TiPress
SUPER LEAGUE
12.02.2018 - 08:310
Aggiornamento 11:03

Esame superato, il Lugano vola in zona Europa

Dopo l'impresa di Basilea, Gerndt&Co hanno sopraffatto anche la Cenerentola Sion (spedita a -11). Quarti in classifica, i bianconeri proveranno a regalarsi un’altra primavera ricca di soddisfazioni

LUGANO - Prima il colpaccio di Basilea, poi - sabato nel 21esimo turno di Super League - l’esame Sion superato a pieni voti grazie ad una prestazione solida e convincente: il 2018 del Lugano è iniziato come meglio non poteva e la classifica si fa sempre più interessante.

Il match di Cornaredo non era semplice né tantomeno scontato, poiché in Ticino arrivava una squadra ferita, costretta a rialzare il capo e che in settimana aveva vissuto un nuovo scossone con l’esonero di Gabri e la promozione di Jacobacci. Tante le insidie contro l’affamato Sion, ma tanta anche la qualità e la maturità mostrata dai bianconeri, che grazie alla staffilata di Gerndt al 14’ - sorpreso il portiere Fickentscher - hanno affossato i vallesani con il minimo scarto (1-0).

Con Janko in panchina (per il suo esordio bisognerà ancora attendere) e un solo cambiamento nell’11 titolare rispetto al ruggito del St.Jakob - dentro Mihajlovic per l’infortunato Daprelà -, il Lugano si è dimostrato padrone del campo concedendo poco o nulla ai rivali, pericolosi solo con alcune sporadiche fiammate. Concentrati e ben organizzati, i ticinesi hanno giocato con intelligenza centrando la terza vittoria consecutiva, nonché la terza di questa stagione a Cornaredo. A domicilio sono ora 10 i punti conquistati da Sulmoni e compagni (in 10 partite): migliorando questo “fattore” la banda Tami potrà andare davvero lontano.

Compatto in difesa e con la porta inviolata da tre gare, il Lugano, a livello offensivo, si è ritrovato dopo la sosta un Gerndt in grande spolvero. Forse pungolato dall’arrivo di Janko e indubbiamente cresciuto grazie alla preparazione invernale, l’attaccante svedese - già decisivo a Basilea - si è rivelato determinante anche contro i vallesani (oltre al gol ha colpito due traverse, venendo infine sostituito al 67' per un acciacco).

Prima la salvezza, poi si vedrà: in casa bianconera si resta giustamente con i piedi per terra, ma la classifica dice che Mariani e compagni, quarti, sono ora ad un rassicurante +11 sul Sion, sempre più ultimo e in affanno. Entrato a grandi balzi nella zona Europa anche grazie ai passi falsi di Grasshopper, San Gallo e Losanna, il Lugano non vuole certo fermarsi ora, bensì continuare a correre per provare a regalarsi un’altra primavera ricca di soddisfazioni. Il prossimo avversario, atteso in Ticino sabato prossimo, è il GC di Murat Yakin.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Tags
lugano
sion
esame
zona europa
classifica
europa
basilea
zona
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-11-12 19:35:21 | 91.208.130.86