Bayern Monaco
1
Crvena Zvezda
0
2. tempo
(1-0)
Paris Saint Germain
2
Real Madrid
0
2. tempo
(2-0)
Shakhtar Donetsk
0
Manchester City
2
2. tempo
(0-2)
Dinamo Zagreb
4
Atalanta
0
2. tempo
(3-0)
Atletico Madrid
1
Juventus
2
2. tempo
(0-0)
Bayer Leverkusen
1
Lokomotiv Moscow
2
2. tempo
(1-2)
Visp
1
Sierre
3
fine
(1-0 : 0-0 : 0-3)
Bayern Monaco
CHAMPIONS UEFA
1 - 0
2. tempo
1-0
Crvena Zvezda
1-0
1-0 COMAN KINGSLEY
34'
 
 
 
 
52'
DEGENEK MILOS
34' 1-0 COMAN KINGSLEY
DEGENEK MILOS 52'
Venue: Allianz Arena.
Turf: Desso GrassMaster (Surface composed of natural grass combined with artificial fibres).
Capacity: 75,000.
Referee: Bobby Madden (SCO).
Assistant referees: David Roome (SCO), Douglas Ross (SCO).
Fourth official: Kevin Clancy (SCO), Video Assistant Referee: Pol van Boekel (NED).
Assistant Video Assistant Referee: Dennis Higler (NED).
MATCH SUMMARY: Bayern record v Crvena zvezda: W2 D1 L2.
Sides famously met in 1990/91 semis.
Red Sta won 4-3 (agg) then beat Marseille.
Ultimo aggiornamento: 18.09.2019 22:29
Paris Saint Germain
CHAMPIONS UEFA
2 - 0
2. tempo
2-0
Real Madrid
2-0
1-0 DI MARIA ANGEL
14'
 
 
 
 
32'
CARVAJAL DANI
2-0 DI MARIA ANGEL
33'
 
 
14' 1-0 DI MARIA ANGEL
CARVAJAL DANI 32'
33' 2-0 DI MARIA ANGEL
The goal at 35h minute for REAL MADRID was cancelled on VAR rule.
Venue: Parc des Princes.
Turf: Natural.
Capacity: 47,929.
Referee: Anthony Taylor (ENG).
Assistant referees: Gary Beswick (ENG), Adam Nunn (ENG).
Fourth official: Martin Atkinson (ENG).
Video Assistant Referee: Stuart Attwell (ENG).
Assistant Video Assistant Referee: Paul Tierney (ENG).
MATCH SUMMARY: Paris record v Madrid: W2 D2 L4.
Ramos, Nacho, Neymar suspended.
Madrid won 5-2 (agg) in 17/18 last 16.
Paris out in last 16 in la
Ultimo aggiornamento: 18.09.2019 22:29
Shakhtar Donetsk
CHAMPIONS UEFA
0 - 2
2. tempo
0-2
Manchester City
0-2
 
 
24'
0-1 MAHREZ RIYAD
 
 
29'
RODRIGO HERNANDEZ
 
 
38'
0-2 GUNDOGAN ILKAY
MAHREZ RIYAD 0-1 24'
RODRIGO HERNANDEZ 29'
GUNDOGAN ILKAY 0-2 38'
Venue: OSC Metalist.
Turf: Natural.
Capacity: 40,003.
Referee: Artur Dias (POR).
Assistant referees: Rui Tavares (POR), Paulo Soares (POR).
Fourth official: Hugo Miguel (POR).
Video Assistant Referee: Tiago Martins (POR).
Assistant Video Assistant Referee: Joao Pinheiro (POR).
MATCH SUMMARY: Shakhtar record v Man.
City: W1 L3.
Sides meet in 3rd straight GROUP stage.
City hit 9 without reply in 18/19 fixtures.
Shakhtar last 3 UEFA home games: D1 L2.
Ultimo aggiornamento: 18.09.2019 22:29
Dinamo Zagreb
CHAMPIONS UEFA
4 - 0
2. tempo
3-0
Atalanta
3-0
1-0 LEOVAC MARIN
10'
 
 
 
 
18'
DJIMSITI BERAT
 
 
27'
DE ROON MARTEN
2-0 ORSIC MISLAV
31'
 
 
THEOPHILE-CATHERINE KEVIN
39'
 
 
3-0 ORSIC MISLAV
42'
 
 
MORO NIKOLA
66'
 
 
4-0 ORSIC MISLAV
68'
 
