keystone-sda.ch/STF (GIAN EHRENZELLER)
+ 7
ULTIME NOTIZIE Sport
LOS ANGELES
12 min
Acciacchi e famiglia, Kobe aveva scelto l'elicottero per necessità
In una recente intervista, Bryant aveva spiegato di aver deciso di abbandonare l'auto per poter guadagnare tempo per allenamenti e bambine
FORMULA 1
3 ore
Todt "sminuisce" i piloti: «L'80% lo fa la vettura...»
Il presidente della FIA è convinto che il talento conti relativamente poco per avere successo sui circuiti
LOS ANGELES
3 ore
I campioni versano lacrime per Kobe Bryant
Tennis, golf, calcio... i rappresentanti di tanti sport hanno voluto ricordare l'ex stella dei Lakers
HCAP - L'ANALISI
6 ore
Ambrì, l'uomo della provvidenza è sempre lui: D'Agostini
Il TopScorer biancoblù ha finora totalizzato 34 punti in 37 incontri disputati
NATIONAL LEAGUE
7 ore
Squalifica e multa per Heldner
Due turni di stop e 4'000 franchi di multa per il difensore del Losanna
TENNIS
8 ore
Fed Cup: Belinda Bencic guiderà la Svizzera contro il Canada
Nel weekend del 7-8 febbraio i rossocrociati sfideranno il Canada a Bienne
NATIONAL LEAGUE
8 ore
Stagione finita per Emmerton
Il canadese del Losanna si è fratturato il gomito sinistro e dovrà essere operato
SUPER LEAGUE
8 ore
Presente e futuro: il Lugano ingaggia Christopher Lungoyi
Il giovane attaccante rossocrociato è cresciuto nel Servette: ha firmato fino al 2023
NATIONAL LEAGUE
9 ore
Lo Zugo ingaggia Andreas Martinsen
L'attaccante norvegese proviene dall'organizzazione dei Pittsburgh Penguins
TENNIS
10 ore
Sarà Stan-Zverev, avanti Nadal
Nei quarti del torneo di Melbourne il tedesco - vittorioso su Rublev - sfiderà il vodese. Lo spagnolo mette ko Kyrgios
SUPER LEAGUE
06.12.2019 - 14:170
Aggiornamento : 19:56

Lugano dalla crisi al record (possibile), Jacobacci: «Non mi interessa»

Sabato ospiti dello Xamax, i bianconeri sognano il successo della tranquillità e del primato di punti nel girone d'andata. «Per noi è una partita cruciale»

di Redazione
DANE

LUGANO - In un periodo positivo ma non certo del tutto fuori dai guai, sabato (ore 19) a Neuchâtel il Lugano vivrà quello che potrebbe essere un crocevia della sua stagione. Uscire con un risultato positivo dalla Maladière permetterebbe infatti ai bianconeri di chiudere il loro 2019 lontano dalle ultime due della graduatoria di Super League. Addirittura lontanissimo, se dovesse arrivare una vittoria. Il problema è che, nella tana di un rivale agguerrito anche se non certo irreprensibile, i ticinesi si presenteranno senza molti dei loro punti di forza. Senza gli infortunati che da qualche settimana ormai siedono in tribuna, come pure senza Bottani e Junior, squalificati.

«In attacco giocherà uno tra Holender e Dalmonte – ha sottolineato Maurizio Jacobacci – non ho ancora deciso chi. Nessuno dei due è una prima punta ma hanno caratteristiche diverse, che potrebbero anche tornarci comodo. Con il primo proveremmo a mettere qualche palla alta dentro l'area, con il secondo giocheremmo invece in velocità. Proveremo insomma ad adattarci a loro. Ma mi aspetto anche che i due, che potrebbero pure scendere in campo entrambi – in momenti diversi della sfida – si adattino a un ruolo non loro. Dovranno essere pazienti, pensare a fare le cose facili, aiutare la squadra facendola salire, contrastare Oss e... tirare non appena ne avranno l'occasione».

Occasione è anche quella che avrà il Lugano...
«Per noi quella di domani è una partita cruciale. Sappiamo infatti che vincendo faremmo un grande balzo in avanti, che ci darebbe tranquillità per il futuro. Non faremo conti: proveremo a fare i tre punti ma sappiamo che in campo servirà avere ottimi equilibri. Dovremo chiudere gli spazi ed essere bravi nelle transizioni difensive-offensive. Se saremo lenti nelle ripartenze lo Xamax farà in tempo a chiudersi a riccio e sarà quindi per noi tutto più difficile».

Chi rischia di più è però il Neuchâtel...
«Per loro è una partita delicata. Fondamentale. Saranno molto aggressivi, compatti in difesa e pronti al contropiede. Noi dovremo pensare a fare il nostro gioco, senza cadere nelle provocazioni, stando anche attenti al campo. Quel tipo di sintetico è molto veloce, molto più che a Thun, dove abbiamo fatto molto bene tutto quello che avevamo programmato. Dovremo quindi essere ancora più attenti e precisi nei passaggi».

Vicino alla cessione, il Lugano è anche vicino al suo record di punti nell'andata di Super League. Mai è arrivato a quota 20 a metà campionato da quando è tornato in “A”.
«Alla cessione non pensiamo. Non è qualcosa che possiamo influenzare e solo su quello noi dobbiamo concentrarci. Questa squadra se l'è sempre giocata con tutte le avversarie. Ha perso partite, come quella contro il Sion, che avrebbe meritato di vincere. Quando sono arrivato ho quindi trovato un gruppo unito, affiatato, con grandi qualità e fisicamente a posto. Questo mi ha permesso di fare le cose un po' più in fretta, dedicandomi esclusivamente all'aspetto tecnico-tattico. La squadra ha già assimilato qualcosa di importante ma c'è ancora lavoro da fare. Serve sacrificio. E noi ci sacrificheremo per questa settimana, nella quale proveremo a fare il massimo dei punti. Il record? Non sono qui per quello ma per vincere la prossima partita».

keystone-sda.ch/ (PABLO GIANINAZZI)
Guarda tutte le 11 immagini
Commenti
 
roma 1 mese fa su tio
...un passo alla volta verso una nuova salvezza.
Zarco 1 mese fa su tio
@roma Esatto
GI 1 mese fa su tio
Dai Lugano ! con la serenità, dei questi tempi, tutto riesce meglio !!
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-27 23:03:54 | 91.208.130.86