Zurigo
3
Zugo
6
fine
(0-2 : 1-1 : 2-3)
TiPress (foto d'archivio)
+8
CHALLENGE LEAGUE
19.09.2019 - 11:590
Aggiornamento : 23:28

«Se siamo ultimi e perché abbiamo sbagliato qualcosa e dobbiamo lavorare di più e meglio»

Nicola Bignotti ha dato il benvenuto rossoblù a Lupi: «Alessandro è un allenatore che sposa la volontà di calcio che ha in testa la società, ovvero quella di un calcio di comando»

CHIASSO - Fuori Maccoppi, che ha lasciato la panchina per occupare esclusivamente la poltrona riservata al direttore tecnico, e dentro Alessandro Lupi. Il Chiasso ha cambiato pelle e ora va con più convinzione all'attacco della Challenge League.

«Alessandro Lupi sarebbe dovuto essere l'allenatore del Chiasso già a inizio stagione - ha sottolineato Nicola Bignotti, Amministratore unico e dg del club, ai microfoni di Radio Ticino - poi, per dei ritardi burocratici relativi al corso UEFA Pro in Italia, non è stato possibile farlo iniziare da subito. Abbiamo quindi chiesto a Stefano Maccoppi, che avrebbe dovuto svolgere - e svolgerà - il ruolo di direttore tecnico, di poter fare anche l'allenatore in questo periodo di attesa».

Che allenatore è Lupi e con lui cosa può cambiare a Chiasso?
«Alessandro è un allenatore che ha fatto un percorso formativo importante all'interno del Milan, facendo varie esperienze, vincendo un campionato italiano U16 e lavorando in Prima squadra con Cristian Brocchi. È un allenatore che sposa la volontà di calcio che ha in testa la società, ovvero quella di un calcio di comando. La squadra deve, ovvero, fare gioco, fare del possesso palla la propria caratteristica principale e volere esprimere calcio attivamente. E non subirlo passivamente».

Il Chiasso è in fondo alla classifica e, considerando il potenziale, non è questo il suo posto.
«Alla fine il potenziale deve essere trasformato in qualcosa di concreto. Ovviamente la nostra volontà è quella di fare un campionato diverso da quello dell'anno scorso; se fino ad adesso siamo ultimi e però perché abbiamo sbagliato qualcosa e dobbiamo lavorare di più e meglio. Penso che la squadra abbia delle qualità. La giovane età non è un limite. Adesso con Alessandro possiamo lavorare al massimo delle nostre possibilità per far sì che queste diventino realtà».

CALCIO: Risultati e classifiche

TiPress (foto d'archivio)
Guarda tutte le 12 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-22 22:17:31 | 91.208.130.86