battenti con gli ottavi di finale.

«Il Liverpool non è una delle favorite della manifestazione - ha sottolineato Arno Rossini - la favorita. Davvero, in questo momento non vedo squadre in grado di impensierire seriamente Alisson e compagni».

Il loro è un gioco all'italiana rivisto in chiave moderna. Si difendono bene ma poi in attacco...
«Hanno dei fenomeni, dei giocatori estremamente veloci, in grado di colpire in contropiede. La fase di transizione è fatta alla perfezione e così Salah, Firmino e Mané hanno più occasioni ogni match per lasciare il segno. Se invece l'avversario non si scopre, si chiude bene in difesa, questi hanno le qualità tecniche per creare una superiorità numerica...».

C'è uno tra i portieri più forti del mondo. In difesa hanno van Dijk, poi i fenomeni in attacco...
«La squadra è stata composta con intelligenza. I giocatori scelti - e a volte pagati tanto - si sono inseriti in un sistema di gioco collaudato. E, senza fretta, i risultati sono arrivati. Ora è difficile pensare possano non vincere».

Però la Champions è strana. Basta una sera sbagliata...
«Verissimo, in una partita puoi rischiare di compromettere tutta la stagione. È però anche vero che i Reds hanno davvero tante armi per sorprendere i rivali. Se non segnano gli attaccanti, ci sono centrocampisti e difensori che possono fare male. E poi ci sono i calci piazzati: di testa sono fortissimi».

Gli ottavi sono contro l'Atletico Madrid. Squadra rognosissima.
«I Colchoneros di tre anni fa avrebbero avuto buone possibilità di passare il turno, di sorprendere il Liverpool. Erano duri, cattivi e solidissimi. Quelli di quest'anno, invece, sono molto meno compatti. Ci sono state delle lamentele nei confronti di Simeone, e quando il mister viene messo in discussione...».

Certo è che se gli spagnoli passassero in vantaggio...
«Tutto sarebbe più complicato per Firmino e compagni. Complicato ma non impossibile da risolvere. Anzi...».

C'è un rivale che può pensare di giocarsela se non alla pari almeno a viso aperto contro i britannici?
«Io non lo vedo. Anche perché, non dimenticatelo, archiviato il campionato, Klopp e i suoi possono concentrarsi esclusivamente sull'Europa. È un bel vantaggio, del quale non possono godere, per esempio, Real, Barça, Juve o Bayern».

Fossi il mister di una delle "altre quindici" in corsa per la Champions, quale tattica adotteresti contro i Reds?
«Per avere una chance di passare il turno? Difficile da dire. Aspettarli sarebbe per loro - capaci di arrivare al tiro spessissimo durante ogni match - come un invito a nozze. Servirebbero coraggio e un pressing alto sui loro portatori di palla. Già su van Dijk magari, che dal centro sinistra "apre" con lanci sulla destra. Rendere difficile il loro gioco e dimostrarsi ermetici in difesa, sarebbe fondamentale. Poi, beh, sfruttare ogni minima occasione in attacco sarebbe un obbligo».

Più difficile a dirsi che a farsi.
«Esatto. Soprattutto tenendo conto che il Liverpool andrebbe frenato per 180'. E che metà di quel tempo lo si trascorrerà ad Anfield Road, dove quel pubblico, con i suoi canti, fa da dodicesimo, tredicesimo e anche quattordicesimo uomo».

Messa così, i classici 2 franchi di scommessa sembrano ben spesi.
«In questo caso ci si può sbilanciare. Si può arrivare a puntare anche 3 franchi».

keystone-sda.ch (PETER POWELL)
Guarda tutte le 36 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-25 14:44:56 | 91.208.130.89