NY Islanders
4
SJ Sharks
1
fine
(1-1 : 2-0 : 1-0)
DET Wings
1
CAL Flames
2
2. tempo
(1-2 : 0-0)
MIN Wild
0
STL Blues
2
pausa
(0-2)
NY Islanders
NHL
4 - 1
fine
1-1
2-0
1-0
SJ Sharks
1-1
2-0
1-0
1-0 LEE
7'
 
 
 
 
11'
1-1 GAMBRELL
2-1 LEE
22'
 
 
3-1 TOEWS
38'
 
 
4-1 BAILEY
58'
 
 
7' 1-0 LEE
GAMBRELL 1-1 11'
22' 2-1 LEE
38' 3-1 TOEWS
58' 4-1 BAILEY
Start delayed.
Ultimo aggiornamento: 24.02.2020 02:20
DET Wings
NHL
1 - 2
2. tempo
1-2
0-0
CAL Flames
1-2
0-0
 
 
7'
0-1 GAUDREAU
 
 
9'
0-2 MONAHAN
1-2 LARKIN
16'
 
 
GAUDREAU 0-1 7'
MONAHAN 0-2 9'
16' 1-2 LARKIN
Start delayed.
Ultimo aggiornamento: 24.02.2020 02:20
MIN Wild
NHL
0 - 2
pausa
0-2
STL Blues
0-2
 
 
12'
0-1 KYROU
 
 
15'
0-2 SCHENN
KYROU 0-1 12'
SCHENN 0-2 15'
Start delayed.
Ultimo aggiornamento: 24.02.2020 02:20
+ 8
ULTIME NOTIZIE Sport
SUPER LEAGUE
3 ore
«Punto buono con qualche rammarico»
Maurizio Jacobacci si tiene stretto il pari con il Sion: «Contento di Janga e Covilo»
TENNIS
3 ore
Jil Teichmann è out dopo una battaglia durata 2h30'
La tennista elvetica è stata battuta dalla Ostapenko con il punteggio di 7-5, 2-6, 7-5
BASKET
5 ore
La Svizzera spreca tutto e ora... rischia!
I rossocrociati sono stati battuti 69-64 dalla Finlandia, ma dopo due tempi vincevano 36-21
SUPER LEAGUE
6 ore
Janga felice a metà: «Peccato per quell'occasione...»
Positivo all'esordio, il nuovo attaccante del Lugano può solo crescere: «Da mesi non giocavo più una partita intera»
SERIE A
6 ore
La Roma si rialza con quattro gol
Netta vittoria dei giallorossi, che hanno maltrattato 4-0 il Lecce
SWISS LEAGUE
8 ore
Rockets combattivi ma battuti
Nel secondo match di playout i Razzi sono stati superati 0-2 in casa dal Sierre
SUPER LEAGUE
8 ore
Lugano pari e patta, e la classifica si muove
I bianconeri non sono andati oltre lo 0-0 contro il Sion. Pareggio pirotecnico tra San Gallo e Young Boys
PREMIER LEAGUE
10 ore
L'ascesa di Klopp: «Mi chiamarono 20 club, ma avevo i postumi di una festa...»
Il tecnico dei Reds, mai banale, ha raccontato alcuni aneddoti: «All'inizio il Dortmund mi voleva pagare meno del Mainz»
SERIE A
12 ore
Espugnata Genova, la Lazio non rallenta
I biancocelesti hanno vinto 3-2 in casa del Grifone, tornando a -1 dalla Juventus
SCI ALPINO
12 ore
Brignone in trionfo a Crans Montana
L'italiana ha vinto la combinata. Battute Franziska Gritsch ed Ester Ledecka. Giù dal podio Gisin e Holdener
EUROPA LEAGUE
17.09.2019 - 07:000
Aggiornamento : 12:26

«Coppa? A Lugano dovrebbero essere vaccinati»

Pier Tami ha guidato l'ultimo Lugano internazionale: «L'Europa può darti una spinta. I bianconeri hanno bisogno di reagire e la partita di Copenaghen offre loro un'occasione ghiottissima»

LUGANO - La lezione subita alla Pontaise ha fatto saltare il banco a Lugano dove, dopo settimane di "siamo sereni perché anche se non vinciamo stiamo giocando bene", i bianconeri si sono riscoperti brutti, oltre che ancora perdenti. L'eliminazione dalla Coppa Svizzera contro un rivale sì competitivo ma non certo irresistibile ha cancellato le ultime scuse e reso caldissima la situazione. Per la prima volta dal suo arrivo il mister è stato messo in discussione e per l'ennesima volta i giocatori più navigati - da quando sono padroni di casa a Cornaredo - si sono dovuti sorbire la strigliata presidenziale.

Le ambizioni al via, qualche buona prestazione, le sconfitte, l'Europa League che diventa improvvisamente un peso anziché una risorsa... Una situazione simile a Lugano l'hanno già vissuta nella stagione 2017/2018 quando, dopo un avvio "tranquillo" (due vittorie e otto punti in sette giornate), con le prime gite continentali la squadra si perse. In campionato arrivarono addirittura cinque sconfitte consecutive e, tra una stilettata e una sfuriata, Renzetti arrivò vicinissimo a silurare mister Tami.

«L'Europa League è uno stress ma solo a livello mentale - ha sottolineato proprio Pier Tami - È una competizione che assorbe grandi quantità di energia, ma solo per quanto riguarda l'aspetto nervoso. Per il resto è un qualcosa che può darti una spinta, piuttosto che rallentarti. Anche a livello fisico. Al Lugano farà dunque bene cambiare aria e misurarsi con le avversarie continentali».

A lei quasi fece perdere il posto.
«Ma la rosa a disposizione di Fabio Celestini è migliore di quella sulla quale potevo contare io. E poi ora c'è più esperienza. E non parlo solo di giocatori. Noi facemmo fatica perché, come società, non eravamo pronti alle emozioni della competizione. In quanto all'organizzazione delle partite tutti, i dirigenti, lo staff, gli stessi ragazzi, ci ritrovammo sotto pressione. Ora però a Cornaredo dovrebbero essere vaccinati. L'Europa non è più un'incognita per loro».

Però sono reduci da un periodaccio. Di sicuro non giocheranno tranquilli.
«I bianconeri hanno bisogno di reagire e la partita di Copenaghen offre loro un'occasione ghiottissima per farlo. Per battersi con rabbia e voglia e tirarsi fuori dalla crisi».

L'Europa League, a differenza della Coppa Svizzera, è un torneo nel quale una squadra come il Lugano non ha molto da perdere.
«Questa cosa che affrontare avversarie più forti significhi non avere nulla da perdere non mi è mai piaciuta. Non l'ho mai capita. C'è sempre da perdere. Credo piuttosto che giocando sfide internazionali ci sia molto da guadagnare. E poi preparare partite con rivali importanti è più facile: le motivazioni arrivano da sole e, di conseguenza, non puoi sbagliare l'approccio».

Cosa che invece alla truppa di Fabio Celestini è capitata nel weekend a Losanna. Sulla carta era favorita per il passaggio del turno, eppure ha fatto una pessima figura.
«Se non giochi con lo stesso livello agonistico del tuo avversario l'aspetto tecnico non viene a galla. Il Lugano ha perso? C'è un vantaggio in questo. Le sconfitte hanno sempre un vantaggio, anche se uno solo: stimolano le corde della rivincita. Cresce quella voglia di volere subito invertire il risultato negativo».

Guarda tutte le 12 immagini
Commenti
 
GI 5 mesi fa su tio
spero non tornino "con le pive nel sacco"....
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-24 02:35:33 | 91.208.130.85