Ti-Press
+10
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
SUPER LEAGUE
2 ore
Persa del tutto la bussola, pallone in balia delle onde
La multi-positività zurighese ha smascherato il bluff dei dirigenti del nostro calcio.
MOTOMONDIALE
3 ore
Marquez Jr. degradato per farsi le ossa
Il “fratellino” d’arte si batterà per la LCR di Lucio Cecchinello. Per Morbidelli altri due anni in Yamaha-Petronas.
CHAMPIONS LEAGUE
5 ore
Niente squalifica e “solo” 10 milioni di multa, il TAS grazia il City
Truffa al financial fair play? “I contratti di sponsorizzazione non sono stati contraffatti”
NATIONAL LEAGUE
6 ore
Suter molla i Lions per la NHL
Il 24enne attaccante ha fatto valere una clausola presente nel suo contratto per l’“uscita” verso il Nord America.
SUPER LEAGUE
8 ore
Prima serviva un'impresa, ora un miracolo
Il blackout di Lucerna è costato ai bianconeri tre gol, due punti e il sogno europeo.
SERIE A
17 ore
Gattuso non riesce a trafiggere il "suo" Milan
Il Napoli ha pareggiato 2-2 a domicilio contro la compagine rossonera
PRIMEIRA LIGA
18 ore
Lascia il match al 45' per andare... in quarantena
È successo al secondo portiere del Belenenses André Moreira in occasione della sfida contro il Moreirense
SERIE A
19 ore
Pioggia di reti nei finali di gara
Il Bologna ha impattato 2-2 in trasferta. Pari anche fra Fiorentina-Verona e Cagliari-Lecce, vincono Samp e Genoa
SUPER LEAGUE
21 ore
Coronavirus: positivo anche Ancillo Canepa
Il presidente dello Zurigo è risultato positivo al Covid-19: «Non presento nessun sintomo e mi sento bene»
SUPER LEAGUE
22 ore
Il Lugano spreca tutto: dal 3-0 al 3-3 in un quarto d'ora
Sabbatini e compagni hanno perso la grande possibilità di recuperare terreno in classifica sul Lucerna
CICLISMO
23 ore
Küng ancora campione
Il 26enne ha preceduto Dillier e Bisseger. Tra le donne corona a Marlen Reusser
FORMULA 1
1 gior
Hamilton vince, le Ferrari si speronano
La seconda tappa del Mondiale, il GP di Stiria, ha regalato emozioni. E domenica si va in Ungheria.
ASUNCION
1 gior
Dinho non è collaborativo: resta agli arresti domiciliari
Il Tribunale di Appello di Asuncion ha respinto un nuovo ricorso presentato dai legali dell'ex fenomeno verdeoro
MILANO
1 gior
Rosso “bruciato”, targa sbagliata e alcol, via la patente a Brozovic
Il croato si muoverà a piedi per qualche mese
SUPER LEAGUE
09.08.2019 - 14:560
Aggiornamento : 18:34

Lugano tra Sion e sponsorizzazione dal Casinò

La partita con i vallesani e l'accordo triennale con la casa da gioco: i bianconeri hanno raccontato i loro giorni intensi. Holender, Juior e Lovric possibili titolari

LUGANO - Una reazione: è ciò che si chiede al Lugano reduce dalla sconfitta di Berna contro lo Young Boys. Se un rovescio sul campo dei campioni svizzeri può starci, a preoccupare in riva al Ceresio è la sterilità offensiva riscontrata nelle ultime due uscite.

Dopo le quattro reti rifilate all'esordio a Zurigo, Gerndt e compagni non sono riusciti a bucare né la difesa del Thun, né quella dei gialloneri.

Nonostante ciò Fabio Celestini si è mostrato tutto sommato tranquillo a due giorni dalla sfida interna con il Sion. Nella conferenza stampa tenuta al Casinò di Lugano, occasione per pubblicizzare l’entrata di Casinò Lugano SA nella ristretta cerchia dei Gold Partner (per i prossimi tre anni, nei quali saranno pure organizzate tre edizioni della Casinò Lugano Cup), il tecnico dei ticinesi ha difeso le sue scelte e lanciato la sfida ai vallesani.

«Dopo la partita di Zurigo, dove la squadra ha fatto bene, era giusto dare fiducia allo stesso undici – ha raccontato il 43enne tecnico - Sarà molto difficile ripetere la stesse formazioni nelle prossime settimane. Primo, perché ho una rosa di più di venti giocatori che hanno un livello simile e che mi danno molte possibilità di scelta. Secondo, perché disputeremo tantissime partite. Già domenica non ci sarà comunque la stessa formazione».

Contro i biancorossi, dal 1' si dovrebbero vedere Holender (per Gerndt), Junior (per Bottani) e Lovric (per Custodio).
«Non faccio io l'undici. Lo fanno i giocatori. Se si fosse vinto con il Thun e pareggiato con l'YB sarebbe stato difficile cambiare. Poi ci sono la stanchezza, gli infortuni... tantissimi motivi per andare a cambiare».

Nel calcio le prestazioni vengono valutate anche sui risultati e le reti segnate. Nelle ultime due uscite – senza gol – che indicazioni ci sono state?
«Nella prima abbiamo avuto cinque-sei azioni da gol nettissime. Se a fine primo tempo contro il Thun fossimo stati 3-0 non ci sarebbe stato nulla da dire. Contro l'YB abbiamo invece creato molto meno. È comunque presto per dare dei giudizi reali. Il campionato comincia domenica. Ci serve la stessa qualità a livello difensivo già vista. Mi aspetto però anche che a livello offensivo ci siano la determinazione e la qualità per fare la differenza. Spero di vedere contro il Sion l'equilibrio che ci serve».

Per sbloccare la fase offensiva sono stati curati aspetti particolari, tipo le palle ferme?
«Le partite le prepari più o meno nello stesso modo. Possono cambiare alcuni parametri ma in generale il lavoro è lo stesso. Dobbiamo essere solo consapevoli di essere ambiziosi, determinati, cattivi in attacco. Per me la partita contro l'YB, nei sessanta metri centrali, l'ha vinta il Lugano. Ma i match si vincono negli ultimi venti metri. Alla fine abbiamo fatto due errori evitabili e abbiamo preso due gol. Dobbiamo provare a fare sforzi tutti insieme e a rimanere concentrati negli ultimi metri del campo. I centrocampisti per ora sono stati bravi come realizzatori. A questo punto, con Junior che è tornato e con Holender che sta trovando una buona forma, spero che anche il nostro attacco riesca a fare bene. Mi aspetto qualche gol di Bottani, qualche gol di Gerndt... a me comunque non importa chi segna».

Contro lo Zurigo il Sion ha vinto quasi "per caso"...
«Ha fatto quasi tutto lo Zurigo. Ha fatto le cose giuste e quelle sbagliate. Questa è la bugia del calcio. Se fa gol Kololli vince lo Zurigo, invece ha vinto il Sion. Non credo che Magnin abbia impostato o letto male la partita. La sua squadra ha avuto in mano il gioco. Invece il match, per dettagli, è scivolato in mano ai biancorossi. Il rigore ha cambiato tutto».

CALCIO: Risultati e classifiche

Keystone (archivio)
Guarda tutte le 14 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Zarco 11 mesi fa su tio
Salvezza!!poi vedum
Indira69 11 mesi fa su tio
Una chance a Kryeziu la darei con più regolarità,il ragazzo ha voglia e talento,vai Leutrim!
roma 11 mesi fa su tio
@Indira69 concordo
roma 11 mesi fa su tio
yeah
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-13 16:54:59 | 91.208.130.87