TiPress
Risultati
18.05.2018
Challenge League
Rapperswil
 0 - 1 
fine
0-0
Xamax
Vaduz
 5 - 2 
fine
3-0
Chiasso
Wil
 0 - 2 
fine
0-1
Servette
Winterthur
 2 - 0 
fine
0-0
Aarau
Wohlen
 2 - 5 
fine
1-1
Sciaffusa
 
19.05.2018
Super League
Basilea
 2 - 2 
fine
1-1
Lucerna
Grasshopper
 1 - 2 
fine
0-0
Young Boys
Lugano
 1 - 1 
fine
0-0
Zurigo
S.Gallo
 0 - 3 
fine
0-3
Losanna
Thun
 1 - 4 
fine
1-2
Sion
 
20.05.2018
Serie A
Genoa
 1 - 2 
fine
0-1
Torino
Cagliari
 1 - 0 
fine
0-0
Atalanta
Chievo
 1 - 0 
fine
0-0
Benevento
Udinese
 1 - 0 
fine
1-0
Bologna
Napoli
 2 - 1 
fine
2-0
Crotone
Milan
 5 - 1 
fine
2-1
Fiorentina
SPAL
 3 - 1 
fine
1-0
Sampdoria
Lazio
 2 - 3 
fine
2-1
Inter
Sassuolo
 0 - 1 
fine
0-1
Roma
 
21.05.2018
Challenge League
Aarau
  
16:00
Vaduz
Chiasso
  
16:00
Wohlen
Xamax
  
16:00
Wil
Sciaffusa
  
16:00
Winterthur
Servette
  
16:00
Rapperswil
 
14.06.2018
Mondiali
RUSSIA
  
17:00
SAUDI ARABIA
 
Classifiche
Super League
1
Young Boys
36
84
2
Basilea
36
69
3
Lucerna
36
54
4
Zurigo
36
49
5
S.Gallo
36
45
6
Sion
36
42
7
Thun
36
42
8
Lugano
36
42
9
Grasshopper
36
39
10
Losanna
36
35
Ultimo aggiornamento:20.05.2018 23:21
Challenge League
1
Xamax
35
82
2
Servette
35
62
3
Sciaffusa
35
61
4
Vaduz
35
59
5
Rapperswil
35
53
6
Aarau
35
41
7
Wil
35
39
8
Chiasso
35
33
9
Winterthur
35
32
10
Wohlen
35
18
Ultimo aggiornamento:21.05.2018 04:26
Serie A
1
Juventus
38
95
2
Napoli
38
91
3
Roma
38
77
4
Inter
38
72
5
Lazio
38
72
6
Milan
38
64
7
Atalanta
38
60
8
Fiorentina
38
57
9
Torino
38
54
10
Sampdoria
38
54
11
Sassuolo
38
43
12
Genoa
38
41
13
Udinese
38
40
14
Chievo
38
40
15
Bologna
38
39
16
Cagliari
38
39
17
SPAL
38
38
18
Crotone
38
35
19
Verona
38
25
20
Benevento
38
21
Ultimo aggiornamento:21.05.2018 04:26
ULTIME NOTIZIE Sport
SUPER LEAGUE
12.02.2018 - 08:310
Aggiornamento 11:03

Esame superato, il Lugano vola in zona Europa

Dopo l'impresa di Basilea, Gerndt&Co hanno sopraffatto anche la Cenerentola Sion (spedita a -11). Quarti in classifica, i bianconeri proveranno a regalarsi un’altra primavera ricca di soddisfazioni

LUGANO - Prima il colpaccio di Basilea, poi - sabato nel 21esimo turno di Super League - l’esame Sion superato a pieni voti grazie ad una prestazione solida e convincente: il 2018 del Lugano è iniziato come meglio non poteva e la classifica si fa sempre più interessante.

Il match di Cornaredo non era semplice né tantomeno scontato, poiché in Ticino arrivava una squadra ferita, costretta a rialzare il capo e che in settimana aveva vissuto un nuovo scossone con l’esonero di Gabri e la promozione di Jacobacci. Tante le insidie contro l’affamato Sion, ma tanta anche la qualità e la maturità mostrata dai bianconeri, che grazie alla staffilata di Gerndt al 14’ - sorpreso il portiere Fickentscher - hanno affossato i vallesani con il minimo scarto (1-0).

Con Janko in panchina (per il suo esordio bisognerà ancora attendere) e un solo cambiamento nell’11 titolare rispetto al ruggito del St.Jakob - dentro Mihajlovic per l’infortunato Daprelà -, il Lugano si è dimostrato padrone del campo concedendo poco o nulla ai rivali, pericolosi solo con alcune sporadiche fiammate. Concentrati e ben organizzati, i ticinesi hanno giocato con intelligenza centrando la terza vittoria consecutiva, nonché la terza di questa stagione a Cornaredo. A domicilio sono ora 10 i punti conquistati da Sulmoni e compagni (in 10 partite): migliorando questo “fattore” la banda Tami potrà andare davvero lontano.

Compatto in difesa e con la porta inviolata da tre gare, il Lugano, a livello offensivo, si è ritrovato dopo la sosta un Gerndt in grande spolvero. Forse pungolato dall’arrivo di Janko e indubbiamente cresciuto grazie alla preparazione invernale, l’attaccante svedese - già decisivo a Basilea - si è rivelato determinante anche contro i vallesani (oltre al gol ha colpito due traverse, venendo infine sostituito al 67' per un acciacco).

Prima la salvezza, poi si vedrà: in casa bianconera si resta giustamente con i piedi per terra, ma la classifica dice che Mariani e compagni, quarti, sono ora ad un rassicurante +11 sul Sion, sempre più ultimo e in affanno. Entrato a grandi balzi nella zona Europa anche grazie ai passi falsi di Grasshopper, San Gallo e Losanna, il Lugano non vuole certo fermarsi ora, bensì continuare a correre per provare a regalarsi un’altra primavera ricca di soddisfazioni. Il prossimo avversario, atteso in Ticino sabato prossimo, è il GC di Murat Yakin.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Tags
lugano
sion
esame
zona europa
classifica
europa
basilea
zona
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-05-21 05:07:44 | 91.208.130.86