Tipress, archivio
SUPER LEAGUE
25.09.2019 - 16:320
Aggiornamento : 23:40

«Mi aspetto i tre punti, ne abbiamo bisogno»

Il coach del Lugano Fabio Celestini si è espresso alla vigilia della partita che il suo Lugano disputerà contro il Servette

Ginevra - Nella serata di domani - giovedì 26 settembre (ore 20) - il Lugano scenderà in campo per disputare l'ottava giornata di Super League. I bianconeri saranno di scena a Ginevra dove affronteranno il Servette. «Mi aspetto i tre punti, è da troppo tempo che non vinciamo e ne abbiamo bisogno», è intervenuto nella consueta conferenza stampa pre-partita Fabio Celestini. «La squadra segue la mia idea di gioco per cui dobbiamo continuare in questa direzione, aggiungendo sempre qualcosa in più. Contro il Servette bisogna giocare veloci, piu verticali e andare negli spazi, ma sono principi di gioco che proviamo dallo scorso ottobre. Finora la formazione di Ginevra ha conquistato punti pesanti: è una squadra ostica e può contare su diversi giocatori bravi nel palleggio e nell'ultimo passaggio. Come il Lugano, anche il Servette ha bisogno di un risultato positivo soprattutto davanti ai suoi tifosi».

Come hai visto la tua squadra? «I ragazzi sono molto carichi, ma fondamentalmente alla vigilia di ogni partita hanno sempre la stessa voglia di esprimersi al meglio in campo. Non posso rimproverare niente al gruppo, poiché in settimana lavora in modo eccezionale. Con i giocatori ho sempre avuto un buon rapporto e adesso che stiamo attraversando un periodo delicato non è cambiato, anzi. Ho sicuramente qualche feed-back in più con gli elementi con più esperienza, per sapere cosa potremmo migliorare insieme, per riuscire a dare una sterzata al periodo negativo. Ci crediamo e i ragazzi me l'hanno dimostrato nelle ultime partite. La forza, l'idea e la volontà di allenare questo gruppo se prima era al 100% ora è raddoppiata».

Daprelà è uscito malconcio dalla sfida di Cornaredo con il Lucerna... «Fabio non ci sarà  per un problema agli adduttori e posso dire che non ci sarà nemmeno Rodriguez. Dalmonte? Finora non ha mai giocato titolare ma è sempre stato preso in considerazione a partita in corso. Mentalmente c'è, il problema è che non gioca da due anni e quando è arrivato a Lugano erano otto settimane che non faceva niente. Ci vuole un po di tempo. Adesso l'importante è lavorare intensamente e uniti per ritrovare i risultati. Abbiamo un potenziale per segnare più reti soprattutto sulle palle ferme. Le parole del presidente? Lui può dire quello che vuole perché è il padrone ed è giusto che esprima le sue sensazioni».

 

 

Tipress, archivio
Guarda le 4 immagini
Commenti
 
GI 1 mese fa su tio
Mister: si porti la valigia....
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-14 18:50:02 | 91.208.130.87