 
10' 1-0 LEOVAC MARIN
DJIMSITI BERAT 18'
DE ROON MARTEN 27'
31' 2-0 ORSIC MISLAV
39' THEOPHILE-CATHERINE KEVIN
42' 3-0 ORSIC MISLAV
66' MORO NIKOLA
68' 4-0 ORSIC MISLAV
Venue: Stadion Maksimir.
Turf: Natural.
Capacity: 35,123.
Referee: Jesus Gil Manzano (ESP).
Assistant referees: Diego Barbero (ESP).
Angel Nevado (ESP).
Fourth official: Juan Martiinez Munuera (ESP).
Video Assistant Referee: Alejandro Hernandez (ESP).
Assistant Video Assistant Referee: Ricardo de Burgos (ESP).
MATCH SUMMARY: Sides met in 90/91 UEFA Cup 1st round.
Atalanta won on away goals after 2 draws.
Bergamo side making GROUP stage debut.
Dinamo: lost last 11 GROUP games, 1 off record.
Ultimo aggiornamento: 18.09.2019 22:29
Atletico Madrid
CHAMPIONS UEFA
1 - 2
2. tempo
0-0
Juventus
0-0
 
 
15'
MATUIDI BLAISE
 
 
48'
0-1 CUADRADO JUAN
 
 
65'
0-2 MATUIDI BLAISE
1-2 SAVIC STEFAN
70'
 
 
 
 
71'
CUADRADO JUAN
MATUIDI BLAISE 15'
CUADRADO JUAN 0-1 48'
MATUIDI BLAISE 0-2 65'
70' 1-2 SAVIC STEFAN
CUADRADO JUAN 71'
Venue: Wanda Metropolitano.
Turf: Natural.
Capacity: 67,703.
Referee: Danny Makkelie (NED).
Assistant referees: Mario Diks (NED), Hessel Steegstra (NED).
Fourth official: Siemen Mulder (NED).
Video Assistant Referee: Jochem Kamphuis (NED).
Assistant Video Assistant Referee: Bas Nijhuis (NED).
Sidelined Players: JUVENTUS - Douglas Costa, De Sciglio, Pjanic (Injured).
MATCH SUMMARY: Atletico record v Juve: W2 D1 L1.
Atletico won both previous home meetings.
Juventus beat Atletico in 18/19.
Ultimo aggiornamento: 18.09.2019 22:29
Bayer Leverkusen
CHAMPIONS UEFA
1 - 2
2. tempo
1-2
Lokomotiv Moscow
1-2
 
 
16'
0-1 KRYCHOWIAK GRZEGORZ
 
 
25'
0-2 HOWEDES BENEDIKT
 
 
37'
0-3 BARINOV DMITRI
 
 
55'
BARINOV DMITRI
KRYCHOWIAK GRZEGORZ 0-1 16'
HOWEDES BENEDIKT 0-2 25'
BARINOV DMITRI 0-3 37'
BARINOV DMITRI 55'
Venue: BayArena.
Turf: Natural.
Capacity: 30,000.
Referee: Paweł Raczkowski (POL).
Assistant referees: Michal Obukowicz (POL), Radosław Siejka (POL).
Fourth official: Tomasz Musiał (POL).
Video Assistant Referee: Pawel Gil (POL).
Assistant Video Assistant Referee: Bartosz Frankowski (POL).
Sidelined Players: LEVERKUSEN - Pohjanpalo (Injured).
LOKOMOTIV MOSCOW - Aleksei Miranchuk, Kverkvelia (Injured).
MATCH SUMMARY: Sides 1st meeting in UEFA competition.
Ultimo aggiornamento: 18.09.2019 22:29
Visp
LNB
1 - 3
fine
1-0
0-0
0-3
Sierre
1-0
0-0
0-3
1-0 RITZ
9'
 
 
 
 
43'
1-1 DUCRET
 
 
58'
1-2 IMPOSE
 
 
60'
1-3 ASSELIN
9' 1-0 RITZ
DUCRET 1-1 43'
IMPOSE 1-2 58'
ASSELIN 1-3 60'
Ultimo aggiornamento: 18.09.2019 22:29
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Sport
MADRID
1 ora
Bale, 700'000 sterline di regalo-pensione: «Sei mesi per il mondo a giocare a golf con gli amici»
EUROPA LEAGUE
3 ore
Lugano pronto alla battaglia
LIGUE 1
3 ore
Neymar, ribaltate le parti: denuncia per estorsione e calunnie
NATIONAL LEAGUE
4 ore
Mai più un "39" a Losanna
FORMULA 1
5 ore
In sauna, con il casco, a 50°C: Perez prepara il tremendo Singapore
NATIONAL LEAGUE
7 ore
Tegola Friborgo: Sprunger out almeno due mesi
TENNIS
8 ore
Federer e i suoi fratelli alla conquista del mondo
TENNIS
8 ore
Stesa la Siniakova, Golubic ai quarti in Cina
NATIONAL LEAGUE
8 ore
Il Bienne blinda Roman Karaffa
SERIE B
9 ore
«A Lugano mi sono sempre sentito parte di una famiglia. Ascoli? È quello che cercavo»
EUROPA LEAGUE
12 ore
Missione Copenaghen: Lugano partito
LIGUE 1
12 ore
Icardi indesiderato a Parigi per colpa di Messi?
NATIONAL LEAGUE
12 ore
Rantanen dopo Laine, Berna ricettacolo di campioni
L'OSPITE - ARNO ROSSINI
15 ore
«Renzetti è come il custode allo stand di tiro: pronto a sparare alla prima difficoltà»
CHAMPIONS LEAGUE
23 ore
Il Napoli doma i campioni, il Borussia ferma il Barça
ARNO ROSSINI - L'OSPITE
21.11.2018 - 07:000
Aggiornamento : 17:02

