TiPress
SUPER LEAGUE
07.12.2018 - 14:190
Aggiornamento 22:54

«Non sono preoccupato, manca solo il risultato»

L'allenatore del Lugano Fabio Celestini resta positivo malgrado la sua squadra non riesca a vincere da quattro partite

LUGANO - L'avversario è di quelli tosti ma il Lugano deve pensare solo e soltanto a sé stesso e a vincere l'importantissima gara di domenica pomeriggio contro il Sion. Gli ultimi deludenti risultati hanno fatto ripiombare Sabbatini e compagni nei bassifondi di una classifica che ad ogni modo resta apertissima e cortissima. 

Quel che è certo è che in riva al Ceresio urgono vittorie per dimenticare quattro partite condite da un misero punticino. Non sarà facile, i vallesani infatti non perdono da tre match, ma il tecnico dei sottocenerini - malgrado il momento - resta comunque positivo: «Dobbiamo assolutamente riuscire a vincere le partite perché siamo molto vicini - le parole dell'allenatore bianconero durante la consueta conferenza stampa del venerdì - C’è entusiasmo e c’è voglia di fare bene. Prima o poi anche gli episodi torneranno dalla nostra parte.  Vincere con il Sion sarebbe un bel regalo per noi. La squadra non si è mai disunita, ha sempre reagito anche nei momenti difficili capitati durante le partite e questo è beneaugurante. La squadra lotta sempre. È chiaro che il pareggio con lo Xamax ci ha fatto male visto che, per quanto mostrato in campo, i ragazzi meritavano di più».

Il rientro di Gerndt - squalificato contro lo Xamax - permetterà a Celestini di riproporre il tridente da sogno con Junior e Bottani: «Le vittorie sono arrivate quasi tutte con loro tre davanti. Sono importantissi, Junior sta facendo tantissimi gol e Bottani e Gerndt svolgono un lavoro incredibile. Senza dimenticare che domenica ritroveremo pure Daprelà».

Il Mister ha poi ammesso di aspettarsi qualcosina in più da Sabbatini... «A livello offensivo penso sia lecito attendersi qualche impulso in più, ma per quanto riguarda l'aspetto difensivo il giocatore fa un lavoro incredibile. Crnigoj? Non è ancora pronto per tornare a giocare».

Nonostante il momento difficile Fabio Celestini resta tranquillo: «Preoccupato? Non direi. Dovrei esserlo se non vedessi le prestazioni. A mio avviso però giochiamo un buon calcio, ma negli ultimi tempi non veniamo ripagati dai risultati. E vi dirò di più. Preferisco così piuttosto che ottenere  punti giocando male. Così facendo sono sicuro che prima o poi la ruota girerà...».

Commenti
 
cle72 6 gior fa su tio
Completamente in accordo con Celestini la ruota prima o poi gira. Il gioco è migliorato nelle ultime uscite sono mancati giocatori importanti ed è mancata un po di furbizia negli ultimi minuti vedi ultima partita persa. Cmq basta con questi allarmismi la classifica è cortissimi vinci due partite e sei al 3 4 posto. Forza Lugano domenica allo stadio a tifare!
Nadine Ferrari 6 gior fa su fb
Renzetti, nel frattempo...
Potrebbe interessarti anche
Tags
partite
celestini
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-13 17:21:01 | 91.208.130.86