+ 17
ULTIME NOTIZIE Sport
EUROPA LEAGUE
2 ore
A Copenaghen per scacciare la crisi: esordio del Lugano in Europa
CHAMPIONS LEAGUE
10 ore
Uno scatenato Di Maria stende il Real, Juve raggiunta nel finale
MADRID
12 ore
Bale, 700'000 sterline di regalo-pensione: «Sei mesi per il mondo a giocare a golf con gli amici»
EUROPA LEAGUE
14 ore
Lugano pronto alla battaglia
LIGUE 1
14 ore
Neymar, ribaltate le parti: denuncia per estorsione e calunnie
NATIONAL LEAGUE
15 ore
Mai più un "39" a Losanna
FORMULA 1
16 ore
In sauna, con il casco, a 50°C: Perez prepara il tremendo Singapore
NATIONAL LEAGUE
17 ore
Tegola Friborgo: Sprunger out almeno due mesi
TENNIS
18 ore
Federer e i suoi fratelli alla conquista del mondo
TENNIS
18 ore
Stesa la Siniakova, Golubic ai quarti in Cina
NATIONAL LEAGUE
19 ore
Il Bienne blinda Roman Karaffa
SERIE B
20 ore
«A Lugano mi sono sempre sentito parte di una famiglia. Ascoli? È quello che cercavo»
EUROPA LEAGUE
22 ore
Missione Copenaghen: Lugano partito
LIGUE 1
23 ore
Icardi indesiderato a Parigi per colpa di Messi?
NATIONAL LEAGUE
23 ore
Rantanen dopo Laine, Berna ricettacolo di campioni
PREMIER LEAGUE
17.08.2019 - 23:120
Aggiornamento : 18.08.2019 - 16:56

Guardiola-Agüero: non son botte ma poco ci manca

Lite furiosa tra l'allenatore e la punta del City durante la sfida al Tottenham. Tutto è “rientrato” a fine match, con un abbraccio pacificatore

MANCHESTER (GBR) – L'abbraccio di fine partita ha abbassato la temperatura e fatto rientrare la crisi; a lungo però i tifosi del Manchester City hanno temuto che la rottura fra Pep Guardiola e Sergio Agüero fosse divenuta insanabile. Colpa della scelta del mister di sostituire la punta al 66' della sfida al Tottenham, con i Citizens in vantaggio 2-1.

Nerissimo, l'attaccante ha accettato la decisione; una volta arrivato in panchina ha tuttavia affrontato a muso duro il tecnico. Le accuse reciproche sono continuate poi anche in seguito, quando il Kun si è seduto accanto ai compagni. Sbollita la rabbia, argentino e spagnolo hanno trovato modo di rappacificarsi già al 90', quando Gabriel Jesus ha trovato il 3-2. E poco importa se, da lì a poco, il VAR ha cancellato il motivo della loro stretta di mano sancendo il 2-2 finale.

keystone-sda.ch/STR (Rui Vieira)
Guarda tutte le 20 immagini
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-19 09:25:26 | 91.208.130.87