Risultati
14.07.2018
Mondiali
Belgio
 2 - 0 
fine
1-0
England
 
Classifiche
Super League
1
Thun
0
0
2
Young Boys
0
0
3
Zurigo
0
0
4
Grasshopper
0
0
5
S.Gallo
0
0
6
Basilea
0
0
7
Lugano
0
0
8
Lucerna
0
0
9
Sion
0
0
10
Xamax
0
0
Ultimo aggiornamento:20.06.2018 09:46
Challenge League
1
Aarau
0
0
2
Chiasso
0
0
3
Losanna
0
0
4
Sciaffusa
0
0
5
Servette
0
0
6
Wil
0
0
7
Winterthur
0
0
8
Rapperswil
0
0
9
SC Kriens
0
0
10
Vaduz
0
0
Ultimo aggiornamento:19.06.2018 20:09
Serie A
1
Juventus
38
95
2
Napoli
38
91
3
Roma
38
77
4
Inter
38
72
5
Lazio
38
72
6
Milan
38
64
7
Atalanta
38
60
8
Fiorentina
38
57
9
Torino
38
54
10
Sampdoria
38
54
11
Sassuolo
38
43
12
Genoa
38
41
13
Chievo
38
40
14
Udinese
38
40
15
Bologna
38
39
16
Cagliari
38
39
17
SPAL
38
38
18
Crotone
38
35
19
Verona
38
25
20
Benevento
38
21
Ultimo aggiornamento:21.05.2018 23:45
ULTIME NOTIZIE Sport
SION
31.12.2017 - 10:130

Seppellita l'ascia di guerra: pace Constantin-Fringer

Il presidente del Sion e l'opinionista tv si sono ritrovati dopo il fattaccio di settembre: «La violenza non può mai essere una soluzione»

SION – L'aggressione a Rolf Fringer, consumata per difendere il figlio e l'onore della famiglia, ha fatto vivere giornate complicate a Christian Constantin. Il numero uno del Sion, come da abitudine, non è in ogni caso arretrato davanti alla tempesta, l'ha affrontata a testa alta, muso duro... e senza ombrello. E ne ha ricavato la giusta dose di problemi. Quei giorni turbolenti, squalifica inflitta dalla SFL inclusa, paiono comunque essere alle spalle per il vulcanico presidente dei vallesani il quale, per la fine dell'anno, si è addirittura riavvicinato all'allenatore e commentatore austriaco.

I due si sono ritrovati, in un incontro raccontato dal Blick, e hanno firmato la tanto agognata pace. «Entrambi amiamo il calcio ed è su quello che dobbiamo concentrarci – hanno raccontato in un'intervista congiunta Constantin e Fringer – quanto è successo è ormai il passato, è dimenticato».

La notte di Lugano, con il vallesano andato all'attacco dell'austriaco – davanti a mille obiettivi – rimane dunque “solo” una pagina nera del nostro calcio, pagina che è stata voltata.

«Abbiamo un'età nella quale non ci si può comportare in questo modo», ha raccontato ancora Constantin, che prima di seppellire l'ascia di guerra ha però chiesto spiegazioni al dirimpettaio. «Ho sbagliato ma in quel momento pensavo che comportarmi così fosse corretto. Anche se la violenza non può mai essere una soluzione. I tuoi giudizi sul Sion non sono però stati simpatici. E perché dici che non ho portato niente alla Lega? E perché hai attaccato la mia famiglia?».

Anche Fringer, dal canto suo, ha corretto il tiro, si è ammorbidito. «I vostri successi in Coppa Svizzera sono la prova che negli anni avete lavorato bene. E poi da voi c'è passione. Quel che non concepisco è il trattamento riservato agli allenatori: non è rispettoso. Forse anche io ho superato il limite, devo ammetterlo, ma non ho insultato la tua famiglia: c'è stato un malinteso».

8 mesi fa Constantin vuole la pace ma... «Fringer dovrà fare il primo passo»
9 mesi fa Squalifica dagli stadi? Constantin è entrato comunque al Tourbillon
9 mesi fa Quattordici mesi di inibizione e 100'000 franchi di multa per Constantin
9 mesi fa Constantin perde la testa e colpisce Rolf Fringer
9 mesi fa Prima l'aggressione, poi la denuncia: Constantin infierisce su Fringer
Commenti
 
Flavia Lepori 6 mesi fa su fb
Brutta pagina questo episodio, meno male è’ finita
ArAcNo_J 6 mesi fa su tio
Pagliacciata di fine anno...
bananajoe 6 mesi fa su tio
Bravi, bravi!!
Potrebbe interessarti anche
Tags
constantin
fringer
sion
pace
famiglia
guerra
ascia
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES

Ultimo aggiornamento: 2018-07-16 03:05:24 | 91.208.130.86