I difensori non c'entrano con la difesa; errori losannesi per Celestini

Il Lugano gioca per segnare un gol più dei rivali però... Arno Rossini: «Davanti i bianconeri non sono imprendibili e manca equilibrio»

LUGANO - Quattro difensori, un centrocampo a tre, il fantasista (o la mezzapunta) e due attaccanti. Fabio Celestini ha ormai dato al Lugano una veste precisa. È infatti così che, esclusa la partita contro il GC di inizio ottobre, la sua prima in panchina dopo l'esonero di Abascal, il 43enne mister sta facendo giocare i bianconeri. Le sue scelte hanno tuttavia pagato solo in parte. La luce "vista" nelle due vittorie centrate con San Gallo e Thun è infatti sparita nelle ultime due uscite, nelle quali sono arrivati i rovesci con Basilea e Lucerna. Eppure la quadratura del cerchio pareva essere stata trovata...

«A dire il vero penso che la quadratura ancora non ci sia - è intervenuto Arno Rossini - Io vedo ancora tanti alti e bassi. Troppi».

Da Costa, Masciangelo, Mihajlovic, Sulmoni, Maric... i ticinesi sono ormai quasi sempre quelli. Questo significa che il tecnico ha trovato il "suo" undici.
«E poi Sabbatini, Brlek e Bottani in mezzo, con anche Piccinocchi da quando ha ritrovato una buona condizione. E Junior davanti. Questi sono i fedelissimi. Ma schierare la stessa formazione non significa essere a posto. Soprattutto quando i numeri non sono dalla tua parte. Il problema è che il Lugano sta soffrendo troppo in difesa. Come già capitato quando lavorava a Losanna, Celestini sta schierando una squadra che dietro fa fatica. E subisce troppo. In cinque match di Super League sono stati incassati undici gol. Tanti. Puoi giustificarli se poi in attacco sei eccellente, se giochi per segnare una rete più del tuo avversario. A Cornaredo però davanti non sono imprendibili».

Parli di problema difensivo. Eppure i quattro sempre scelti da Celestini paiono avere il giusto mix tra qualità, esperienza e fisico.
«L'errore è considerare i guai difensivi come provocati dalla... difesa. È l'equilibrio generale della squadra che ancora manca. È di quello che dovrebbe preoccuparsi il mister».

Giocare con due punte e una mezzapunta è troppo?
«Ecco, sì. In questo momento della stagione il Lugano fatica a sostenere tanti giocatori offensivi. Soprattutto quando, poi, questi hanno alle spalle un centrocampo a tre nel quale almeno due maglie sono affidate a calciatori come Sabbatini e Piccinocchi. Bravi a livello tattico e tecnico, ma in evidente difetto a livello fisico».

Serve il classico filtro in mezzo? 
«Esatto. Non per forza si devono schierare meno uomini in avanti; l'atteggiamento generale deve però cambiare. Serve che la squadra sia pensata e disegnata a protezione della retroguardia».

Un giocatore come Covilo potrebbe dare una mano...
«Mi sto giusto chiedendo perché non abbia trovato molto spazio nelle ultime partite».

Numeri: il 32enne mediano ha giocato 360' con Abascal, praticamente sempre, nei quali ha messo a referto due reti e due assist. Con Celestini in cinque sfide ha invece totalizzato 167'.
«Se in buona condizione, io un elemento come Miroslav lo metterei certamente in campo. Ha le caratteristiche giuste per dare più stabilità ed equilibrio alla formazione. Schierandosi davanti a Sulmoni e Maric, soprattutto ora che si giocherà su campi pesanti, un calciatore con le sue caratteristiche risolverebbe parecchi problemi. E poi è bravo di testa...».

Ma Celestini è un tecnico che guarda alle caratteristiche del singolo e su queste prova a costruire il successo? Il colpo di testa di Covilo, la velocità di Junior...
«Deve esserlo per forza. È sulle qualità dei suoi giocatori, valutate in base al momento del campionato, che ogni bravo allenatore deve provare a regalare gioco e vittorie».

Sabato i bianconeri saranno di scena a Berna contro lo Young Boys.
«Avversario fisicamente tra i più pericolosi del campionato. Contro rivali del genere ti devi muovere e difendere con grande attenzione, altrimenti rischi di farti molto male».

Il calendario non è bellissimo per il Lugano che, oltre ai gialloneri, da qui a fine anno si troverà ad affrontare Xamax, Sion (entrambi in casa) e Zurigo (in trasferta).
«I ticinesi hanno una rosa da primi cinque posti della classifica».

Questo sulla "carta".
«È compito del mister mettere i giocatori in condizione di esprimere il loro vero valore. A Cornaredo non devono però scherzare con il fuoco...».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-18 22:35:22 | 91.208.130.87